La tastiera Fleksy torna a nuova vita, con l’aiuto di ThingThing

Nicola Ligas

La startup barcellonese ThingThing ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il fondatore di Fleksy, una storica tastiera nata su Android oltre 4 anni fa, che la metterà a capo del futuro sviluppo dell’app.

Buona parte del team di Fleksy fu acquisito da Pinterest nel giugno 2016, ma non la tastiera stessa, che avrebbe dovuto continuare ad essere sviluppata, ma con minimi aggiornamenti; anche se in pratica così non è stato, visto che sia su Android che su iOS l’app è ferma da più di un anno.

L’avvento di ThingThing porta quindi una ventata di aria fresca, che si è già concretizzata in una nuova versione dell’app, la 8.3 per iOS e la 8.4 per Android, entrambe già disponibili sui rispettivi store. Tra i suoi punti forte, abbiamo l’autocorrezione, che si proclama una delle migliori sulla piazza, varie gesture, il supporto ai temi ed ai layout, e soprattutto alle estensioni, come quella per inviare GIF.

Curioso tra l’altro il fatto che ThingThing abbia già una sua tastiera per iOS, ma focalizzata più sulla produttività, contro Fleksy che invece vuole diventare una piattaforma per servizi di terze parti, grazie appunto alle estensioni. Ri-provatela quindi, grazie ai badge qui sotto, e speriamo che il cammino di Fleksy prosegua in discesa d’ora in poi.

Via: Tech Crunch
  • xTehJudaS

    L’autocorrezione migliore sulla piazza? Ma se sono anni che non posso scrivere “è” senza che me lo sostituisca con “a”

    • Obi-Wan

      A me mette le è al posto delle e e vicedersa ogni volta. Ma sono talmente abituato ad usarla che non riesco ad usare altro. Nemmeno la guardo più per scrivere.

  • Tiwi

    piano piano..io continuo ad usare google e swiftkey ;D

  • Modho

    Ah ecco perché si è aggiornata sul galaxy, così all’improvviso.
    Molto bene.