Tekken Mobile… non è affatto male! (anteprima)

Lorenzo Delli -

Anteprima Tekken Mobile – Ultimamente quando c’è l’annuncio di una versione mobile di un titolo di successo come può essere appunto Tekken, si tende ad accogliere la notizia con freddezza. Publisher e software house puntano infatti a non replicare l’esperienza di gioco vista su console, anche per non danneggiare eventuali vendite delle altre versioni, bensì a proporre meccaniche già rodate su Android e iOS e spesso coadiuvate da acquisti in-app piuttostoaggressivi“.

Tekken Mobile in parte sembra non aver subito questo trattamento. In parte perché alcune dinamiche, per forza di cose, sono effettivamente ispirate a titoli rodati su piattaforma mobile. I picchiaduro destinati a questa piattaforma sono infatti oramai quasi tutti ispirati al modello di Injustice: Gods Among Us. Su touch screen diventa estremamente complicato generare combo degne di questo nome, e infatti al loro posto si ha un sistema di energia che permette di sferrare attacchi speciali da utilizzare nei momenti più sensati.

LEGGI ANCHE: Recensione Tekken 7

Tekken Mobile per fortuna non è così. Bandai Namco si è infatti impegnata a cercare una soluzione che sfruttasse solo in parte questo modello, introducendo una dinamica che utilizza carte da gioco per gestire le mosse speciali dei vari personaggi. Spieghiamoci meglio. Per ogni personaggio è possibile costruire un deck di mosse più o meno potenti e di varie categorie che non si caricano in base alle nostre azioni, ma che si sbloccano dopo il passare di un certo numero di secondi indicato sulla carta stessa. I personaggi di bassa rarità estrarranno due carte alla volte, mentre quelli migliori 3 carte e così via.

Combattendo quindi verranno automaticamente estratte le carte del deck, e potrete usare queste mosse per infliggere danni o per rompere la difesa degli avversari. Il tempismo è tutto, perché come un qualsiasi titoli della serie Tekken, scatenare il colpo mentre ci stanno per colpire o quando l’avversario è troppo lontano non servirà a un bel niente. Il resto dei comandi è piuttosto standard: tap sul lato destro per colpire, pressione prolungata per caricare colpo più lento e potente, pressione prolungata sul lato sinistro per pararsi, swipe per muoversi. Tutto funziona perfettamente, come d’altronde in tanti altri picchiaduro già visti, ma proprio la dinamica delle carte da gioco rende il tutto estremamente più interessante. Via via che si avanza nel gioco ci si costruirà mazzi di carte che alterneranno mosse più lente, che quindi ci mettono svariati secondi a caricarsi nel caso vengano pescate, a carte più rapide da utilizzare ad esempio per iniziare una sequenza di combo. Prima di procedere vediamo un po’ di gameplay.

Tekken Mobile – Gameplay

Come si può vedere anche dal video gameplay, il comparto grafico di Tekken Mobile non è affatto male. Ovviamente non siamo assolutamente ai livelli della controparte console, ma non ci si può certo lamentare. Oltre a vantare modelli tridimensionali dei personaggi piuttosto dettagliati, il gioco replica anche movenze e mosse speciali già viste nei precedenti e nell’attuale capitolo di Tekken. Il tutto scorre liscio, senza impuntamenti, ad eccezione del menu dedicato ai combattenti sbloccati che per qualche strano motivo è più lento di tutti gli altri (scatta proprio). Considerate però che il gioco è attualmente in beta e deve ricevere ancora qualche aggiornamento prima della pubblicazione definitiva. Oltre alla modalità Storia, da completare nella sua interezza anche per sbloccare frammenti di nuovi personaggi, ci saranno eventi a tempo e anche la possibilità di affrontare i dojo di altri giocatori.

Dove sta l’inghippo? Utilizzare i combattenti avrà come conseguenza un calo di salute (nel caso vengano danneggiati durante le sessioni di lotta). La salute si ricaricherà lentamente, a meno di non utilizzare medkit che potrete acquistare o recuperare sul campo di battaglia. Ovviamente procedendo nel gioco sbloccherete nuovi personaggi, avendo la possibilità di alternarli nelle varie modalità, ma dovete tenere conto dei possibili tempi di attesa. Non mancano poi acquisti in-app di vario genere, ed è possibile che la campagna, via via che procede, diventi sempre più complicata da affrontare. Ah, e non dimentichiamoci che sarà anche possibile sfidare gli amici in locale, utilizzando ovviamente uno smartphone a testa| Aspettiamo comunque la versione definitiva per trarre ulteriori conclusioni. Tekken Mobile, quando arriverà su Android e iOS, sarà disponibile gratuitamente, e nell’attesa potete pre-registrarvi sul sito ufficiale. Le premesse comunque sono più che discrete!

Anteprima Tekken Mobile – Screenshot

  • pc101085

    interessante…
    domanda che non c’entra niente… nel gameplay il telefono è un s7 edge? che cover usi?