Ghiotte novità per Telegram: Posizione in diretta, nuovo media player e altro

Giuseppe Tripodi

Telegram ha rilasciato un importante aggiornamento, che introduce alcune novità interessanti tra cui la posizione in diretta. Si tratta di un nuovo modo per far sapere ai propri amici dove ci troviamo ed è particolarmente utile quando si cerca di mettere d’accordo un gruppo di amici per un evento.

Come suggerisce il nome stesso, a differenza della normale condivisione della posizione (che è statica), la posizione in diretta permette di mostrare continuamente dove si trova la persona che ha condiviso la posizione (per 15 minuti, 1 ora o 8 ore). Per utilizzare questa funzione, è sufficiente cliccare su Condividi > Posizione > Condividi posizione in diretta: gli altri partecipanti alla chat (che si tratti di una conversazione singola o di un gruppo), vedranno continuamente dove ci troviamo su una mappa.

Oltre quesa novità, abbiamo un nuovo media player per ascoltare le tracce condivise tramite Telegram: per provare subito come funziona, potete collegarvi al canale @cctracks e scaricare alcuni dei brani gratuiti per testarne il funzionamento.

LEGGI ANCHE: Avete mai pensato a cosa può rivelare di voi lo status “Online” di WhatsApp?

Infine, sono disponibili nuove traduzioni per diverse lingue (e, in caso di errori, è possibile segnalare la traduzione corretta a questo indirizzo) e adesso nelle chat di gruppo con molti partecipanti, è possibile identificare i messaggi degli admin dall’apposito badge.

Per scaricare subito Telegram, non vi rimane altro che cliccare sui badge di seguito.

  • Falgau5

    WA da 6 mesi sperimenta la funzione di live e non riesce ad aggiungerla. Qualcuno si ricorda qual è stata l ultima novità rilevante introdotta in wa?

    • Ingorante

      Chiamate e video chiamate. Prima e meglio di Telegram.

      • Falgau5

        Quanti anni sono passati?

        • Ingorante

          11 mesi fa.
          Meglio una cosa utile all’anno che dieci cag@tine al mese.
          Io utilizzo entrambe le app e non sono fanatico di una né dell’altra. Telegram ha due o tre punti di forza veramente validi, per il resto sono cose inutili ai più. Tra l’altro implementa cose veramente insignificanti quando ha delle mancanze macroscopiche.
          Whatsapp è funzionale e raggiunge tutti. Purtroppo si fa influenzare da Telegram in alcune cose (tipo la recente CAG@TA* degli stickers) al posto che spostarsi in cloud e ammazzando definitivamente la concorrenza.

          • Mattia Galati

            Dipende secondo me da quello che ci si propone di fare con lo strumento:
            – Di WA apprezzo il fatto di poter mettere la stellina su alcuni messaggi per poterli trovare più velocemente ed è l’unica cosa che in questo momento gli invidio.
            – Di Telegram apprezzo le menzioni, i supergruppi con cronologia condivisa e poteri amministrativi più specifici, i tag, fissare i messaggi nei gruppi, i bot che per alcune cose sono irrinunciabili, e per finire la sincronizzazione dei media (pur rinunciando alla “sicurezza” della conversazione); tutte cose che ad un utente base possono sembrare cag@te, ma quando e se impari ad usarle, ti chiedi come hai fatto prima che non le avevi.

            Lo dico apertamente (ma si è capito), io prediligo nettamente la seconda, soprattutto se si tratta di creare/seguire/gestire dei gruppi di persone in modo produttivo (non la chat del bar per intenderci).

          • Falgau5

            Le menzioni ci stanno anche su wa o parli di qualche particolare tipo di menzioni?

          • Mattia Galati

            Parlavo dell’icona di notifica a forma di “@” che appare in una chat di gruppo su Telegram (basso a destra), subito sopra all’altra notifica di messaggi non letti, che ti permette di saltare alla menzione. So che WA ha la funzionalità di menzione, ma non ricordo se il ricevente ha questo tipo di feedback.

