Ecco come dovrebbe davvero essere la pubblicità di uno smartwatch (video)

Edoardo Carlo Ceretti La nuova puntata di Honest Ads è tanto esilarante quanto veritiera.

Se ancora non conoscete il canale YouTube Cracked e la sua serie di video Honest Ads, questa è una buona scusa per acculturarvi un po’. Le Honest Ads, cioè ‘pubblicità oneste’, sono video di satira – irriverente e disvelatrice di molti luoghi comuni e contraddizioni che caratterizzano la società occidentale contemporanea – che prendono di mira oggetti tipici della cultura di massa mettendoli alla berlina e svelandone la vera natura di cui, sotto sotto, tutti siamo consci senza che lo ammettiamo pubblicamente. Questa volta Roger Horton (interpretato da Jack Hunter) è chiamato a pubblicizzare in modo onesto uno smartwatch.

Indossando al polso un Apple Watch e vestito con maglietta nera e jeans (ammiccando malcelatamente alla figura di Steve Jobs), Horton elenca i motivi per cui gli smartwatch sono dei dispositivi completamente inutili, di cui non si è mai sentita l’esigenza. In effetti il compito del marketing è proprio questo: creare nuove esigenze che le persone non sapevano nemmeno di avere.

LEGGI ANCHE: YouTube chiude il rubinetto della monetizzazione

Lo smartwatch viene quindi apostrofato in vari modi: da un utilissimo dispositivo che ci permette di non toccare il nostro smartphone, costringendoci però a toccare lo smartwatch stesso, ad una pura scusa per farci pagare due volte il costo di uno smartphone vendendoci un dispositivo dotato di un display delle dimensioni di una TV per topi.

Non vi diciamo altro per non rovinarvi la visione di questa honest ad, per cui gustatevela tutta e poi fateci sapere nei commenti cos’altro avrebbe potuto aggiungere Roger Horton per rendere ancora più onesta la sua pubblicità.

Via: Phone Arena