WindTre nuovo leader tra gli operatori italiani, ma crescono i MVNO

Vezio Ceniccola

Sono arrivati i dati di AGCOM sulla situazione del mercato degli operatori italiani nel primo trimestre dell’anno – dal 1 gennaio al 31 marzo 2017 –, e ci presentano una situazione in un certo senso nuova, anche se non inaspettata.

Prima di tutto, è interessante notare che complessivamente le attivazioni di nuove SIM sono aumentate di oltre 900.000 unità rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, toccando quota 97,9 milioni in totale – di cui 13.1 milioni sono M2M –, ma c’è stato un lieve calo rispetto allo scorso trimestre.

Grazie alla fusione, entrata ufficialmente in vigore a partire dall’inizio dell’anno, il gruppo WindTre diventa il nuovo leader del mercato italiano col 36,4% del totale delle SIM attive, distaccando di qualche punto sia TIM (30%) che Vodafone (29,9%), che si trovano quasi allo stesso livello.

Buoni riscontri per gli operatori virtuali, che hanno una quota del 7,3% del mercato. In questa particolare categoria, domina la classifica PosteMobile, con addirittura il 51,7% del totale, mentre inseguono Fastweb Mobile (16,5%), Lycamobile (12,1%) e CoopVoce (10,6%).

Questa la classifica degli MVNO per numero di SIM Human attivate, su un totale di 7.038.400 unità:

  • PosteMobile: 3.638.852
  • Fastweb Mobile: 1.161.336
  • Lycamobile: 851.646
  • CoopVoce: 746.070
  • ERG Mobile: 154.844
  • Altri (Tiscali Mobile, Kena Mobile, Noitel Mobile e altri): 485.649

LEGGI ANCHE: 3 Italia rinnova il suo listino

Ancora più positiva la situazione degli MVNO se si guardano i numeri relativi alla portabilità. I tre grandi operatori nazionali hanno tutti saldo negativo per quanto riguarda il bilancio tra linee disattivate e linee acquisite – le cifre dicono -26.000 per Wind Tre, -77.000 per Vodafone e -99.000 per TIM –, mentre gli operatori virtuali continuano a guadagnare utenti.

La situazione tra i grandi e i piccoli rimane dunque abbastanza stabile, ma tutto potrebbe cambiare con l’ingresso nel mercato italiano del nuovo operatore di Iliad. Staremo a vedere quali saranno le proposte del gruppo francese, anche se per conoscere i primi riscontri dovremo attendere ancora molti mesi.

Via: MVNO News
  • Luca.lf46

    Qualcuno che ha Fastweb mi sa dire com’è la qualità della rete? I prezzi sono molto allettanti ma ho paura che le linee siano sature causa appunto i prezzi concorrenziali

    • Tiwi

      volevo provarlo, ma ormai ha solo promo con ricarica automatica tramite conto o carta, quindi ho lasciato stare..mi spiace, non ti posso aiutare

      • Lellep

        In realtà non è proprio così. Inanzitutto si appoggia a Tim per la copertura inoltre il traffico viene scalato dal conto corrente o carta di credito solo SE NON SONO PRESENTI I SOLDI SUL CREDITO RESIDUO. Ciò vuol dire che se fai la ricarica prima della scadenza della promozione, non ti toccano il conto corrente.

        • GiotheCrow

          confermo.

        • Tiwi

          vero per la rete, avevo fatto confusione con il 4g (pensando usassero una rete propria)
          quindi per la copertura basta vedere quella di tim
          per le promo, è vero che scalano dal credito, ma se non erro, le promo di ora, prevedono tutte una ricarica automatica dal conto o carta, non esistono promo che fai la ricarica direttamente sulla sim
          questo quanto leggo nei dettagli delle promo:
          “Offerta disponibile solo con pagamento con carta di credito o addebito bancario”

          • Lellep

            Si, per attivare le offerte serve OBBLIGATORIAMENTE Carta di Credito o Conto corrente. Ciò non implica che devi pagare solo con quello. Come dicevo sopra, se hai credito sulla SIM, ti scala i soldi da lì.
            Se io inserisco una attivazione Fastweb, non mi manda avanti se non inserisco iban o cc.

  • Tiwi

    sono leader, sono i 2, ma per me vodafone rimane la migliore..prezzi un po più alti, ma la rete è quello che è

  • Andrea Martini

    Wind ora che hai i numeroni sulla carta, vedi di sistemare la qualità della rete perchè in metropolitana qui a milano fai pena !