Il fail del Face ID costa caro ad Apple: giù le azioni (aggiornato: la versione di Apple)

Lorenzo Delli -

Ciò che proprio non doveva succedere durante la presentazione del nuovo iPhone X è successo. Quando Craig Federighi, vice presidente senior del reparto software di Apple, si è trovato a dover mostrare per la prima volta al mondo il nuovo sistema di rilevamento biometrico di iPhone X, il nuovo smartphone borderless non si è sbloccato al primo tentativo (in verità neanche al secondo), lasciando Craig, il pubblico presente e quello da casa senza parole.

iPhone X infatti non ha riconosciuto il volto di Craig, restituendo la classica schermata di richiesta del passcode già esistente sugli attuali iPhone e iPad in caso di mancato riconoscimento dell’impronta digitale da parte del Touch ID. Face ID potrebbe funzionare benissimo per quanto ne sappiamo, ma si sa, la prima impressione è quella che conta e milioni di persone non hanno avuto una buona impressione.

LEGGI ANCHE: Animoji: le emoji di iPhone X si animano grazie alla fotocamera TrueDepth

E il problema è che tra gli spettatori c’erano anche tanti azionisti di Apple, e pochi momenti dopo quello che forse verrà ricordato come il “Fail ID”, le azioni di Apple sono calate da 163 dollari a 159 dollari, il punto più basso in quella che doveva essere una giornata di record. Potrebbe sembrarvi misero un calo di appena 4 dollari, ma un evento del genere non dovrebbe comunque accadere nella giornata più importante dell’anno per una società come Apple che da sempre punta tutto sulle sue presentazioni in grande stile.

C’è però chi fa notare, come la testata The Verge, che la scritta “Your passcode is required to enable Face ID.” sarebbe comparsa perché iPhone X non era ancora stato utilizzato dopo una prima accensione, e che quindi il “fail” di Craig non sia del tutto colpa sua. Sugli attuali iPhone e iPad alla prima accensione viene comunque richiesto il passcode, idem se sono passate diverse ore dal primo utilizzo del dispositivo.

LEGGI ANCHE: La realtà virtuale dei nuovi iPhone è davvero… realistica! 

Lewis di Unbox Therapy invece sembrerebbe non essere d’accordo con questa ipotesi. Come ha scritto nei commenti di un video che ha caricato giusto qualche ora fa, la dicitura “Your passcode is required to enable Face ID.” potrebbe benissimo essere dovuta ad una serie di tentativi falliti, ed in effetti durante la presentazione potrebbe aver fallito più di una volta. Anche sugli attuali dispositivi mobili di Apple, più tentativi falliti restituiscono la medesima dicitura che va a richiedere il passcode per riabilitare il Touch ID.

Some in the comments claiming the phone was restarted but restart message on iPhone clearly states “restart” as the reason for extra authentication. Failed Touch ID attempts on the other hand will eventually result in the message Craig got on stage. Try it yourself, repeatedly touch you iPhone sensor with the wrong finger and you’ll eventually get “Your passcode is required to enable Touch ID”.

Lewis, Unbox Therapy

Quale sarà quindi la verità? Difficile dirlo senza aver provato con mano il nuovo iPhone X di Apple. I sensori presenti nella banda nera superiore dovrebbero essere più che sufficienti a garantire un corretto riconoscimento facciale anche in situazioni caratterizzate da illuminazione scarsa. Ma come si comporterà davvero all’atto pratico, ovvero nelle situazioni di tutti i giorni? A prescindere dal funzionamento del Face ID, se davvero è la prima impressione quella che conta Apple avrà una bella gatta da pelare nelle prossime settimane.

