TIM ha le idee chiare sul futuro: fibra, 4.5G e intrattenimento sono le parole chiave

Vezio Ceniccola

Durante una conferenza stampa tenutasi nel negozio di via Moscova a Milano, il gruppo TIM ha presentato la sua nuova offerta tecnologica “a tutto tondo”, dando un ampio sguardo su tutti i settori di sviluppo delle telecomunicazioni, dalla rete fissa a quella mobile, da servizi internet a quelli multimediali.

Ad aprire l’evento è stato Flavio Cattaneo, amministratore delegato uscente della società, che ha introdotto i temi più importanti, sviscerati successivamente da Stefano Azzi, responsabile Consumer & Small Enterprise.

Crescita e differenziazione, prodotti e servizi innovativi, contenuti distintivi e prossimità al cliente, dallo smartphone alla casa fino al negozio, che attraverso un layout rinnovato e applicazioni di geofencing diventa sempre più un centro esperienziale.

Stefano Azzi

Il punto focale della presentazione è stata la nuova rete mobile ultra-broadband, che permetterà di ottenere velocità di navigazione internet elevatissime – fino a 1 Gbps in download e 130 Mbps in upload – anche in mobilità. Nel corso della presentazione c’è stato il tempo di una prova in diretta di tale rete, che ha dimostrato dal vivo di poter raggiungere le velocità dichiarate.

I primi test della connettività 4.5G inizieranno dopo l’estate a Milano e Torino, ma successivamente si espanderanno anche a Roma, Napoli e Palermo. Giovanni Ferigo, responsabile Technology di Tim, ha dichiarato che “è iniziata la transizione verso il 5G, che intendiamo governare gradualmente e senza scossoni.”

Novità anche per la rete fissa, tutte improntate sulla nuova infrastruttura in fibra ottica che TIM sta espandendo in tutto il Paese. L’obiettivo è quello di portare a più clienti possibili le connessioni con banda ultralarga, e già nei mesi precedenti ci sono state molte dichiarazioni in merito.

Durante la conferenza è stata presentata anche la nuova TIM Home Platform, che include il nuovo modem TIM Hub – dotato di 6 antenne e velocità fino a 2 Gbps in trasmissione – e il piccolo TIM Box, dispositivo multimediale dotato del sistema Android TV.

LEGGI ANCHE: Migliori offerte telefoniche TIM

I nuovi prodotti hardware sono pensati per la perfetta gestione dei servizi dedicati all’intrattenimento, come la nota piattaforma TIMVision. Gli abbonati al servizio streaming di TIM potranno vedere in anteprima film e serie TV come The handmaid’s tale, The good fight, L’estate addosso e In guerra per amore, grandi eventi sportivi come le Olimpiadi del 2018 e del 2020, e nei prossimi mesi arriveranno anche contenuti esclusivi prodotti in casa.

Non ci sono stati riferimenti diretti al mondo della casa intelligente, che rappresenta comunque un settore di forte interesse per l’azienda, visti anche i grandi investimenti su 5G e dispositivi smart.

La volontà dell’operatore italiano, dunque, è quella di espandere i propri servizi e le proprie infrastrutture in tutti i contesti della vita quotidiana, dall’attività lavorativa all’intrattenimento domestico, con una fortissima attenzione per quanto riguarda il mondo mobile. Vedremo quali saranno gli sviluppi di tale strategia nei prossimi mesi, quando potremo finalmente iniziare a provare le nuove reti super veloci, sia fisse che mobili.

Via: Corriere Comunicazioni
  • Francesco Plebani

    E io ancora non ho il 4G di Tim al mio paese perché sul sito dice che sono coperto ma non hanno attivato si sono praticamente dimenticati di attivarlo da ormai 2 mesi e al servizio clienti non mi credono. 2017 ancora niente 4G e fibra praticamente la merda della merda

  • Pol Pastrello

    “che include il nuovo modem TIM Hub” = Nuova inchiappettata con costo pauroso per 48 rate!
    “Novità anche per la rete fissa, tutte improntate sulla nuova infrastruttura in fibra ottica che TIM sta espandendo in tutto il Paese.” = Altra barzelletta visto che in molte zone non c’è manco l’ADSL e la loro fibra è una VDSL, quindi si appoggia ancora al rame marcio all’infrastruttura ormai cadente, con palizzate che si schiantano al suolo quando tira il vento, chiostrine marce, cavi penzolanti, diafonia, DNS che spesso non vanno.