Telegram: i pagamenti via bot sono in arrivo!

Giuseppe Tripodi

Ieri Pavel Durov, fondatore di Telegram, ha condiviso su Instagram Story un breve video dove, alla fine, lascia trapelare un documento in cui annuncia le novità che arriveranno a breve sulla piattaforma di messaggistica più amata dai nostri utenti.

La più grande novità tra tutte quelle annunciate sono senza alcun dubbio i pagamenti tramite bot: Durov sembra voler anticipare Facebook Messenger e permettere a chiunque di inviare denaro tramite un bot. L’obiettivo è di permettere agli utenti di acquistare beni (una pizza, un paio di scarpe, un abbonamento della metro) tramite Telegram, il cui scopo sarà collegare l’acquirente con il venditore.

Secondo quanto trapelato finora, in un primo momento Telegram utilizzerà Stripe come piattaforma di riferimento per i pagamenti, ma in un secondo momento arriveranno anche altre società che potranno gestire il denaro.

Come esplicitamente riportato da Durov, lo scopo di Telegram sarà fare da sceriffo, controllare i bot che utilizzano le API per i pagamenti, eliminare eventuali bot truffaldini e premiare le attività migliori. Da quel che si legge nel documento, le API per i pagamenti saranno facilmente implementabili da qualsiasi sviluppatore che abbia un bot, a partire dal prossimo aggiornamento.

LEGGI ANCHE: Telegram annuncia le chiamate vocali: criptate, cristalline e “intelligenti”

Ma non è finita qui: ci sono infatti altre tre importanti novità da segnalare:

  • Video Messaggi: come anticipato dalla beta, arriverà la possibilità di inviare brevi videomessaggi
  • Telesco.pe: una piattaforma per vedere videomessaggi dai canali pubblici, con la possibilità di condividerli su altri social
  • Instant View Platform: una piattaforma per tutti i siti web che vogliono utilizzare Instant View, la funzione di Telegram per consentire di caricare istantaneamente gli articoli

Ovviamente non sappiamo se queste grosse novità (specialmente le API per i pagamenti!) saranno disponibili da subito anche in Italia, ma non ci rimane che aspettare qualche settimana (giorno?) ancora per l’annuncio ufficiale.

Via: Vasili Shinkorenko