Le app cinesi sono un affare da migliaia di miliardi di dollari

Giuseppe Tripodi -

App Annie, una delle più famose società di ricerca che si occupa di analisi di mercato, ha recentemente iniziato a monitorare le applicazioni Android anche in territorio cinese, offrendo una panoramica di quel che possiamo aspettarci da uno dei mercati più attivi e interessanti.

Secondo le stime della società, le app sviluppate in Cina rappresentano un’industria che entro il 2021 varrà 2,59 bilioni di dollari (non confondetevi con i fantastiliardi di Zio Paperone: un bilione corrisponde a mille miliardi). Questa cifra arriva anche grazie ai nuovi strumenti della società, che adesso monitora oltre 5.000 delle più famose app presenti in Cina, tenendo traccia del loro utilizzo presso la popolazione locale.

LEGGI ANCHE: Il dualismo Apple – Samsung è finito: spazio ai brand cinesi

Per aggiungere qualche dettaglio, secondo App Annie ben 4 dei 5 giochi mobile più giocati al mondo sono sviluppati da società cinesi, con la sola eccezione di Candy Crush Saga (di proprietà di King, sussidiaria di Activision Blizzard): gli altri quattro sono Arena of Valor (conosciuto anche come Honor of Kings o King of Glory) di Tencent, Anipop di Happy Elements, e infine Clash of Clans e Clash Royale di Supercell (sussidiaria di Tencent).

Inoltre, nonostante nella top 5 delle applicazioni più usate al mondo trionfino Facebook e gli altri social e chat collegate all’azienda, al terzo posto troviamo WeChat, un vero e proprio colosso in Cina, sempre di proprietà di Tencent.

Via: AndroidHeadlinesFonte: App Annie