Jony Ive parla del nuovo iPhone X: “è solo l’inizio di una nuova fase”

Vezio Ceniccola

Jony Ive ritorna a far sentire la propria voce e rivela alcuni segreti riguardo allo sviluppo del nuovissimo iPhone X, nonché alcune previsioni per il futuro della gamma di smartphone Apple.

Durante un’intervista con il sito giapponese Casa Brutus, il Chief Design Officer di Apple ha raccontato che ci sono voluti molti anni per arrivare alla forma definitiva del nuovo prodotto, descritto in origine come “una singola lastra di vetro“, ma che questo è solo l’inizio di una nuova fase di sviluppo.

Ive ha fatto capire che X è solo il capostipite di quella che sarà la nuova era di iPhone, che potrebbe essere ulteriormente rivoluzionata in futuro.

Abbiamo idee molto più grandi e ci stiamo già lavorando su […]. Più che la fine dell’iPhone, questo è un nuovo capitolo e l’inizio del suo sviluppo.

Jony Ive

Non manca poi un riferimento al tanto decantato Face ID, il nuovo sistema di riconoscimento facciale integrato su iPhone X. Il designer suggerisce che avere una tecnologia del genere potrebbe essere molto più utile di quanto le persone si aspettano. La rimozione del Touch ID in favore di questo nuovo sistema è stata una precisa scelta di progettazione in modo da rendere l’autenticazione automatica, senza che l’utente debba interagire coscientemente col dispositivo.

LEGGI ANCHE: Come sarebbe un iPhone X Plus?

Riflettendo sugli anni necessari per lo sviluppo e sul 10° anniversario dal lancio del primo iPhone, il buon Jony ammette che non c’è stata una particolare pressione per il rilascio del nuovo modello X proprio quest’anno, ma si è trattato solo di una “meravigliosa coincidenza”.

Da queste parole, dunque, emerge in maniera evidente che Apple si sta lanciando con grande entusiasmo verso il futuro, e la gamma iPhone sarà ancora un banco di prova importante per i prossimi anni. Vedremo se, con l’inizio delle vendite di iPhone X, i clienti premieranno il coraggio dell’azienda.

Via: 9to5MacFonte: Casa Brutus
  • Marco Lucchini

    . La rimozione del Touch ID in favore di questo nuovo sistema è stata una precisa scelta di progettazione..
    Più che altro non siete riusciti ad integrare il sensore al di sotto del display….ma ammetterlo sarebbe equivalso ad un “non siamo capaci”!!

    • tizio di passaggio

      Non penso proprio.Sbloccare il telefono soltanto guardandolo da qualsiasi angolazione è molto più conveniente,ma la gente fa finta di non capirlo solo perché deve andare contro Apple.

      • Luca Serri

        Anche diversi fan Apple si lamentano della mancanza del TouchID perché lo ritengono più comodo, non solo gli hater.

        • Davide Dave Zanotti

          Ma almeno provatelo, anche solo un paio di ore ma testatelo di persona, prima di dire che è più scomodo questo face id!!! Come fate a giudicare un prodotto senza neppure averlo mai avuto tra le mani??? Roba da dementi proprio, altro che fan Apple!

          • Luca Serri

            Calma, mica l’ho detto io cosa è più comodo/scomodo, era per dire che non lo critica solo chi odia Apple. Poi sul fatto che per giudicare una cosa del genere si debba provare per bene sono d’accordo.

          • Davide Dave Zanotti

            Mi riferivo infatti ai fan apple che si lamentano. 😉

          • Io sono altresì sicuro che funziona sicuramente meglio degli iris scanner di 950XL e Samsung, spero anche con molta luce, solo che un touchID dietro non avrebbe certo rovinato alcunché… anche un finto tasto sotto il display, stile S8, avrebbe permesso di non sconvolgere totalmente la user experience

          • Luca Serri

            Ma anche un TouchID nel tasto Power laterale come Sony era una possibilità. Sul retro leggo che diverse persone lo trovano scomodo perché quando hai il telefono appoggiato sul tavolo (o comunque da qualche parte) non è così immediato.
            Per quanto riguarda il FaceID i miei dubbi sono: come si comporterà in luoghi un po’ affollati? E sarà davvero così rapido da non far rimpiangere il TouchID? A intuito mi verrebbe da dire che quest’ultimo è più immediato, ma chissà.

          • I problemi, su tecnologie simili, finora sono stati: non funzionano con tanta luce e bisogna stare fermi. Se hanno risolto queste due cose allora il touchID è relativo (ha le sue pecche: non funziona con i guanti ad esempio). Averli entrambi era meglio: uno sopperiva alle mancanze dell’altro… dietro è comodo in realtà, se è appoggiato usi il FID (seguendo il discorso di prima). Di lato serve spessore e solo Sony ha coraggio di farli più spessi…

          • Dna musicale

            Se stai sciando e hai il casco FaceId probabilmente non ti riconosce, esattamente come avere i guanti e avere il TouchId

          • E faresti prima a togliere un guanto piuttosto che casco e occhialini… però è da vedere perché l’iride potrebbe leggerla (gli altri riescono con normali occhiali da sole). Insomma, si vedrà col tempo se l’idea è buona o no…

      • Marco Lucchini

        Che tu riesca a sbloccarlo da qualsiasi angolazione tu lo guardi è una bella teoria tutta da dimostrare e fino ad ora le tue restano solo parole Punto

  • Simone Radice

    Ricordo che iPhone è il dispositivo più usato dai non vedenti.. ne conosco almeno 3 che usano iPhone grazie ai comandi di accessibilità (voice over) e Siri, sconosciuti nel mondo Android … e i miei amici ciechi sono molto preoccupati per il face id… molto…