Snapdragon Wear 1200 è il nuovo SoC di Qualcomm per i wearable

Giuseppe Tripodi

Insieme al nuovo Snapdragon 450, oggi Qualcomm ha presentato anche il SoC Snapdragon Wear 1200: come si intuisce dal nome, si tratta di un chip pensato appositamente per i dispositivi indossabili, oltre che per l’Internet of Things, che spicca per le piccole dimensioni e i consumi ridotti.

Questo SoC è realizzato con processo costruttivo a 28 nm, utilizza un processore ARM Cortex-A1 da 1,3 GHz e include il supporto per il nuovo standard LTE IoT: quest’ultimo non è paragonabile con l’alta velocità a cui gli smartphone 4G ha velocità massima in download di 300 kbps. Ovviamente, anche in questo caso Qualcomm punta tutto sul risparmio energetico e assicura che un dispositivo perennemente connesso, con Snapdragon Wear 1200 e batteria da 350 mAh, dovrebbe avere fino a 10 giorni di autonomia.

Tra le altre caratteristiche di questo SoC troviamo anche il supporto per GPS, GLONASS, Voice over LTE e sistemi operativi RTOS basati su Linux.

LEGGI ANCHE: Qualcomm annuncia Snapdragon 450: il nuovo SoC di riferimento per la fascia medio-bassa

Qualcomm ha lavorato con Quanta e Borqs per realizzare una piattaforma di riferimento che possa essere utile per dispositivi orientati a bambini, anziani o animali domestici, con un’attenzione particolare alle funzioni di geolocalizzazione.

Lo Snapdragon Wear 1200 va ad affiancare i due SoC già esistenti Wear 1100 e Wear 2100, che hanno processori più potenti e modem più veloci, ma che consumano anche sensibilmente di più.

Via: Liliputing