Qual è il peggior operatore per disattivare le SIM? Altroconsumo stila la classifica

Vezio Ceniccola

Se vi è mai capitato di dover disattivare una SIM che non utilizzavate più, probabilmente saprete già che non si tratta di un’operazione banale come sembra. A confermarlo è la nuova ricerca del sito Altroconsumo, che ha analizzato la difficoltà di disattivazione a seconda dei vari operatori nazionali, compresi quelli virtuali.

I collaboratori di Altroconsumo hanno rilevato che, per disattivare un SIM ricaricabile e richiedere il rimborso del credito residuo, è necessario destreggiarsi tra fax, raccomandate A/R e assistenza clienti, con tempi di attesa per il rimborso che si allungano fino a 60 giorni. Inoltre, spesso sono previsti ulteriori costi per il risarcimento del credito residuo.

La classifica stilata parla chiaro: se gli altri operatori non riescono ad ottenere il massimo dei voti, all’ultimo posto si piazza Fastweb Mobile. I clienti dell’operatore virtuale vengono informati e assistiti nell’operazione di disattivazione della SIM, ma per loro non è previsto alcun tipo di rimborso per il credito residuo.

LEGGI ANCHE: Migliori offerte telefoniche

Insomma, qualunque sia il vostro operatore, mettere la parola fine su un’utenza mobile non è una passeggiata. Voi avete altre esperienze in merito? Siete d’accordo con la classifica di Altroconsumo? Fatecelo sapere nei commenti!

Via: MVNO News