Aggiornamento14/09/2017 ore 9:15

Ovviamente, dopo il “misfatto”, c’è chi ha chiesto direttamente ad Apple cosa è successo durante la presentazione. È il giornalista David Pogue di Yahoo a riportare le dichiarazioni di Cupertino in merito. In sostanza iPhone X non ha fatto altro che il suo dovere quella sera. Tutte le persone che passavano vicino allo smartphone prima dell’inizio della conferenza hanno in sostanza fatto scattare il Face ID, e non riconoscendo per svariate volte il volto di Craig, l’iPhone si è bloccato così come dovrebbe fare il meccanismo di autenticazione in caso di fallimenti ripetuti.

Via: Vice , The Verge , Unbox Therapy
  • Root Cool

    Che figuraccia! Chissà che quegli spocchiosi della Apple abbassino la cresta! Avrebbero potuto tranquillamente mettere un lettore di impronte dietro come fanno tutti!

    • LM1970

      Ti sei risposto da solo… Loro non sono “tutti”.

      • dataghoul

        Considerando i volumi di vendita, non ne sarei così certo…

    • Sul fatto che siano spocchiosi potrei anche darti ragione.
      Riguardo al posizionare un Touch ID sul retro, questo sarebbe stato totalmente fuori dalle logiche Apple.
      Porre il sensore sul retro avrebbe ricreato ben più di un’analogia con i dispositivi Android che, anche nel caso del modello più blasonato, lasciano esteticamente abbastanza a desiderare, (solo in merito al posizionamento del sensore d’impronte, non per il resto).

      Inoltre, quella di introdurre un dispositivo il cui sblocco avviene solo tramite riconoscimento facciale, è una manovra atta a sondare il terreno – del tutto simile a quella della rimozione del jack da tre millimetri o l’abolizione di ogni porta fuorché USB-C sui MacBook.
      L’intento è quello di verificare l’accoglienza di una tecnologia simile da parte degli utenti, che accettano di “rischiare” affidandosi a un’unica tecnologia, (piuttosto che a molteplici, come nel caso di S8 o Note 8).

      Pertanto, “avrebbero potuto tranquillamente mettere un lettore d’impronte dietro come fanno tutti”? Avrebbe potuto, ma sarebbe stato altamente improbabile per i motivi di cui sopra.
      Sarebbe stato meglio sapere di poter contare su una tecnologia che già da tempo è risultata affidabile? Certamente, ma non si sarebbe creata nessuna rottura col passato, non si sarebbe attuata nessuna indicazione forzata di rotta – n.d.r. USB-C, jack 3.5mm – e il prodotto, (né l’azienda), avrebbero dato l’impressione di osare. Sarebbe stato il clone di un Essential Phone, Note 8, Mi Mix e Doodgee.

      • Simone Guarrera

        avrebbero potuto benissimo creare un touch id a forma di “mela” e apporlo come logo/sensore

        • Certo, ma ribadisco che la loro politica è sempre stata contro i sensori posti nella parte posteriore del dispositivo.
          Inoltre continuano a sussistere tutte le altre ragioni suddette, tra cui, particolarmente, l’intenzione di osservare l’accoglienza di un terminale dotato di una sola nuova tecnologia di sblocco, (e convalida).
          Insomma, hanno voluto osare. Lo hanno fatto anche con i nuovi MacBook, MacBook Pro e iPhone 7, (seppure di meno, privandolo del jack audio out).

          • Marco Seregni

            Io aggiungerei un brutale ma verissimo “io sono Apple, io decido. Voglio che si sblocchi solo col viso, se non ti va bene vai ad Android. Io non sbaglio mai, sei tu che sbagli” (vi ricordate il “difetto” delle bande che poi era in realtà un difetto dell’utente che non sapeva tenere correttamente in mano il telefono? xD)

      • ally

        l’idea iniziale era di avere il touchid sotto il display, non ci sono riusciti e si sono ritrovati con il solo riconoscimento facciale. Non è strategia ma una situazione sorta per limiti tecnologici. Le scocche erano già in produzione e non hanno potuto farci niente. Vedremo come si comporterà sul campo ma l’X non doveva essere solo faceid…

        • Jack

          Meno male che qualcun’altro ha capito come sono andate davvero le cose…altro che scelta strategica… Ora non dico che sia più verità questa di quell’altra..ma se n’è speculato tanto..i rumor si sono rivelati praticamente tutti veri..e mi sa che lo era anche questo… Per quest’anno iPhone X meglio lasciarlo stare…non so se val la pena spendere 1200 euro per fare i beta tester di una tecnologia col pericolo che non fosse ancora pronta..

