LTE: in Italia copertura scarsa, ma velocità alte

Giuseppe Tripodi -

Quando si parla di reti mobili, una delle fonti più attendibili e in grado di fornirci una panoramica completa è come sempre OpenSignal: per chi non la conoscesse ancora, si tratta di una società specializzata nell’analisi del segnale mobile, grazie anche all’omonima app (disponibile per Android e iOS).

Come di consueto, OpenSignal ha pubblicato il suo report trimestrale relativo allo stato delle reti LTE in tutto il mondo: i dati sono stati raccolti nel periodo che va dal 1 gennaio al 31 marzo del 2017 e provengono da 558.260 dispositivi che hanno fornito oltre 19 miliardi di misurazioni.

Alla luce di questi dati, OpenSignal ha stilato alcune classifiche relative a copertura e velocità del segnale.

LEGGI ANCHE: Vodafone ha la rete più veloce, Wind la più lenta

Per quanto riguarda la disponibilità di rete 4G, in Italia non ce la passiamo affatto bene: con una copertura del 60,6%, il nostro Bel Paese si trova nella metà più bassa della classifica, ben al di sotto della maggior parte dei paesi europei (anche se Germania e Francia fanno peggio) e lontanissimo dai primi in classifica, come Corea del Sud (96,38%), Giappone (93,), Norvegia (86,96%) e USA (86,5%).

La situazione migliora nettamente quando parliamo invece di velocità della rete 4G: in questo caso, il nostro paese si trova molto in alto, grazie alla velocità media di 29,12 Mbps. In questo caso in cima troviamo Singapore (45,63 Mbps) e Corea del Sud (43,46 Mbps) e Ungheria (42,61 Mbps), ma la maggior parte degli altri paesi europei si trovano ben al di sotto della posizione nostrana.

Nel rapporto tra velocità e copertura delle reti LTE l’Italia si posiziona discretamente grazie all’elevata quantità di Mbps offerti dagli operatori, ma si potrebbe fare sicuramente di più in termini di disponibilità del segnale, che manca quando ci si allontana dai centri cittadini.