iPhone X è molto caro da acquistare e da riparare, ma la sua solidità vi farà dormire sonni tranquilli (video)

Edoardo Carlo Ceretti

iPhone X ha ormai iniziato ad arrivare fra le mani dei primi estasiati acquirenti (qui il nostro unboxing), che tratteranno il loro nuovo costosissimo gioiello con tutti i riguardi del caso. Non però Zack del canale YouTube JerryRigEverything che, non appena ha spacchettato il iPhone X nuovo di zecca, non ha avuto alcuna pietà e l’ha sottoposto ai maltrattamenti di rito, per testarne la resistenza.

Come da prassi, il primo test ha riguardato la resistenza ai graffi del fantastico display OLED da 5,8″ del nuovo iPhone. Come tutti gli altri smartphone top di gamma più recenti, anche iPhone X inizia a mostrare i primi segni al livello 6 della Scala di Mohs, il che significa che chiavi e monete con cui lo smartphone potrebbe condividere le vostre tasche, non lo intimoriranno minimamente. Promossa a pieni voti anche la capsula auricolare, costruita in metallo e non facilmente danneggiabile.

LEGGI ANCHE: Apple vi avvisa dei possibili problemi che potreste notare sul display OLED di iPhone X

Passando al posteriore, anche in questo caso il vetro è a farla da padrone. Il pannello impiegato appare della stessa qualità di quello frontale. Tuttavia, per quanto resistente, rimane comunque vetro, con l’alto rischio di vederlo infranto a seguito di una caduta e di dover sborsare ben 611,20€ (!) per la riparazione. Il buon Zack quindi vi consiglia caldamente di proteggerlo con una skin, una pellicola in vetro temperato o una cover. Anche il doppio sensore fotografico è protetto da un vetro, addirittura di tipo zaffiro a detta di Apple, ma che dai test non appare più resistente ai graffi rispetto a quello usato per display e back cover. Di plastica invece il flash a LED.

L’acciaio inossidabile della cornice di iPhone X è tanto bella a vedersi, quanto robusto e resistente, tuttavia con un po’ di impegno non è impossibile graffiarlo, quindi fate attenzione. Mentre un nuovo plauso per il metallo che va a proteggere i fori per microfono ed altoparlanti, nel taglio inferiore di iPhone X.

Infine, si arriva ai test più divertenti. Il display del nuovo iPhone è in grado di resistere per ben 29 secondi alla fiamma dell’accendino di Zack, anche se il danno provocato dal calore risulta permanente, come su gran parte dei pannelli OLED. Il bend test mostra invece tutta la solidità della scocca di iPhone X, capace di flettere soltanto in misura minima alle sollecitazioni di Zack. Apple ha decisamente imparato la lezione. In definitiva, iPhone X è così costosissimo da acquistare e da riparare, ma in fatto di qualità e robustezza costruttiva non ha nulla da temere.