          • Puoi pensare non ci sia strategia in un’azienda che fabbrica giocattoli artigianali all’interno di uno sgabuzzino in affitto, ma ritenere che una compagnia come Apple non faccia continuamente ricorso a strategie e macrostrategie è ingenuo.

            Che poi, tu stesso hai colto in pieno il punto, quando parli di “… fare i beta tester…”; è esattamente questo che Apple vuole quest’anno… Scrutare l’accoglienza di un prodotto che da’ un taglio così netto con il suo passato.

            Si può guardare la cosa in quest’ottica e scegliere di aspettare che il prodotto maturi nelle versioni successive, (e cali di prezzo, decisamente), oppure ci si può fiondare sopra come gazzelle per non perdere l’occasione d’essere tra i primi in assoluto ad usarlo, (magari durante un’interminabile attesa in banca per verificare lo stato dell’indebitamento).

        • @abreyu:disqus @jackfun93:disqus Esattamente, l’idea iniziale – stando ai brevetti, solo a quelli – era di piazzare un sensore di impronte sotto il display; X non doveva essere dotato solo di Face ID, quindi.

          La strategia a cui faccio riferimento, (rompere con il passato con una tecnologia nuova), sarebbe stata perpetrata anche nel caso di un Touch ID sotto il display, perché sarebbe significato portare sul mercato qualcosa di rivoluzionario e mai adottato da nessun altro competitor. Poggiare il dito direttamente sul display per sbloccare il telefono ed effettuare ogni altra operazione di sicurezza sarebbe stato davvero innovativo.
          Ma, come dici, non è stato possibile proprio per i “limiti tecnologici” a cui ti riferisci, pertanto si è ripiegato su di una tecnologia – il Face ID n.d.r. – che, sia per novità, sia per il fatto d’essere unica (ovvero affiancata da nessun’altra), continua comunque a rappresentare un elemento innovativo e di rottura col passato.

      • Jack

        Se quello che dici avesse un senso…il giorno della rimozione del jack per le cuffie..il connettore da lighting sarebbe dovuto diventare un USB-C…in accordo coi macbook…e come standard per molte cuffie che un domani verranno…ma ohy se dovevano vendere le cuffie wireless AirPods a quel prezzo capisco bene che fotte sega del type-C su iPhone per il momento…. Perdonami ma sta cosa dei connettori proprietari è l’unica che odio dell’hardware made in Apple.

        • Perdonami, ma evidentemente non hai capito ciò che ho detto.

          Il mio discorso non riguardava assolutamente il perché i dispositivi mobile abbiano Lightning mentre i portatili USB-C.
          Il mio discorso riguardava la “presa di coraggio” di Apple per tentare di macchinare un taglio netto col passato, a favore dell’uso *esclusivo* di standard e interfacce moderne.
          Per “presa di coraggio” intendo l’aver osato abbattere determinati standard per spianare la strada ad un futuro in cui ce ne siano di totalmente nuovi.

          Per capirci, rilasciare un MacBook dotato sia di USB-C che di USB A tradizionale, non avrebbe operato alcun cambiamento radicale, nessuna deviazione di rotta; la gente avrebbe ignorato Type-C così come ha fatto con Thunderbolt, ostacolando il progresso. Diciamo che si è trattata di una mossa per favorire il progresso, non per ostacolarne l’avvenire.

