Un bambino di 10 anni ha “fregato” il Face ID di iPhone X (video)

Vezio Ceniccola

Che il nuovo sistema Face ID non sia ancora un meccanismo perfetto si era capito sin dal momento della presentazione ufficiale di iPhone X. La stessa Apple ha dichiarato esplicitamente che il riconoscimento facciale potrebbe avere evidenti problemi in casi particolari, come quello di utenti gemelli o bambini al di sotto dei 13. La situazione mostrata nel video che trovate a fine articolo è però ancora più curiosa.

Un bambino di 10 anni è riuscito a sbloccare il nuovo iPhone X della madre tramite il Face ID, che ha erroneamente riconosciuto il suo volto come quello impostato per lo sblocco del sistema. Sebbene i tratti somatici siano molto simili e, come detto, i sensori fatichino a riconoscere in maniera adeguata i volti dei bambini, tale circostanza sembra comunque molto strana, e potrebbe far suonare un campanello d’allarme per chi utilizza il nuovo sistema di protezione di Apple.

Intervistata da Wired, la madre ha spiegato come la registrazione del volto in condizioni di scarsa luminosità abbia potuto influire sul corretto funzionamento del Face ID. Infatti, reimpostando il sistema di riconoscimento e registrando il volto in condizioni di luce migliori, il sistema è stato in grado di funzionare correttamente, impedendo lo sblocco tramite il volto del bambino.

LEGGI ANCHE: Apple iPhone X, la recensione

A confondere maggiormente il sistema potrebbe, però, essere stato anche il meccanismo di apprendimento del Face ID, che impara col tempo a riconoscere i cambiamenti del volto dell’utente. Se il sistema fallisce nel riconoscere un volto ma il dispositivo viene sbloccato nel giro di 10 secondi tramite PIN, il Face ID registra il volto della persona che lo ha sbloccato e aggiunge questa informazione a quelle già in archivio. Probabilmente anche questo comportamento potrebbe aver influito sulla vicenda del bambino, anche se non ci sono conferme in tal senso.

Quello che possiamo capire da questa storia è che, nonostante i progressi fatti negli ultimi tempi, le tecnologie di protezione dei dispositivi, tra i quali c’è anche il Face ID, non sono ancora affidabili al 100%. Apple è già al lavoro per migliorare ulteriormente tale sistema ed è abbastanza probabile che nei prossimi mesi anche le situazioni del genere saranno corrette, evitando falsi positivi e riconoscimenti di persone non autorizzate.

Via: 9to5MacFonte: Wired