Jolla annuncia Sailfish X: una versione a pagamento di Sailfish OS cucita su misura per Sony Xperia X (aggiornato: disponibile)

Edoardo Carlo Ceretti

Poco dopo la fine del Mobile World Congress 2017, Jolla e Sony avevano annunciato l’inizio di una nuova collaborazione, finalizzata a portare Sailfish OS sugli smartphone del produttore giapponese, a partire da Xperia X. Gli amanti di Jolla – nata in Finlandia nel 2011, dalle ceneri del progetto MeeGo, abbandonato da Nokia – hanno atteso per mesi i frutti di questa collaborazione, che finalmente sono arrivati. O meglio, stanno arrivando.

Tramite il proprio blog ufficiale, Jolla ha infatti annunciato Sailfish X, una versione di Sailfish OS pensata per Sony Xperia X. I lavori di sviluppo sono già a buon punto, tanto che l’azienda ha già stilato una tabella di marcia per le varie tappe che porteranno al rilascio definitivo del software. Una grande novità rispetto al passato è che Sailfish X non sarà rilasciato gratuitamente, bensì verrà venduto al prezzo di 49,90€ IVA inclusa.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia X, la recensione

Attualmente non è previsto alcun bundle contenente Xperia X e il firmware preinstallato, ma sarà compito degli utenti acquistare lo smartphone (nel caso ancora non ne fossero in possesso) e poi installare in un secondo momento Sailfish X.

Le vendite del nuovo sistema operativo dovrebbero partire dal prossimo 27 settembre, mentre il rilascio della versione definitiva e stabile è previsto per l’11 ottobre. Nei 49,90€ da pagare per Sailfish X sono previsti anche il supporto software per almeno un anno e l’assistenza di Jolla per ogni evenienza.

Qualora foste interessati al progetto, potete già registrarvi presso il sito di Jolla, per ricevere in anteprima le novità che arriveranno nelle prossime settimane, compresi ulteriori dettagli sull’inizio delle vendite del sistema. Vi lasciamo qui sotto il primo video introduttivo di Sailfish X su Sony Xperia X.

Aggiornamento11/10/2017 ore 19:15

Dopo l’articolo originale del 26 agosto scorso, Jolla ha continuato a lavorare instancabilmente su Sailfish X, la versione di Sailfish OS cucita su misura di Sony Xperia X. Ora, come previsto dalla tabella di marcia, Sailfish X è disponibile per l’acquisto, tramite questo indirizzo.

Il prezzo è rimasto invariato (49,90€) e, per chi se lo fosse dimenticato, è comprensivo del sistema operativo, del servizio clienti e del supporto tecnico e software, aggiornamenti futuri compresi. Lo smartphone Xperia X è invece da acquistare a parte.


Jolla starts sales of Sailfish X, Sailfish OS software for Sony Xperia™ X devices

Helsinki, Finland, October 11, 2017 – Jolla Ltd., the Finnish mobile company and developer of open mobile operating system Sailfish OS today announced that it has started the sales of its latest product, Sailfish X, Jolla’s officially supported Sailfish OS software for the Sony Xperia™ X device.

After the Jolla C smartphone, released in 2016, the Sony Xperia™ X is the next Sailfish community device for all Sailfish OS developers, community members and fans. Jolla is now selling the Sailfish X software package, which the owners of Xperia™ X devices can purchase, download and install on their own devices.

Sami Pienimäki, CEO of Jolla comments: “The Sony Xperia™ X device is now simply the most powerful device out there to run official Sailfish OS, and we are delighted to offer this compelling package to our community and fans. Xperia™ X’s tech specs, camera quality, screen, and design, will take the Sailfish OS experience to a new level.”

Jolla has worked in collaboration with Sony’s Open Devices program to enable developers also to build their own software images for Xperia™ X and contribute to the Sailfish OS development.

“Together with the enthusiastic Sailfish community we’re looking constantly to expand the Sailfish X offering to further Sony Xperia™ devices. We’re looking forward to seeing Sailfish X ported to many different Xperia™ devices in the future,” Pienimäki continues.

Sailfish X is a community-empowered project and some features in it are supported through community developers. Together with the community Jolla is looking to enable these contributions to the official software releases.

By purchasing the Sailfish OS software package for 49.90€ (including VAT) the customer gets:

  • Official Sailfish OS image to flash to the Xperia X device
  • Android app support, predictive text input, and MS exchange support as downloads from Jolla Store to the device
  • Software updates for at least one year, after which a continuation program will follow
  • Clear instructions and support for downloads, installation & use
  • Jolla Customer Care service for one year

Current availability: EU, Norway, Switzerland
Price: 49.90€ (including VAT)

Sailfish X is sold in the Jolla Shop.
See the Sailfish X product page for more information, videos and instructions.