          • Falgau5

            Ah ok, no wa non ce l ha, infatti è molto comoda questa funzione.

          • Ingorante

            Vero. Ognuno ha le proprie esigenze.
            Ma per come la vedo io, tu utilizzi telegram come uno strumento che va OLTRE la funzione di una comune app di messaggistica. E quello che scrivi ci sta tutto (ai “messaggi preferiti” aggiungerei un paio di utilità in più, come archiviazione chat e la possibilità di controllare chi e quando ha letto i messaggi in un gruppo), ma trascende da l’utilizzo di base: la comunicazione fra utenti.
            Ammetterai che quello che fai tu è fuori dall’ordinario utilizzo.
            La semplicità di utilizzo data da poche e basiche funzioni e la possibilità di raggiungere CHIUNQUE, è la carta vincente di telegram.
            Chiunque ha la necessità di COMUNICARE con gli altri, mentre POCHISSIMI utenti hanno realmente bisogno di strumenti specifici per amministrare supergruppi.

            Io -ribadisco- come te utilizzo entrambe le app perché una colma le mancanze dell’altra. Ma alla lunga trovo infantile e fastidioso il solito mantra della SETTA dei telegrammisti radicali. 🙂

          • Falgau5

            Rispondo pure qua: gli strumenti per gli admin dei supergruppi, servono alle aziende, a te non cambia assolutamente niente, basta continuare a utilizzare i semplicissimi gruppi. Davvero non ci credo che una persona adulta non abbia pensato a queste cose.

          • Ingorante

            Davvero non credo che una persona adulta non riesca a capire certe cose.

            “Non cambia assolutamente niente”??? Eccome se cambia!
            Le aziende fanno BENISSIMO ad utilizzare gli strumenti specifici che telegram mette loro a disposizione. Tanto di cappello. Ma il 99% delle persone che non se ne fa nulla di queste features perché mai dovrebbero utilizzare i “semplicissimi gruppi” di Telegram -utilizzato da pochi, fatevene una ragione- quando può usare i “semplicissimi gruppi” di WhatsApp che TUTTI utilizzano?

            I supergruppi e tutte le altre MINCHI@TE di telegram (ribadisco, alcune funzioni sono molto utili ma voi della SETTA non fate altro che enfatizzare le cose inutili) servono a POCHE persone. E questi fanno BENISSIMO ad utilizzare telegram. Oppure servono ai nerd che vivono NEL e PER il cellulare.
            Al 99% delle persone interessano quelle due o tre funzioni e, SOPRATTUTTO, raggiungere pressoché TUTTI i propri contatti.
            Punto! Con buona pace per tutti.

            Il punto dov’è? Che a voi questo fatto proprio non va giù. Non accettate che la maggior parte delle persone delle 100.000 funzioni di telegram se ne fa una seg@.
            Punto.

            Ognuno dovrebbe utilizzare quello che è adatto alle proprie esigenze personali senza che altri gli rompano il pazzo.
            Invece la setta degli invasati telegrammisti questa cosa non l’accetta. Gli estremisti devono fare proseliti ripetendo sempre le stesse cose.
            Ma datevi pace, fatevene una ragione.

            Te lo spiego come se tu fossi un bambino di 6 anni:
            Se io pratico la Boxe mi SERVONO i guantoni… e poco me ne cale se con un pallone di cuoio o con una bicicletta ci posso fare più cose.
            Chiaro così?

            99 persone su 100 vogliono comunicare con TUTTA la loro rubrica e non gliene frega una mazza dei supergruppi, degli adesivi o del messaggiare senza far conoscere il proprio numero. Quindi perché dovrebbero utilizzare Telegram? Per poter utilizzare queste funzioni per loro INUTILI e raggiungere il 10% (quando va di lusso!) dei propri contatti? Cosa sono degli EBETI?

            Ciao!

