Lo slide to unlock era un’idea di Apple: Samsung dovrà pagare 120 milioni di dollari

Giuseppe Tripodi - Lo ha deciso la Corte Suprema statunitense, chiudendo una delle storiche guerre di brevetti tra i due giganti della telefonia

Si è finalmente conclusa una vicenda giudiziaria che andava avanti da anni, nonché una delle prime dispute legali che avevano fatto parlare tutto il mondo di patent war, guerra di brevetti: la Corte Suprema statunitense ha rifiutato la richiesta di appello di Samsung, confermando la sentenza del 2014 che aveva dato ragione ad Apple.

Per la giustizia statunitense, insomma, lo slide to unlock era un valido brevetto di Cupertino, che l’azienda coreana ha infranto: come forse ricorderete, infatti, la causa legale riguardava proprio la proprietà intellettuale del metodo di sblocco che prevede di trascinare un elemento sullo schermo, oltre che la meno famosa tecnologia che trasforma un numero di telefono in un “link” cliccabile che invia le cifre al compositore.

LEGGI ANCHE: Samsung schiaffeggia 10 anni di iPhone nel suo ultimo spot 

Questa decisione della Corte Suprema condanna definitivamente Samsung al pagamento della cifra stabilita, pari a circa 120 milioni di dollari: inutile precisare che questo esito non è andato a genio ai dirigenti della società coreana e un portavoce dell’azienda ha riferito che questo permetterà ad Apple di guadagnare ingiustamente da un brevetto non valido.

Per dovere di cronaca, ricordiamo che dalle nostre parti la Corte di Cassazione Federale tedesca aveva negato la legittimità del brevetto, ma ovviamente questo poco ha a che vedere con l’andamento della giustizia statunitense. In ogni caso, la disputa tra i due colossi non è ancora finita: a maggio, infatti, Apple e Samsung torneranno in tribunale e quest’ultima dovrà cercare di ribaltare la condanna a pagare 400 milioni di dollari per aver plagiato il design dei primi iPhone con la linea Galaxy.

Immagine via: Wccftech

Via: TheVerge
  • leonida73

    spero li spendano in medicine

  • Psyco98

    “wow, se la Apple ha vinto 120 milioni per un’idea non sua, chissà quanto avremmo guadagnato noi, che abbiamo avuto l’idea per primi, facendo causa ad entrambi…”
    -Ex CEO Nokia riflette su come avrebbe potuto salvare l’azienda almeno dall’acquisizione Microsoft