Il Face ID di iPhone 8 potrebbe essere attivo anche mentre lo smartphone è appoggiato su un piano

Edoardo Carlo Ceretti

Il firmware di HomePod, rilasciato (non si sa quanto) erroneamente da Apple una settimana fa, continua a riservarci alcuni dettagli interessanti su altri dispositivi della mela morsicata, in particolare sul più atteso di sempre: iPhone 8. Il protagonista è ancora una volta Face ID, il sistema di sblocco che dovrebbe affiancare (o sostituire) il celebre Touch ID.

Se una prima analisi del firmware di HomePod ne aveva svelato molte tracce che ne confermavano indirettamente la presenza, ecco che affiorano altri dettagli su come funzionerà questo Face ID. Nel codice del firmware è stato infatti rintracciato il nome in codice della tecnologia di riconoscimento del volto, ovvero Pearl. Assieme al nome, questa striscia di codice:

AXRestingPearlUnlock

com.apple.accessibility.resting.pearl.unlock

LEGGI ANCHE: Le 5 funzioni che iPhone 8 dovrebbe avere per ‘battere’ Galaxy S8

Il riferimento a resting, potrebbe indicare che il riconoscimento del volto sarà attivo non solo quando ‘risvegliato’ dal movimento dell’utente che impugna lo smartphone e lo rivolge verso il proprio viso, ma anche in situazioni statiche, come quando iPhone è appoggiato su un piano. Già nei giorni scorsi, Bloomberg aveva menzionato questa possibile funzione, quindi gli indizi iniziano ad essere molti.

Infine, nel codice sono stato rilevati altri riferimenti a Face ID: APPS_USING_PEARLPEARL_AUTOLOCK. Il primo dovrebbe fare riferimento alla possibilità che anche app di terze parti sfruttino la nuova tecnologia (ad esempio, per autorizzare dei pagamenti), mentre il secondo potrebbe consistere in un blocco di sicurezza di iPhone in caso di reiterati rilevamenti di volti non autorizzati allo sblocco del dispositivo.

Via: 9to5 Mac