          • Falgau5

            Il tuo nickname “quasi” ti rispecchia. cia.

          • Ingorante

            Vedi… il busillis è ben rappresentato da questo tuo messaggio.
            “Pontifichi” senza nemmeno prenderti la briga di leggere con attenzione. O senza pensare a quello che leggi.
            Senza rancore! 🙂
            Ciao, caro.

          • Mattia Galati

            Mah guarda, secondo me Telegram copre benissimo le funzionalità di semplice app di messaggistica, l’esigenza di base non viene meno, semmai è potenziata senza deprecarne alcun aspetto.

            La copertura utenti a livello assoluto non è alta come su WA, ma è solo per il fatto che WA è partito prima e quindi per un lungo periodo non ha avuto veri concorrenti, e comunque dipende anche dalla cerchia di persone che conosci. I miei contatti per parlare con me usano Telegram perchè sanno che io uso quello, ed io ricambio la cortesia con chi non ha Telegram o predilige WA.

            É pur vero che pochissimi utenti sono amministratori, ma dato che i gruppi esistono su tutte le piattaforme, avere degli strumenti per gestirli bene e renderli produttivi è solo un plus a mio avviso: ogni gruppo WA in cui vengo invitato è “infettato” almeno una volta al giorno da post che nulla hanno a che fare con il proposito del gruppo, col risultato che perdo tempo a leggere cose dallo scarso interesse (magari anche duplicate) perchè l’admin non ha la facoltà di rimuoverle o bloccarle a priori.

            Vorrei citare anche una cosa che prima non avevo detto, e che secondo me è una vera chicca: Telegram supporta il protocollo IFTTT. Se sapete di cosa si tratta capite già il vantaggio incalcolabile, in caso contrario state perdendo un bordello di tempo che potreste passare a fare altro.

            Finisco col dire che nonostante sia partito dopo, Telegram ha capito subito che il potenziale inesplorato della messaggistica è l’automazione e l’integrazione. Nella mia azienda stiamo iniziando ad usarlo come canale di comunicazione di eventi al posto delle email. Questo WA lo ha capito (e si sta muovendo in tal senso) ma con una lentezza esasperante, quando ormai Telegram era 10 mosse avanti, ed è un terreno su cui, se riuscirà a recuperare, sarà solo grazie all’investimento enorme che Facebook ci ha fatto sopra e che chissà quando riuscirà a monetizzare.

            A mio modesto avviso, se Telegram fosse partito prima, ed avesse mantenuto la roadmap di funzionalità che vediamo oggi, la partita si sarebbe già chiusa dal un pezzo.

          • Ingorante

            Con questa risposta hai semplicemente avvalorato la mia tesi. In quanti utilizzano un’app di messaggistica per fare quello che fai tu e con la tua consapevolezza? 1 su 1000?
            E per il tuo utilizzo è sicuramente ottima. Ma gli altri 999 bastano e avanzano (alcune sono persino superflue) le funzioni di whatsapp.
            Con il plus migliore: i contatti. TUTTI hanno whatsapp, anche chi dice di non utilizzarlo, POCHI (con buona pace di chi sostiene il contrario) utilizzano telegram.

          • Mattia Galati

            Dagli ultimi dati (installazioni sugli store e notizie varie) risulta che WA ha 1 miliardo di utenti giornalieri contro i 100 milioni di Telegram (il dato è vecchio ora potrebbero essere di più). Quindi il tuo discorso ci sta, anche se il rapporto è 1 a 10, che non è un divario così grosso. In ogni caso, se un’app che serve 10 volte l’utenza del principale concorrente, decide che è il caso di mettere gli sticker, stai certo che non è un vezzo. Proprio per niente.

            Giusto per il punto dei contatti ti voglio far notare una cosa curiosa: quando su Telegram entri in un gruppo e uno sconosciuto ti vuole messaggiare, lo può fare ma senza venire a conoscenza del tuo numero di cellulare. WA purtroppo da il tuo numero a cani e porci, non è proprio bellissimo.