Fonte: Jolla
  • mi piacerebbe provare, ma poi ho paura di perdere i vari drm di sony per la fotocamera e la qualità visiva (x reality e quelle robe li) nel caso in cui volessi tornare ad android.
    inoltre vorrei sapere se questo salifish è supportato anche da sony (e quindi fotocamera di qualità alla pari di android ufficiale) oppure se è come le varie custom rom android che poi non avendo i driver delle fotocamere devono scriverseli da soli perdendo notevolmente in qualità

    • _PorcoDi3Lettere_

      Quando vorrai rimettere tutto stock attacchi l’usb e avvii la riparazione tramite suite sony.
      Se installi una costum rom le chiavi DRM della stock non servonoha i propri driver.

      • ilmondobrucia

        Da quello che so io non è possibile ripristinare le chiavi drm in quella maniera, anzi bisogna prima salvarle con un procedimento che si trova su i forum

      • m477

        Una volta persi i DRM, anche reflashando la rom stock, non è possibile ripristinarli, senza un backup. Però ci sono kernel custom per chi ha perso i DRM.

        • _PorcoDi3Lettere_

          Si infatti ci sono kernel fixati.
          Sul mio xperia x ho ripristinato con la suite sony era tutto apposto.

      • si ma il punto è che i drm li perdi per sempre e vorrei evitare di perderle.
        comunque 50 euro non ce li spendo anche perchè per 1 solo anno di supporto non ne vale la pena

    • m477

      Non è direttamente supportato da Sony. Comunque su XDA c’è la guida per fare il backup ai DRM, ma credo sia necessario fare il downgrade a marshmallow

  • Modho

    Sono quindi 300 euro circa, tra l’acquisto di un Xperia X e l’aggiunta di Sailfish dedicato. Non mi sembra molto vantaggioso.
    Per quanto nel mondo ci siano utenti sperimentatori, spendere così tanto per un sistema ancora sviluppo mi sembra un po’ eccessivo. Possibile che non ci sia un modo per avere una variante di Sailfish Ufficiale e ben funzionale, senza dover spendere tempo e risorse in questo modo?
    Pensare che se Acquafish fosse arrivato in Europa, magari nei canali di Ebay UK, lo avrei anche acquistato.

  • snke

    Momento momento momento…cioé é una rom non supportata da Sony…e devo sborsare 50 eurazzi? Ovviamente tutto a scatola chiusa per quanto riguarda i bug! E c’è il progetto Lineage gratuito…mah

    • lineage è basato su android questo su salifish os quindi non assolutamente paragonabili.
      comunque sia, secondo me non ne vale la pena spendere 50 euro per un OS nuovo che “non si conosce” e non si sa quanto sia maturo

  • Bonnox

    piuttosto che un progetto fintamente open source come android, guarda, quasi quasi…
    sono preoccupato per il parco software disponibile. sempre che non ci sia una qualche emulazione/virtualizzazione di android

    sono curioso per quanto riguarda il supporto hardware e l’installazione. come faranno a rendere “idiot proof” una cosa così delicata come installare una custom ROM?

    • sailfish è open source!! che intendi dire con fintamente??

      • Bonnox

        ho aggiornato

        • ok ora ho visto, per le app da quanto so c’è la compatibilità per le applicazioni android, ma non so se supporta tutte le applicazioni, e quanto girano bene.
          comunque per me spendere 50 euro per 1 solo anno di supporto è fuori discussione, almeno almeno dovrebbero garantirmi 3 anni visto che si tratta di un OS nuovo a cui l’utente deve abituarsi, deve conoscere, oltretutto non si conoscono i bug e i problemi, non si sa riguardo la compatibilità con accessori (ad esempio autoradio che supportano la lettura di messaggi, effettuare e ricevere chiamate, ecc..).
          per di più spendi 50 euro e non hai neanche il supporto ufficiale di sony quindi vorrei vedere la fotocamera se mantiene la qualità originale o se perde, voglio vedere se tutto l’hardware funziona in maniera stabile ed efficiente quanto android.
          insomma su android molto probabilmente sony garantirà ancora svariati mesi di supporto ufficiale (come minimo) questi ti fanno pagare 50 euro per un OS “nuovo” senza essere ufficiale, e con diversi dubbi e ti danno solo 1 anno di supporto (quando su android (se venisse mantenuto tanto quanto z3+) potrebbe avere un supporto ufficiale ancora maggiore?
          per me ci sono troppi contro

          • Bonnox

            vero, 1 anno è troppo poco per quel prezzo (ma chi ci sa dire quanto costava il software sul prezzo d’acquisto del nostro smartpone? nessuno), il mio commento era provocatore. ovviamente ci sono troppi contro, tuttavia spero prenda piede perchè è meglio avere scelta.
            ne avevo sentito parlare ancora ai tempi di symbian, ma attualmente non saprei se ha parentele con android o il kernel linux. se fosse solo una custom rom che va più in profondità delle altre sarebbe un assoluto spreco di denaro.

