Il display di iPhone X eletto “il migliore in assoluto su smartphone” da DisplayMate

Vezio Ceniccola

Non c’è dubbio che la scelta di Apple di cambiare la tecnologia per i display dei suoi iPhone, passando dai classici LCD agli OLED, sia stata una piccola rivoluzione per gli appassionati. iPhone X è il primo dispositivo ad essere dotato di quest’importante novità, ma sta già raccogliendo grandi consensi per la qualità del suo schermo.

Un’importante conferma del buon lavoro operato dall’azienda di Cupertino arriva da DisplayMate, noto sito che si occupa di analizzare la qualità dei pannelli inseriti su dispositivi mobili, monitor e altri prodotti tecnologici. A loro parere, iPhone X ha il miglior schermo mai visto su uno smartphone, per tante e ottime ragioni.

La prima motivazione da citare si chiama Precision Display Calibration, tecnologia che permette al pannello OLED prodotto da Samsung di avere una resa praticamente perfetta dei colori sotto ogni angolazione e condizione di luce, arrivando a coprire un’ampio spettro sia dello standard sRGB che di quello DCI-P3.

Ma iPhone X non ha solo una grande fedeltà dei colori. Il suo display, infatti, si fa notare anche per l’elevatissima luminosità, che lo rende perfettamente leggibile anche in condizioni di elevata luce ambientale. Il valore massimo di luminosità in tali situazioni arriva a 634 nits, maggiore anche dei 560 nits fatti registrare da Galaxy Note 8, ma la luminosità massima può arrivare fino a 809 nits per alcune piccole porzioni di schermo.

Buono anche il supporto al Mobile HDR e alla modalità Nigth Shift, ma vanno citate anche altre importanti tecnologie relative alla qualità visiva, come il True Tone e il Super Dim.

LEGGI ANCHE: DxOMark: iPhone X supera Pixel 2

Tutti questi fattori fanno del display del nuovo iPhone la vera pietra di paragone per la prossima generazione di dispositivi mobili, e non sarà certo facile batterlo in quanto a qualità. La battaglia è, però, solo all’inzio e sappiamo quanto anche i produttori concorrenti tengano a questo parametro durante la progettazione dei loro smartphone – vero Google? – e dei relativi pannelli da montare.

Se volete leggere in dettaglio l’analisi tecnica dello schermo del nuovo iPhone realizzata da DisplayMate, trovate tutto il necessario a questo indirizzo.

Fonte: DisplayMate
  • Anuc Rossi

    ???????????? veramente? mi trovo in difficoltà a capire questi articoli apple dichiara :’Apple spiega che, per le sue peculiarità, lo schermo OLED può cambiare leggermente di tonalità e colore quando si inclina iPhone X. Non è quindi un difetto, ma una caratteristica di questo schermo. Ad esempio, Apple fa sapere che quando si guarda il display OLED da un angolatura laterale, si possono notare dei cambiamenti di colore e tonalità. Si tratta, ripete l’azienda, di un “comportamento normale“. Questi piccoli cambiamenti visivi si possono notare soprattutto dopo un uso prolungato dello schermo. Apple suggerisce che anche l’effetto burn-in (piccole ombre sullo schermo dell’immagine precedente) potrebbe verificarsi in casi rari ed estremi, come ad esempio quando sullo schermo viene visualizzata per tanto tempo la stessa immagine statica. e qui state dicendo il migliore schermo. se non mi sono ricoglionito del tutto apple afferma che lo schermo OLED e pieno di difetti ma è normale. quindi se vado a spendere 1.300 euro e rotti devo anche sapere che il telefono deve rimanere spento se voglio che duri nel tempo e non comincio a vedere ombre strane colori alterati e cosi via.

    1)ora vorrei capire questo articolo e un copia e incolla ?