            Comunque, tu sei felice, io sono felice, ciascuno usa quello che vuole, evviva la tech diversità.

          • Ingorante

            “Comunque, tu sei felice, io sono felice, ciascuno usa quello che vuole, evviva la tech diversità.”
            Ma infatti. E’ quello che sostengo da sempre. Purtroppo ci sono degli invasati che non la pensano così e che addirittura invitano a fare proselitismo. Pensa te!

          • Falgau5

            Neanche io sono fanatico di alcuna app. Ma di quali cagate stai parlando? Non mi risulta che telegram aggiunga cagate, aggiunge solo cose utili, considerando che queste app si utilizzano ogni giorno, per cui devono essere comode. Semmai è WA che aggiunge cagate tipo le storie.
            Quali sarebbero le mancanze macroscopiche di telegram?
            WA si è fatto influenzare da telegram per quanto riguarda gli stikers? ma seriamente? Fa niente che TUTTE le app di messaggistica li abbiano? Perche proprio da telegram avrebbero “copiato”?
            Non puoi negare che telegram pensa agli utenti e migliora l’asperienza giorno dopo giorno, mentre wa essendo in cima se ne sbatte altamente degli utenti.

          • Ingorante

            Allora: stickers, gif, gruppi da “millemila” utenti, invio di file da 1 milioni di tera… devo andare avanti con le “inutilities”?
            Mancanze di telegram… ti cito due cose semplici, immediate, molto comode ma che telegram non ha ancora implementato perché preferisce inventarsi ogni giorno una funzione inutile che poco c’entra con la messaggistica: l’archiviazione delle chat che rende la cronologia più snella, ordinata e di comodo utilizzo e il fatto di poter vedere chi e quando ha letto i messaggi nei gruppi. Funzioni elementari! Ma potrei andare avanti.

            A mio avviso Telegram non “pensa agli utenti”. Semplicemente implementa l’impossibile cercando di guadagnare terreno su Whatsapp… purtroppo non sa più cosa inventarsi e finisce con aggiungere funzioni assolutamente inutili.

            Whatsapp -di contro- con chiamate e videochiamate, ha aggiunto tutto il necessario e al posto di rimediare alla sua unica grande mancanza, inizia ad aggiungere cag@te come i concorrenti. Stato, gif, stickers, etc. etc.

          • Falgau5

            Allora,hai dimenticato un semplice fatto, l’app di messaggistica non si usa esclusivamente per “buongiorno, amore mio!! dormito bene?? :*” Telegram è usato e punta molto sulle aziende, qua in Italia non si nota tanto ma all’estero sì, da qui i supergruppi con tantissime funzionalità che si perdono nei semplicissimi gruppi uguali a wa. Quindi per te non cambia assolutamente niente, ma un’azienda che vuole utlizzare telegram ha tantissimi vantaggi.
            Gli stickers servono e punto. La chat non riesce trasmettere le sfumature della voce umana per cui servono le emoticon che in realtà non bastano. Inoltre gli stickers servono banalmente per diluire la conversazione secca, basta non abusarne.
            E’ una grandissima stron@ata che telegram non sa cosa inventarsi, al contrario sa esattamente come migliorare l’esperienza a differenza di wa.

            Concordo sulle mancanze di telegram, aggiungo anche i messaggi preferiti. Ma stai sicuro che aggiungeranno tutto il necessario.

            Ah beh wa ha aggiunto tutto il necessario, e con le storie come la mettiamo? Quanto è comodo per 10 minuti scrollare in alto per arrivare a un vecchio messaggio? Aggiungere il calendario come in telegram è difficile? E la versione web? Ecc Non mi sembra che abbia tutto il necessario.

