Vodafone chiude il servizio BIS di BlackBerry, ma davvero lo usavate ancora?

Vezio Ceniccola

Se avete posseduto un dispositivo Blackberry prima dell’era smartphone, probabilmente conoscerete il servizio BIS, ovvero il famoso Blackberry Internet Service.

Si tratta di un’infrastruttura di rete dedicata alle applicazioni di messaggistica avanzata fornite dalla società canadese attraverso i suoi cellulari, in grado di gestire servizi come il leggendario BBM o le email push ben prima del lancio dei primi iPhone o Galaxy, in un’epoca in cui la comunicazione in tempo reale via internet era ancora cosa per pochi.

Ebbene, anche per tale servizio è arrivata l’ora della dipartita. Vodafone sta informando i clienti che ancora utilizzano cellulari Blackberry di vecchia generazione che il servizio BIS verrà ufficialmente dismesso in data 17 settembre 2017.

In poche parole ciò significa che, dopo tale soglia temporale, i dispositivi con sistema BBOS fino alla versione 7.1 non potranno più connettersi ad internet tramite l’APN blackberry.net su rete Vodafone, dunque non saranno più abilitati ad utilizzare i servizi di messaggistica o email presenti nel sistema.

L’SMS inviato dall’operatore rosso recita:

Dal 17 settembre l’opzione e i servizi BlackBerry non saranno più disponibili. Potrai continuare a navigare solo con uno smartphone compatibile con APN mobile.vodafone.it. Scopri le offerte smartphone che ti abbiamo dedicato nei negozi Vodafone!

LEGGI ANCHE: Evernote termina il supporto per BlackBerry

Sebbene si tratti certamente di una triste perdita, crediamo che tale dipartita possa riguardare un numero molto esiguo di utenti. A conti fatti, i cellulari Blackberry precedenti all’era smartphone ancora in circolazione non dovrebbero essere poi troppi, ed è dunque assolutamente ragionevole che Vodafone abbia deciso di interrompere il servizio di rete a loro dedicato.

Come ben sappiamo, la tecnologia avanza incessantemente, soprattutto nel settore mobile, ed è difficile rimanere al passo. La vecchia Blackberry non esiste più e molti utenti hanno già sostituito i prodotti dell’azienda canadese con soluzioni Android o iOS. Voi non siete ancora tra questi? Vi ostinate ad utilizzare un vecchio Blackberry anche nel 2017? Allora fatecelo sapere nei commenti!

Via: Mondo3
  • Cesare

    una stupidaggine che conferma come il mercato prediliga chi gioca col telefono. Molti dipendenti Alitalia usavano ancora il BB 9780 che con batteria Seidio maggiorata raggiunge 5 giorni di autonomia. Continuino a farsi i selfie ……….

    • Andrea

      Dubito che ai dipendenti Alitalia diano batterie cinesi per sostituire quelle vecchie. E, posto che il Bold era uno smartphone (checché ne pensi la redazione), credo che non avere WhatsApp o qualsiasi altro mezzo di comunicazione o app utile, non sia un grandissimo vantaggio. Mi sembri una di quelle persone che rimpiangono DOS perché ritengono l’interfaccia grafica roba da bambini. Sai, non è che fa schifo avere Word, WhatsApp o Autocad su telefono/tablet…

      • Cesare

        le batterie dei Bold le produce e commercializza Duracell . Noi usiamo il telefono per telefonare non per farci i selfies alla cerniera

  • Davide Romualdo Bramé

    La privacy e la sicurezza offerti da questo sistema, non è mai stata violata né allora, quando ad utilizzarla c’era mezzo pianeta anche di persone che contavano, figuriamoci oggi. Talmente sicuro da venire sfruttata dai terroristi. Blackberry allora adottava un’altra politica: ad un sistema impenetrabile abbinava la massima segretezza nel trattamento delle comunicazioni. L’avvento di Chen e la decisioni di collaborare con le autorità hanno di fatto reso inutile tutta questa tecnologia super crittografata. L’inizio del tracollo di BlackBerry è anche dovuto a questo.