          • sailfish si basa sempre sul kernel linux, ma non c’entra nulla con android, è un OS differente (e sulla carte dovrebbe essere più leggero) magari per le app android ha un emulatore apposito oppure integra direttamente art solo per le app android, non so.

          • Bonnox

            grazie. ^^

            oh, ma sembra che gli smartphone non possano far girare altro che lui! come mai? sarà l’architettura ARM troppo tesa verso l’ottimizzazione del suo funzionamento, un po’ come si vanta di fare apple nelle pubblicità?

            già solo il fatto che c’è un progetto per far girare codice java in modo nativo sui processori mi fa imbestialire… questo è peggio dei legami “software house videoludiche-nvidia” o “OEM-windows”!

          • oh, ma sembra che gli smartphone non possano far girare altro che lui! come mai?

            cioè?? in che senso “altro che lui”

          • Bonnox

            non si è mai visto uno smartphone android far girare un OS non basato su linux. varianti basate su linux ok, ma roba completamente diversa no.

            forse semplicemente perchè non c’è la convenienza a provare, invece dell’impossibilità?

          • Luca Serri

            Il Mi4 supporta(va) Windows 10 Mobile, non so se sia ancora possibile installarcelo (ma penso di no).

          • ctretre

            Ubuntu Phone girava su molti telefoni Nexus, s2 accettava Firefox OS,, Galaxy s2 anche Sailfish.
            Il problema degli arm è la non standardizzazione di componenti fondamentali per cui ogni so va progettato per ciascun telefono…

          • perchè i sistemi unix in generale supportano arm da molto prima di windows (le varie distro linux hanno sempre avuto il download sia per piattaforme x86 che per piattaforme arm, distro come debian supportano una marea di architetture tra cui powerpc, mips e altre).
            windows supporta arm da tempi recenti, e creare nuovi sistemi operativi e nuovi kernel da zero non è una cosa veloce e facile, quindi penso che sia per questo che si opta per linux o comunque per sistemi unix like, perchè sono molto flessibili, supportano una marea di hardware e sono dei kernel gia pronti e rodati, oltre ad essere opensource e quindi liberamente utilizzabili, oltretutto la GPL di linux lascia molte libertà (come in questo caso ad esempio, nonostante sia open e si basa su un kernel open, possono tranquillamente venderlo).
            credo siano questi i motivi per cui alla fine ci si basa sempre su sustemi unix like (supporto per tantissime architetture, difficoltà di creare un buon kernel da zero in breve tempo e libertà della licenza)

    • ctretre

      Probabilmente AOSP o LineageOS hanno più codice libero di Sailfish.
      L’interfaccia grafica di quest’ultimo è proprietaria, e questo lo fa somigliare molto a MacOS, il cui sistema base è sotto licenza BSD, open source, mentre le librerie grafiche, Cocoa sono proprietarie.

  • lordchaotic

    supporto solo per 1 anno????

  • xTehJudaS

    50 euro per un sistema operativo monco e senza app decenti? Vorrei stringere la mano a chi sceglierà di pagare così tanti soldi per una roba del genere

    • Ma22

      Concordo

  • boosook

    A me piuttosto stupisce che questi riescano a raccattare ancora soldi dagli investitori.

  • Rareba Danilovic

    Salfish OS (SFOS) è una figata pazzesca. Io ho un jolla 1 funziona benissimo. Le poche applicazioni android che ho installato non mi hanno mai dato problemi. Se provate SFOS per una settimana poi non riuscirete a tornare ad Android o a iOS.

    • Marco

      Io sarei interessato a comprare uno smartphone SFOS, ma come faccio in italia? Tu dove lo hai comprato?

  • _PorcoDi3Lettere_

    Giusto che ho un Xperia x che non uso.

  • LucaFrance Traverso

    salfish…come tizen….come tutti quei sistemi (vei wp) che cercano di inserirsi in un contest perso in partenza. Per sanare il GAP che hanno con android e apple e la velocita’ con cui questi 2 sistemi si aggiornano e migliorano non bastano decenni.
    La quantita’ (e qualita’) delle app disponibili e’ la pricipale fonte di decisione sull’acquisto di un terminale o di un altro. Microsoft ci ha provato con WP ed e’ di ieri la notizia che hanno abbandonato definitivamente il settore MOBILE con i WP. Se non ci e’ riuscita un colosso come sono loro, come pensano i vari “jolla” di riuscirci?