La Terra di Mezzo: OdG, prime impressioni del nuovo GDR strategico per Android e iOS (video)

Lorenzo Delli -

Questo fine settimana, in concomitanza con la Games Week di Milano, la divisione mobile di Warner Bros. ha rilasciato sul Play Store di Google e sull’App Store di Apple il nuovo gioco La Terra di Mezzo: OdG, dove OdG sta per L’Ombra della Guerra. Si tratta di un titolo che riprende personaggi e ambientazioni della serie iniziata nel 2014 da Monolith Productions e Warner Bros. che vede protagonista il ramingo Talion e lo spettro Celebrimbor e che precede il lancio del nuovo capitolo, intitolato appunto L’Ombra della Guerra, che introdurrà un bel po’ di novità grazie anche al rinnovato e potenziato Nemesis System.

La Terra di Mezzo: OdG è ovviamente un gioco ben diverso dalle sue controparti dedicate a PC e Console. Nel titolo di questo articolo lo abbiamo definito “GDR Strategico”. Ciò che sarete chiamati a fare è costruire una squadra di quattro eroi, tra cui ovviamente anche Talion, con l’obiettivo di sgominare un numero sempre crescente di orchi e altre creature fedeli a Sauron. A tal proposito ritroviamo in minima parte il sistema Nemesi, inteso solo come orchi di grado superiore da sconfiggere e da assoggettare al nostro volere.

LEGGI ANCHE: Anteprima La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra

I vari livelli che compongono la campagna sono suddivisi in roccaforti, ognuna comprendente vari luogotenenti dell’esercito di Sauron fino ad arrivare al reggente della roccaforte stessa. Sconfiggendo il reggente potrete reclamare la fortezza e aumentare i vostri punti dominio, che vi permetteranno di soggiogare un numero sempre crescente di orchi. Ma come funziona il gameplay? 

La Terra di Mezzo: OdG – Gameplay

Come si può osservare anche nel rapido filmato che vi abbiamo proposto, il gameplay sfrutta alcuni espedienti già visti in altri titoli dedicati al settore mobile. I personaggi si muoveranno da soli sullo schermo, preferendo gli obiettivi più vicini senza un grande uso di tattica. A primo acchito viene da pensare che il giocatore sia chiamato solo a premere i pulsanti per scatenare eventuali abilità speciali. In realtà si può con swipe mirati indirizzare i vari personaggi verso punti specifici del campo di battaglia o, meglio ancora, verso bersagli specifici. Un doppio tap su un bersaglio invece concentrerà tutti gli attacchi su di lui. I movimenti vanno sfruttati più di quanto si potrebbe pensare, visto che alcuni orchi hanno attacchi ad area che è meglio scansare.

I livelli comunque durano una manciata di secondi, e ovviamente più si va avanti più si faranno tosti. A tal proposito dovremo anche riaffrontare livelli già completati, grazie anche ad altrettanto classiche modalità di auto-completamento, e potenziare i nostri personaggi grazie a dei glifi da applicare agli anelli del potere. Si potranno sbloccare poi abilità aggiuntive sempre più potenti e sfruttare altre meccaniche come livelli e evoluzioni. Abbiamo fatto cenno anche agli orchi che è possibile soggiogare. Quelli convertiti potranno essere utilizzati in battaglia: sono ovviamente piuttosto potenti, e utilizzati al momento giusto possono garantirvi una vittoria piuttosto semplificata. Dopo l’utilizzo però dovranno stare fermi diversi minuti, il che significa che dovrete alternare le varie nemesi. Tra l’altro sarà possibile far combattere gli orchi tra di loro per potenziarli, ma quello tra i due che risulterà sconfitto verrà ucciso. Potrete resuscitarlo, spendendo però un’apposita valuta.

Insomma, dinamiche di gioco classiche, comunque coadiuvate da un po’ di dinamicità (grazie ai movimenti e alla scelta dei bersagli) e da un comparto grafico sufficientemente gradevole. Ovviamente, essendo il download gratuito, troverete ad accogliervi varie tipologie di acquisti in-app. I prezzi di alcuni pacchetti di partenza sono purtroppo un po’ troppo alti, ed è un peccato perché qualche giocatore potrebbe tranquillamente essere disposto a investirci qualcosa.

Tra l’altro è presente anche il tanto odiato sistema di energia che limita il numero di livelli o di azioni che è possibile svolgere durante le sessioni di gioco. Il fatto è che La Terra di Mezzo: OdG va preso per quello che è: un passatempo mobile senza troppe pretese con cui divertirsi nei momenti di pausa, preferendo, per sessioni di gaming più intese, titoli dedicati ad altre piattaforme come lo stesso La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra in arrivo su PC e Console dal 10 ottobre.