    2)se non lo è: si può scrivere il migliore display a caratteri cubitali secondo voi? quando la stessa apple ti dice “ho vedi solo 2 secondi le foto e non tenere le immagini fisse per troppo tempo perché io non ti cambio il monitor per il burn-in, ti ho scritto che devi tenere attivo spegnimento automatico del display , guarda che se cominci e vedi dei colori alterati inclinando il dispositivo non e colpa nostra basta tenerlo perpendicolare al volto e vedi i colori perfetti, noi il display non te lo passiamo in garanzia nemmeno se vedi tua madre azzurra coma un avatar.”

    io credo che voi come blogger dovreste fare chiarezza con i vostri articoli e non confusione pertanto mi aspetto un articolo che chiarisca quale sia la vera situazione
    questi monitor OLED che se vado a spendere uno stipendio per un iphone devo essere consapevole e che sia una mia scelta che avrò un prodotto con dei difetti che si vogliono far passare per normalità grazie

    • m477

      Credo proprio che dovresti informarti un pochino sui display in generale. Il burn-in è un problema intrinseco della tecnologia. Non vedevo questi commenti quando DM ha dichiarato il display del Note8 il migliore di tutti. In ogni caso, ci vuole parecchio tempo perché si verifichi il burn-in, soprattutto su display senza navbar o status bar permanenti. Il color shift è praticamente impercettibile sia sull’X che sul Note8, e gli LCD soffrono di un problema affine, che sarebbe il luminance shift. Non esistono display perfetti, sia LCD che OLED hanno i loro problemi. Scegliendo un OLED si baratta longevità con visibilità al sole migliore, contrasto pressoché infinito, e neri perfetti. I test fatti da DisplayMate dimostrano che è il display con la miglior calibrazione, la maggiore luminosità, il miglior range dinamico, angolo di visione, etc. disponibili su un dispositivo mobile. La longevità non rientra tra i loro test.

      • zooner!

        Grazie mi stava venendo male leggendo il commento sopra… Ottima risposta 🙂 e comunque i problemi di burn-in sugli OLED sono stati parecchio limitati rispetto ai primi schemi che venivano montati ai tempi di s2 tipo.. Hanno fatto grosso passo avanti

      • Darioxx96

        Gli effetti del burn in ci sono eccome, già visto galaxy s7 con la tastiera stampata sul display…
        Dovrebbero rifare il test dopo 1 anno di utilizzo e rivalutare questa cosa del miglior display

        • m477

          Ho ispezionato diversi S7/edge di amici, che ne fanno un uso regolare da oltre un anno, e l’unica parte bruciata è la status bar. Però il burn-in è visibile solo se lo si cerca.

          Testarlo dopo un anno non avrebbe senso, visto che sarebbe già superato da pannelli più nuovi.

    • Edo

      In un’articolo di qualche tempo fa c’era questo
      Nei test di laboratorio, infatti, quello di Galaxy Note 8 è risultato “il più innovativo e performante schermo per smartphone mai testato”, ed i dati rilevati sembrano dimostrarlo:

      Gamma di colore più ampia: 112% dello spazio di colore DCI-P3 e 141% di quello sRGB/Rec.709
      Massima luminosità: 1.240 nit

      • Zlat Sorin

        Raggiunge 1200 nit in piccoli parti del display e per un periodo di tempo breve.

  • AC05

    display samsung, c’erano pochi dubbi…

  • Stefano

    Ragazzi perdonatemi. Ma io ho letto la scheda di Galaxy Note 8, e il valore di luminosità in ambienti molti illuminati, non è di 560 nits, bensì di più di 700… (so anche che non avete sbagliato voi a riportare il dato, perchè ho letto la scheda di iPhone x su displaymate ed effettivamente sono quelli riportati)

  • LucaFrance Traverso

    scusate ma non ci credo soprattutto perhce’ a fornire tale display e’ prorio samsung che sarebbe stupida a fornire display migliori di quelli che monta…mi sa di marchetta.

    • Fabio Giuliani

      Samsung li produce, ma le specifiche sono Apple. Potrebbe copiarli quindi? No, brevetti.

  • Filippo Dardi

    Mi pare sciocco da parte del portale non considerare la penalizzante forma ‘a canottiera’