5G in Italia: presto sperimentazioni anche a Bari e Matera. “Siamo più avanti rispetto agli altri paesi europei”

Edoardo Carlo Ceretti

La partita del 5G in Italia non si gioca soltanto al nord. Dopo la prima sperimentazione di Vodafone nella città di Milano, è stato varato il piano Bari-Matera 5G, frutto della collaborazione fra TIM, Fastweb e Huawei, con il patrocinio del Ministero per lo Sviluppo Economico.

Durante l’evento di presentazione, il sottosegretario al MISE, Antonello Giacomelli, ha rimarcato la posizione di rilievo che ha assunto l’Italia nel panorama europeo per la sperimentazione del 5G:

L’Italia sperimenta, prima tra i Paesi europei, il 5G in cinque città […] (Bari e Matera) sono state scelte per via delle loro caratteristiche. Il 5G sarà una partita nuova per l’Italia che porrà il nostro Paese almeno un anno in avanti rispetto agli altri partner europei. Vogliamo che l’Italia diventi l’habitat naturale per la creazione e la progettazione di servizi che uniscano creatività ed eccellenze, per conseguire un ruolo a livello internazionale.

Le sperimentazioni del 5G nel cuore del Meridione partiranno da giugno 2018, con l’obiettivo di completare la copertura di Bari e Matera entro il 2019. Con velocità fino a 10 volte maggiori rispetto alle reti attuali, il 5G promette di rivoluzionare molti aspetti concreti per queste città, dando un impulso (speriamo) definitivo per il rilancio del sud Italia.

La nuova tecnologia infatti permetterà a Bari di essere uno dei primi porti 4.0 in Italia, mentre a Matera – capitale europea della cultura per il 2019 – le applicazioni iniziali saranno legate alla ricostruzione 3D di siti archeologici e musei.

Via: Corriere Comunicazioni, Bari Today