Gli utenti dell’App Store spendono il doppio rispetto al Play Store, nonostante scarichino meno della metà delle app (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

App Annie, agenzia specializzata in rilevazioni statistiche nel mondo degli smartphone, ha da poco diffuso un nuovo report che fotografa alla perfezione la situazione comparata fra l’App Store di Apple e il Play Store di Google, ovvero fra la base di utenti iOS e quella Android. Sappiamo come gli smartphone del robottino verde siano ormai molto maggiori nel numero rispetto agli iPhone di Apple, di conseguenza anche il Play Store risulta ben più popolato dell’App Store, ma quando si parla di soldi spesi per le app, la situazione si inverte.

Intanto, un’occhiata complessiva all’universo delle app per sistemi operativi mobili: rispetto all’anno passato, i download sono cresciuti del 15% e continueranno a farlo anche nel corso dei prossimi anni, secondo le previsioni. In particolare, è il Google Play Store a trainare questa crescita, con un aumento del 20% rispetto all’anno passato.

Passando ora al confronto fra App Store e Play Store, come accennato è caratterizzato da due anime ben diverse: come potete vedere dal grafico qui sopra, nel numero di download il Play Store aveva già doppiato l’App Store un anno fa, quest’anno il divario è salito fino al 135%. Android fa valere tutto il suo sconfinato bacino di utenza, che Apple non potrà mai raggiungere così capillarmente, puntando solo alla fascia alta del mercato.

Ma quando si scorrono i dati sui soldi che gli utenti spendono sull’App Store, il discorso è decisamente diverso. Nonostante una così ampia disparità nel numero di utenti, l’App Store genera un giro d’affari del 95% maggiore rispetto a quello del Play Store, in crescita del 5% rispetto ai dati di un anno fa.

Questo dato è il sintomo di come la fascia top del mercato sia ancora un feudo Apple difficilmente espugnabile da Android. Gli utenti con budget elevati tendono a scegliere iPhone e di conseguenza spendono di più sull’App Store. Google però, con la sua forte espansione nel florido mercato cinese, farà di tutto per invertire anche questa tendenza.

Via: Apple Insider
  • berserksgangr

    la forte espansione nel florido mercato cinese consiste nell’avere tutti i servizi bloccati se non il Play Store censurato apposta per quel mercato?

    • Edoardo Carlo

      Google sta addolcendo la sua posizione verso la Cina, ultimamente. Che la Cina censuri è un dato di fatto, Google sta iniziando ad accettarlo, perché quegli introiti fanno comodo.
      In passato aveva una posizione più intransigente verso la censura cinese.

  • Daniele Cucinotta

    Già chi compra Apple butta via i sodi, non vedo perchè non dovrebbe buttarne un po anche sull’Apple Store.

  • Tiwi

    spendaccioni 😀

  • Ryder_173

    Non c’è da stupirsi in fondo…