Ancora una volta, Apple Watch supera tutti: primo tra i wearable più venduti al mondo

Giuseppe Tripodi

Nonostante l’agguerrita competizione, Canalys sosteiene che nel Q3 del 2017 il settore wearable è stato dominato da Apple Watch: secondo le stime dell’azienda, infatti, la società di Cupertino avrebbe venduto ben 3,9 milioni di smartwatch, mentre subito dopo si troverebbero Xiaomi e Fitbit, rispettivamente con 3,6 e 3,5 milioni di unità vendute. Molto lontani Huawei e Samsung, rispettivamente al quarto e quinto posto.

Secondo l’analista di Canalys Jason Low, c’è stata un’alta richiesta di Apple Watch 3 LTE, il che ha contribuito a mantenere in cima la società della mela. In totale, nel terzo trimestre sono stati spediti 17,3 milioni di wearable e le previsioni suggeriscono un Q4 ancora più redditizio per le aziende che producono smartwatch.

Canalys azzarda qualche stima in cui si affida anche ai numeri degli smartphone per fare dei paragoni: secondo la società di analisi, Samsung ha venduto uno smartwatch per ogni 23 Galaxy top di gamma, Huawei si ferma a uno smartwatch per ogni 14 flagship della serie P o Mate mentre Apple ha venduto un Apple Watch ogni sette iPhone 7 o iPhone 8 spedito.

 

Infine, è evidente che Google dovrebbe puntare di più su Android Wear: considerando che tra le società in testa alla classifica solo Huawei produce smartwatch col sistema operativo di Google, sicuramente ci sono ampi margini di miglioramento.

Fonte: Canalys
  • carlo

    e considerando il prezzo medio dei wareable di xiaomi e fitbit…

  • boosook

    Apple ha vinto tutto ancora una volta, e lo dico da non utente Apple. Quando usci’ AW, tutti a prenderlo in giro perche’ non era tondo, perche’ non ricordava un orologio, perche’ era brutto. Anni dopo, la ragione di questa scelta e’ chiara: non era perche’ Apple non fosse in grado di fare uno smartwatch tondo, ma proprio perche’ anche con il design voleva smarcarsi dal concetto di orologio. Uno smartwatch non e’ un orologio. Se cerchi di simulare un orologio, otterrai qualcosa di scomodo da utilzzare, a partire dal quadrante tondo che non permette di visualizzare informazioni in maniera efficiente. E cosi’, mentre Android Wear punta tutto sulle watch face, orologi tondi e sul fatto di far sembrare lo smartwatch un orologio tradizionale, Apple ha rivoltato il concetto ed e’ stata in grado di costruire un oggetto funzionale che non ha alcuna pretesa di sembrare un orologio. Quale scelta fosse la migliore si e’ visto.

    • Bertone

      mi vien da dire disamina perfetta, pur non trovando ancora un vero e proprio “scopo” a questi gingilli, apple ha giocato meglio le sue carte

  • leonida73

    #machisenefrega
    TUtte queste notizie fuffa…
    solito discorso se vuoi un prodotto con “AIOESSE” devi prendere “EPPOL”, se vuoi un prodotto ANDROID PUOI COMPRARE DA MOLTI PRODUTTORI.
    La si vuol capire che da una parte hai una scelta e dall’altra no?
    Facciamo quanto vende EPPOL contro quanto vende ANDROID