          Tornando al tuo discorso, invece – riguardo al perché il connettore lightning non sia diventato Type-C e tutto il resto… nulla che c’entrasse con il mio commento – le risposte sono due e molto banali: accessori, dimensioni.
          Difatti, per quanto USB Type-C sia notevolmente più piccola rispetto a una tradizionale Type-A, Lightning continua ad essere di dimensioni inferiori, (sembrerà di poco, ma ti assicuro che è comunque troppo), ed entra “filo filo” nell’enclosure di iPhone. Riguardo gli accessori, ben poco da dire: per anni, ormai, gli utenti degli iDevice hanno fatto uso di accessori Lighting, (a partire dai cavi di ricarica fino agli adattatori, dai case con batteria a dock A/V), e sarebbe non poco indolore cambiare ORA a USB-C, (non lo fu quando si trattò di passare dal 30-pin a Lightning, in un periodo totalmente diverso rispetto a ora, con molti meno accessori e molti meno utenti).

          Spero che adesso quello che ho detto abbia acquisito (almeno un po’ di) senso.

      • ilo

        Invece il posizionamento in verticale e a lato delle 2 camere e flash, oltretutto di nuovo ben sporgenti è una sciccheria mai vista eh?

        • Non è per una questione di design che si è proceduto al posizionamento verticale delle camere, né tantomeno lo è la sporgenza. Sono entrambi fattori dipendenti dall’ingegnerizzazione del dispositivo; non è possibile applicare un modulo fotografico di quel tipo orizzontalmente né limitarne la sporgenza, perché quello spazio che andrebbe ad occupare è già occupato da altre componenti.

          Poi arrivano altri geni che dicono: “ma avrebbero potuto sfruttare qualche millimetro in più per una batteria di dimensioni maggiori e, con la scusa, “appianare” il dislivello tra camere e superficie”.
          Certo. Ottima idea. Ottima idea andare ad aggiungere peso in più e spessore in più, (regressione rispetto alle tendenze); inoltre, lo spazio non sarebbe nemmeno totalmente occupabile dalla batteria, la quale andrebbe a posizionarsi in un alloggiamento di altezza lievemente superiore ma senza altre possibilità di espansione, (perché deve essere rettangolare).

    • ilo

      A lato come Sony è di una comodità che non immaginavo. Ma si sa, Sony non ha il simbolo della mela….non fa figo

  • Daniele Cereda

    Tolto il fail più o meno vero (foss’anche che era alla prima accensione non fai una miserrima figura simile,lo sblocchi e poi dimostri che funziona) il down delle azioni non credo dipenda da quello, forse dal fatto che in questo keynote, benchè abbiano riversato caterve di prodotti non hanno spostato l’asticella del nuovo, se non per i prezzi folli che oramai sono fuori range anche per apple.

    • LM1970

      Esatto, hanno puntato tutto sulle animoji… 1200 euro per far parlare un gatto virtuale (cosa che tra l’altro esisteva già)…

      • dataghoul

        Secondo me, visto il livello intellettivo medio della popolazione mondiale, se di iPhone X ne venderanno a pacchi sarà proprio grazie alle animoji.

    • ilo

      A detta di molti affezionati di apple, l’unica cosa rilevante di questa presentazione sono stati i prezzi…fate un po voi..mi son stupito di sentir dei fans dire così

  • unprovable

    Ma se fosse come nella prima ipotesi, non dovrebbe averlo inserito il codice per sbloccarlo e poi ritentare con il face id? Non mi pare lo abbia fatto ma che abbia semplicemente ritentato..

  • Umberto Tettamanti

    Che poi..se in un’ora di evento nessuno si è accorto che il telefono non fosse ancora stato sbloccato per la prima volta o comunque non fosse pronto… sarebbe un fail anche peggiore per la pessima organizzazione..

