Kena Mobile annuncia l’adesione al roaming gratis nei paesi UE (aggiornato: limiti ai dati)

Edoardo Carlo Ceretti - A partire dal 15 giugno i clienti Kena Mobile potranno godere del roaming gratis in Europa.

Man mano che ci avviciniamo alla fatidica data del 15 giugno, il termine ultimo (salvo deroghe) per gli operatori telefonici europei per adeguarsi alla nuova normativa UE sul roaming gratis sul suolo europeo, continuano a susseguirsi le notizie sulle adesioni degli operatori che ancora non avevano dato l’annuncio ufficiale. Dopo Fastweb Mobile, CoopVoce e PosteMobile nella giornata di ieri, oggi è il turno di Kena Mobile.

L’operatore virtuale di TIM ha infatti annunciato che dal 15 giugno tutti i suoi clienti potranno continuare ad utilizzare le soglie previste dai piani sottoscritti (tutti, nessuno escluso) anche fuori dai confini italiani, nei paesi europei che hanno aderito alla normativa. Per chi si recherà all’estero prima del 15 giugno, Kena ha predisposto dei temporanei sovrapprezzi all’uso delle soglie correnti, che poi verranno aboliti dal 15 giugno. Ecco i dettagli:

  • 6 centesimi al minuto in più per le chiamate
  • 2 centesimi in più per ogni SMS inviato
  • 8 centesimi in più per ogni MB di traffico dati consumato

LEGGI ANCHE: Casa SmartWorld: abbiamo provato il roaming in Europa

Attendiamo nei prossimi giorni gli annunci anche degli ultimi operatori che per ora non hanno ancora aderito alla normativa.

Aggiornamento16/06/2017 ore 18:45

Cattive notizie per i clienti di Kena Mobile. A fine maggio l’operatore virtuale aveva annunciato la sua adesione alla normativa UE sul roaming europeo, ora però ha chiarito che questa adesione non sarà esattamente un roaming like at home, ci saranno bensì dei forti limiti riguardanti i dati internet previsti dalla propria tariffa.

Infatti, i minuti di chiamate e gli SMS inclusi nel proprio piano saranno sfruttabili al 100% anche all’estero, invece i dati subiranno una riduzione piuttosto cospicua (quantomeno per i piani che prevedono una quantità di dati rilevante):

  • Kena Facile: prevede 200 MB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 200 MB
  • Kena Voce Più: prevede 500 MB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 500 MB
  • Opzione 1GB: prevede 1 GB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 850 MB
  • Kena Internet: prevede 4 GB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 1 GB
  • Kena Digital: prevede 6 GB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 2,2 GB
  • Kena Digital Special: prevede 6 GB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 1,5 GB
  • Kena Free: prevede 8 GB di traffico nazionale, il traffico utilizzabile in roaming UE sarà di 1,1 GB

Al superamento delle soglie ridotte appena elencate, il traffico dati extrasoglia in roaming UE costerà 0,0094€ per ogni MB (IVA inclusa). Non sono chiari i criteri che hanno portato percentuali diverse di limitazione per ogni tariffa né i reali motivi della scelta di Kena, che certamente non sarà particolarmente gradita dai suoi clienti, ma con cui dovranno inevitabilmente fare conto se dovranno pianificare un viaggio in Europa.

Via: MVNO News (1); MVNO News (2)
  • Ugo

    oh raga, ok avere un punto della situazione, ma a volte lo dite quasi come se fosse merito degli operatori invece che esserci obbligati…

    • Edoardo Carlo

      Il fatto è che non è così scontato: la normativa c’è, ma sono previste e ammesse anche eventuali deroghe. Quindi mi pare doveroso dare notizia degli annunci di ogni operatore, in modo che tutti gli utenti possano essere rassicurati che il loro operatore abbia ufficialmente aderito alla normativa senza ritardi di sorta.

      • Esatto, mi pare che operatori minori siano autorizzati a chiedere una deroga di un anno, quindi la notizia che questi virtuali aderiscano dalla data stabilita non è di certo un fatto da niente

        • Francesco Plebani

          La deroga era di un mese mi pare non di un anno

  • Il fatto che anche il MVNO di TIM abbia aderito senza deroghe o altro mi rende più tranquillo, sperando che anche con TIM non ci siano problemi (anche perché o si adeguano, o si adeguano).

    • Arara

      “perché o si adeguano, o si adeguano”… ed è questo il motivo perché l’europa ci vuole(IMO), in italia si farebbe quello che vorrebbe.

      • Dato che le punizioni in caso di mancato adeguamento le debba infliggere l’autorità nazionale (agcom in questo caso), e che in Italia sono ridicolo, non importa.
        Anche la perdita massiccia di clienti.

        • AGCOM che a mio parere multa anche per delle m1nch1at3 e non pensa a situazioni più serie (anche sconosciute da parte di alcuni utenti)

          • Si, ma sempre con cifre ridicole.
            Ed è pieno di ex AGCOM nei board degli operatori mobili…

  • Martino Bozzolo

    Ma le limitazioni da voi indicate dove sono state pubblicate e ufficializzate? Dove avete trovato quei dati?

  • Pocce90

    be dai, 2,2 gb li trovo comunque abbastanza sufficienti

    • Cortac

      Ci può anche stare però devono predisporre un secondo contatore per i dati consumati all’estero. O pretendono che siamo noi a conteggiarli?

      Fino a quando ci vai una volta si può anche fare ma se nell’arco di un mese fai due viaggi come la mettiamo?

  • phede86

    Beh basta saperlo, tanto all’estero non ci lavoro.