          • Ingorante

            1) Se mi rispondi per assunti, farò -mio malgrado- altrettanto: gli stickers non sono una stronz@ta… sono una GRANDISSIMA stronz@ta per chi vive DENTRO e PER lo smartphone. Non prendiamoci in giro. Le emoticon hanno una loro funzione che hai ben spiegato, gli stickers sono per “giovini” (beati loro) e per chi utilizza la tecnologia in modo eccessivo (per non dire sbagliato).

            2) La prossima volta che ti capiterà di scrollare per 10 minuti alla ricerca di un messaggio ricordati che c’è la funzione “cerca”. Non è come la cronologia, ma ti aiuterà.

            3) Vero. Telegram è utilizzato anche per le aziende. Ed è UTILISSIMO potendo garantire funzioni che whatsapp non ha. Mai sostenuto il contrario.
            Perché io -qui sta la differenza rispetto ad “altri”- non parteggio per l’una o per l’altra app in modo immotivato. Non me ne viene in tasca nulla e nulla me ne frega.
            Ma ricordiamo che il mondo è fatto di PERSONE. E per ogni azienda che utilizza un’app di messaggistica per DETERMINATE utilità, ci sono 100.000 persone che vogliono semplicemente COMUNICARE. E che delle millemila funzioni di telegram se ne battono i c”I”glioni!

            Io non parteggio per l’una né per l’altra ma prendo le difese di Whatsapp solo ed esclusivamente perché la SETTA di INVASATI telegrammisti che non perdono occasione per spalare melma ha frqancamente scassato il pazzo.

          • Falgau5

            1) Nessuno ti obbliga a utilizzare gli stickers.

            2) Oh no anche tu appartieni alla setta degli invasati minimalisti, di quelli che “voglio scrivere i messaggi in codice binario altrimenti è troppo mainstream!”
            Wow ti ricordi quello che hai scritto l’anno scorso? No? Scrolla per mezz’ora e consumati il dito.

            3) “Ma ricordiamo che il mondo è fatto di PERSONE” La demagogia lasciala a casa.
            “ci sono 100.000 persone che vogliono semplicemente COMUNICARE. E che delle millemila funzioni di telegram se ne battono i c”I”glioni!”
            Non capisci proprio il significato di una cosa in più, eh?Una cosa che è utile a una categoria ristretta di persone. Non ti entra proprio in testa.

            Va be qua è inutile, ti saluto.

          • Ingorante

            Io capisco bene il tuo pensiero. Tu invece no, perché sei un integralista. Chissà cosa ve ne viene in tasca.
            Comunque il fatto è che io continuerò ad utilizzare l’app che preferisco o che più mi conviene senza curarmi minimamente di quella che utilizzano gli altri. Ognuno è libero di utilizzare quello che vuole e che meglio soddisfa le proprie esigenze.
            Invece la setta degli integralisti telegrammisti non si dà pace: i soliti commenti ridondanti, il solito futile proselitismo.
            Contenti voi.
            Saluti!

          • Piero Collevecchio

            Le chiamate vocali di telegram sono orribili, ma anche quelle di WhatsApp fanno cagare eh…

          • Cippoz89

            Ah si vero, tipo il fatto che con wa puoi mandare messaggi anche senza il numero di telefono del destinatario, ah no aspè…

          • Cippoz89

            Tipo il fatto che con wa puoi fare gruppi fino a 5000 persone e usare i bot come moderatore (o per automatizzare il lavoro del moderatore e fargli risparmiare tempo), no aspè neanche questo…

          • Cippoz89

            Tipo il fatto che con wa puoi usare i canali, che sono comodissimi perché molto più veloci di YouTube & affini per far condividere ai follower le novità, no aspè neanche..

          • Cippoz89

            I bot li ho già scritti?

          • Ingorante

            Dai scrivi qualche altra funzione utile a voi dodicenni.

          • Cippoz89

            I dodicenni usano solo wa perché su telegram non hanno amici!1!1!!
            P.S. Magari sono anche più vecchio di te 😁

          • Ingorante

            Mi auguro di no per te. Altrimenti potresti già essere nonno… 😉