Il nuovo Apple Watch vuole rendersi indipendente da iPhone: connessione dati integrata in arrivo?

Edoardo Carlo Ceretti

Siamo già al corrente che Apple sia al lavoro sul suo prossimo modello di Watch che – seguendo la nomenclatura finché utilizzata – potrebbe chiamarsi Serie 3. La sua uscita è prevista entro la fine del 2018, forse non in perfetta concomitanza con la presentazione di iPhone 8, ma dovrebbe comunque seguirlo a ruota nel processo di rinnovo della lineup della casa di Cupertino. Le migliorie rispetto al predecessore saranno certamente molte, ma una nuova caratteristica potrebbe cambiare il modo di approcciare ed utilizzare Apple Watch.

Non è infatti una vera novità che Apple stia pensando di implementare un modulo per la connessione dati all’interno del suo smartwatch, sulla scia di quanto già fatto in passato da Samsung ed LG. Tuttavia questa volta a parlarne è una fonte particolarmente autorevole, che potrebbe stare a significare che Apple stia davvero facendo sul serio.

LEGGI ANCHE: iPhone 8: per pagare con Apple Pay basterà il riconoscimento facciale

Un report di Bloomberg infatti ha affrontato nuovamente la questione, parlando anche dei motivi che spingerebbero Apple all’introduzione di questa novità: gli smartwatch, come semplici compagni dipendenti dagli smartphone non stanno facendo realmente breccia nei cuori degli utenti, motivo per cui la volontà di renderli finalmente indipendenti potrebbe rivelarsi la mossa vincente per generare nuovo interesse attorno al settore.

Grazie alla connessione dati integrata, Apple Watch potrebbe permettere all’utente di usare le app, scaricare ed ascoltare la musica, scambiare messaggi, effettuare chiamate e videochiamate, tutto in totale indipendenza da iPhone, che potrebbe anche essere lasciato a casa, oppure spento nella borsa.

Bloomberg poi si spinge oltre, ipotizzando che possa essere Intel a rifornire Apple dei modem per la connessione dati da integrare all’interno di Apple Watch Serie 3. Rimaniamo quindi in attesa delle novità previste per il prossimo autunno, per scoprire se Apple riuscirà a rinvigorire il mercato degli wearable, che non sta crescendo quanto sperato in fatto di apprezzamento da parte degli utenti – anche se Apple non se la passa affatto male, avendo incassato una crescita del 50% nelle vendite di Apple Watch nell’ultimo trimestre, come affermato da Tim Cook.

Via: EngadgetFonte: Bloomberg