Una prima anteprima di CShell, la nuova UI adattiva di Microsoft (video)

Giuseppe Tripodi

Nelle scorse settimane abbiamo già parlato di CShell, la nuova interfaccia interattiva di Microsoft che potrebbe essere uno dei componenti chiave per il ritorno nel mercato mobile della società di Redmond.

La particolarità di questa nuova UI è che permette a Windows 10 di girare su dispositivi di qualsiasi dimensione, scalando automaticamente l’interfaccia a seconda della larghezza del display ma mantenendo tutte le funzioni previste nella versione desktop.

Fino ad ora ora avevamo potuto parlare di CShell solo raccontandolo, basandoci su rumor e supposizioni, ma adesso abbiamo una prima anteprima che mostra il comportamento della nuova UI di Microsoft. Zac Bowden, senior editor presso Windows Central, è infatti riuscito ad eseguire la build 16212 (sì, proprio quella che mandava in bootloop i dispositivi!) su un HP Elite x3 e ha mostrato in un video (che vi riproponiamo in fondo) le principali novità.

LEGGI ANCHE: Microsoft è pronta a tornare nel mercato mobile

Prima di lasciarvi al filmato, però, precisiamo come sia evidente da subito che in questa nuova build siano già incluse tutte le funzioni presenti su Windows 10 desktop: ad esempio, già dalla schermata Start si può notare il nuovo menu per ridimensionare le finestre.

Inoltre, qualsiasi parte del sistema operativo e tutte le app funzionano anche in landscape: Bowden non esclude che possa trattarsi di un bug ancora da fixare, ma è molto probabile che si tratti invece di un comportamento previsto: dopotutto, se grazie a CShell la UI di Windows 10 si adatta a ogni tipo di dispositivo, non c’è motivo per escludere che debba funzionare correttamente anche in landscape.

Infine, vale la pena sottolineare come cambia Continuum: con CShell, infatti, è possibile avviare un qualsiasi numero di applicazioni, ridimensionare le finestre, sovrapporle, trascinarle da una parte all’altra e, insomma, fare esattamente tutto quel che si può fare con Windows 10 desktop.

Non ci rimane, quindi, che lasciarvi alla video anteprima: CShell sembra davvero un grande passo avanti per realizzare quel Windows 10 unificato in cui Microsoft spera da tempo e, grazie alla possibilità di eseguire software x86, chissà che non riusciremo a vedere davvero l’atteso Surface Phone di cui si parla da tempo.

Via: WindowsCentral
  • Elektrosphere

    Sembra interessante. Vedremo.

  • Gianluca

    Bah…a me fà sempre schifo…sempre indietro anni luce rispetto iOS e Android

  • Non mi sembra così “rivoluzionario”, se vogliono rientrare devono anticipare le prossime mosse di Apple e Goggle in ambito mobile.