Annunciato Game of Thrones: Conquest per Android e iOS (foto e pre-registrazione)

Lorenzo Delli

HBO, il celebre emittente americano, e Warner Bros. Interactive Entertainment hanno annunciato poche ore fa Game of Thrones: Conquest, un nuovo videogioco dedicato ai dispositivi mobili, Android e iOS, che farà il suo debutto nelle prossime settimane sui rispettivi store mobili.

Game of Thrones: Conquest è sviluppato dalla software house Turbine, che si è di recente occupata sempre in collaborazione con Warner Bros. di uno strategico a tema DC Comics. Anche Conquest è un MMO strategico, che ci mette a capo di una potente casata il cui scopo è ovviamente quello di sopravvivere nel panorama politico di Westeros e, perché no, reclamare il Trono di Spade.

LEGGI ANCHE: Il mondo di Game of Thrones ci terrà compagnia ancora a lungo: 4 spin-off in sviluppo

Incontreremo personaggi celebri quali Daenerys Targaryen, Tyrion Lannister e Jon Snow e avremo a che fare con combattimenti e altre attività. Nell’attesa vi segnaliamo che è possibile pre-registrarsi sul sito ufficiale del gioco: al lancio i giocatori che si saranno registrati riceveranno il bundle Prepare for War che include l’equipaggiamento di addestramento dei Guardiani della Notte e risorse di vario genere.

Sia che si tratti usare la forza o l’inganno, Game of Thrones: Conquest consente ai giocatori di governare la propria casata come preferiscono. Potenti eserciti saranno pronti a marciare contro i nemici, mentre i giocatori comandano i propri concili ristretti per sabotare i nemici dall’interno. Non sarà semplice conquistare Westeros. I giocatori dovranno difendere le loro casate dalle altre in battaglie player vs player o formare una strategica alleanza combattendo per il controllo dei Sette Regni.

  • Fabio Nexus

    l’ennesimo gioco copiato da empire four kingdoms che a sua volta l’aveva copiato da vecchi giochi web browser, copiamo un gioco e mettiamoli il tema che va più di moda, facciamo un pò di soldi e quando si son stancati rifacciamo il gioco con un altro tema, e la gente continua a cascarci