Apple Pay è disponibile in Italia: tutto quel che volete sapere

Giuseppe Tripodi -

Dopo lunga attesa, Apple Pay è finalmente disponibile anche in Italia: il servizio di pagamenti in mobilità è arrivato anche nel nostro Bel Paese, come largamente anticipato da rumor e indiscrezioni.

A partire da oggi, quindi, sarà possibile pagare con iPhone in tutti i negozi che supportano questo sistema.

Cos’è Apple Pay?

Apple Pay è un sistema di pagamenti in mobilità creato da Apple e lanciato per la prima volta ad ottobre 2014 negli USA: consente di utilizzare il proprio iPhone o Apple Watch per pagare nei negozi, proprio come se fossero una carta di credito.

I requisiti necessari per utilizzare questo sistema, quindi, sono avere un dispositivo supportato e una carta di credito o debito supportata, che dovrà essere associata al conto.

I negozi che accettano Apple Pay, dispongono di un POS apposito dotato di chip NFC (Near Field Communication), ossia un sistema di comunicazione via radio a corto raggio. Questo vuol dire che, per pagare tramite iPhone o Alle Watch, basta poggiare il dispositivo sul POS del commerciante.

Oltre che in negozi fisici, Apple Pay funziona anche come sistema di pagamento online (in stile PayPal) e può essere utilizzato anche per pagare su siti web (ma solo su browser Safari) o all’interno di app iOS.

Come si attiva?

Il servizio di pagamenti della mela non ha un’applicazione dedicata: per attivare Apple Pay bisogna utilizzare Wallet. Una volta avviato Wallet, in alto appare un riquadro che invita a configurare il servizio: è sufficiente cliccare su Aggiungi carta di credito o di debito, quindi proseguire nella schermata informativa e successivamente inquadrare la propria carta con lo smartphone.

Wallet riconoscerà automaticamente tutti i dati utili (numero, data di scadenza e intestatario) e procederà ad aggiungere la carta.

Come funziona?

Per pagare con Apple Pay è sufficiente poggiare il dispositivo su un POS supportato, esattamente come fareste con una carta di credito contactless: l’importante è tenere il dito poggiato sul Touch ID, poiché tramite le impronte digitali Apple verifica la nostra identità e autorizza il pagamento.

Di seguito un video esplicativo realizzato da Apple.

Con quali dispositivi è compatibile?

Apple Pay è supportato da tutti gli iPhone dal 6 in su, più Apple Watch, alcuni modelli di iPad (solo per pagamenti online e in-app) e anche Mac (solo per pagamenti online).

In particolare, ecco la lista completa dei dispositivi supportati:

iPhone

  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone 6
  • iPhone 6 Plus
  • iPhone SE

Apple Watch

  • Apple Watch Series 2
  • Apple Watch Series 1
  • Apple Watch (1a generazione)

iPad

  • iPad (5a generazione)
  • iPad Pro (12,9″)
  • iPad Pro (9,7″)
  • iPad Air 2
  • iPad mini 4
  • iPad mini 3

Mac

  • MacBook Pro con Touch ID
  • Un modello di Mac introdotto a partire dal 2012 con un iPhone o un Apple Watch abilitato per Apple Pay.

Quali negozi accettano Apple Pay?

Moltissime catene di distribuzione accettano già Apple Pay e, col tempo, sempre più venditori supporteranno questo sistema di pagamenti: potete riconoscere gli esercenti che accettano questo sistema di pagamenti grazie ad uno degli appositi adesivi esposti in vetrina (vedi immagine qui sotto), che si troverà probabilmente accanto a tutti gli altri sticker che indicano i circuiti bancari.

Se vedete uno di questi due adesivi sulla vetrina del negozio, vuol dire che l’esercente accetta pagamenti con Apple Pay

Di seguito, invece, trovate un elenco delle catene che supportano già Apple Pay. Tenete solo conto che altre potrebbero essercene a breve.

  • Apple
  • Auchan
  • Autogrill
  • Carrefour
  • Eataly
  • ePRICE
  • Esselunga
  • EuroSpin
  • H&M
  • Ikea
  • La Rinascente
  • LaGardenia
  • Leroy Merlin
  • LIDL
  • Limoni
  • MediaWorld
  • Mondadori Store
  • OVS
  • Sephora
  • Simply Market
  • Unieuro

Oltre che nei negozi fisici, Apple Pay può essere utilizzato anche su alcune app e siti, che accettano già questo sistema di pagamento. Anche in questo caso, l’autorizzazione al pagamento viene eseguita tramite Touch ID. Ecco un esempio di alcuni di questi.

  • Deliveroo
  • EasyJet
  • ePRICE
  • Giglio.com
  • Monclick
  • Musement
  • Saldi Privati
  • Stockisti
  • Trainline
  • Unieuro

Quali banche sono supportate?

Attualmente gli unici servizi bancari che supportano Apple Pay in Italia sono Unicredit, Carrefour Banca e Boon.

Entro la fine dell’anno, a questi si aggiungeranno anche American Express, CartaBBC, ExpendiaSmart, Fineco Bank, Hype, Banca Mediolanum, N26, widiba.

  • undertherain

    Ora la vita dei risvoltini ha un senso

    • And91

      Non l’ho capita o.o ti prego illuminami xD

  • Dr.Oak

    Quindi se sono cliente deutsche bank non posso usare Apple pay?

  • Simone

    In Italia c’è Apple pay ma non ci sono i soldi ahahah