    • Polyterative

      Magari lo avevano riportato a certe condizioni in modo forzato. Possono essere successe tante cose, in questi casi viene tutto caricato e preparato da un computer

    • ilo

      Infatti..ma figurati se per una presentazione così vitale mettono li un telefono ancora da avviare.. come minimo sono device già preparati e controllati per far si giustamente di non fare figure epiche

  • #ludwig

    TheVerge non perde occasione per dimostrare la propria parzialità…

  • Marcello Baravelli

    Se era alla prima accensione come faceva a sbloccarlo con il face id della sua faccia? Nemmeno quello doveva essere configurato!

  • Blackcoyote17

    Mi domando a seguito di questa dichiarazione: “Tutte le persone che passavano vicino allo smartphone prima dell’inizio della conferenza hanno in sostanza fatto scattare il Face ID, e non riconoscendo per svariate volte il volto di Craig, l’iPhone si è bloccato ” quindi succederà tutte le volte che il possessore lo appoggia su un tavolo a faccia in su oppure mentre cammina/corre col telefono nella fascia al braccio ed altre situazioni che prevedono che un volto sconosciuto entri a portata dei sensori…..comodo…così quanto spesso dovrai rimettere il passcode?

  • AP

    …Ma quindi il mio fratello gemello d’ora in poi è libero di frugare a piacimento nel mio nuovo smartphone…?

    • Antonio Samuele Rosalini

      spaccagli il naso così sarete differenti

  • Fabio La Torre

    Secondo me la scusa di apple sarebbe valida nel momento in cui Craig avesse inserito il codice quando richiesto, ma, a me, sembra che non lo abbia fatto, effettuando quindi un altro tentativo con Face ID che, se quanto detto da apple fosse vero, avrebbe dovuto rimandare nuovamente alla schermata di inserimento del codice, cosa che non è accaduta. Però non ho un iPhone e quindi non so esattamente se funzioni così.

  • ricktm

    Indipendentemente dal motivo per cui il face ID abbia fallito, questo è un brutto colpo per Apple. La presentazione della nuova generazione di iPhone ormai è una cosa troppo importante perché qualcosa possa andare storto. Secondo me questo potrebbe essere l’inizio dello scricchiolare della gabbia dorata che è stata creata attorno al melafonino.

    • Jack

      Se devi convincere la gente a sganciarti 1200 euro la presentazione quantomeno dovrebbe essere impeccabile!!! Premesso che in ogni caso continuo a non trovarli giustificati…io passo…

      • ricktm

        Sì è quello che intendevo io. E rischiano grosso se cominciano a vacillare anche sulla presentazione, proprio quest’anno in cui hanno tolto il tasto home, simbolo degli iPhone.
        Poi anch’io personalmente trovo folli 1200€ (ma anche la metà) per un telefonino, quindi non li prendo neanche in considerazione.

      • ilo

        Dovevano fare come alla presentazione di non so quale iphone, che steve jobs aveva il leggìo con nascosti diversi aifogn aperti su schermate diverse già pronte, per non far vedere che era più lento ad aprirle.

  • DBesana
  • Jack

    Ma cristo potevano almeno lasciarmi anche il touch ID…almeno quello ormai è rapido e stabile….e funziona davvero in ogni situazione…coi guanti a parte… Ma il face id funzionerà certamente coi guanti ma…se ho gli occhiali… o sciarpa e berretto? mah… intanto dal vivo ha floppato XD

  • Jack

    La giustificazione cmq non ha senso…il touch id ti rimandava all’inserimento del codice…non mi pare portasse al blocco del telefono… Sarebbe meglio non sparassero sta cose se poi salta fuori che di fatto così non funziona… Comunque se anche così fosse mi vien da pensare che ce da aver paura a tenere il telefono allo scoperto quando può girarti nei paraggi altra gente e mandartelo in blocco… Poi non ha senso…la faccia mica puoi modificarla come un codice finché non ci prendi…a che servirebbe mandare in blocco il telefono? 😀

  • Psyco98

    “Tranquilli, il face ID funziona: le azioni sono calate perché abbiamo presentato dei flop da 1000€!”

  • ilo

    Godo.