Bande LTE e banda 20 a 800 MHz

Emanuele Cisotti -

Si parla sempre molto spesso di banda LTE 20 e di banda 4G a 800 MHz, ma per capire il senso di questi termini è importante partire dalla base e andare a spiegare cosa sono le bande dell’LTE.

L’LTE è la connettività più veloce che al momento potete trovare nei vostri smartphone e tablet e questo perché è quella di ultima generazione (chiamata infatti 4G o in alcune varianti anche 4.5G/4G+). La presenza della connettività LTE sugli smartphone di ultima generazione è ormai quasi scontata ed è per questo che non dobbiamo troppo preoccuparci di verificare questa specifica. La tecnologia LTE è però divisa in varie versioni (o categorie) ed è invece importante capire quale categoria di 4G abbiamo nel telefono se per noi è importante andare più veloce durante la navigazione web, lo streaming video o il download di file.

Per questo abbiamo realizzato uno speciale dedicato proprio alle varie versioni dell’LTE:

LEGGI ANCHE: LTE Cat. 3 / 4 / 6 / 8 / 10 e LTE Advanced

Cosa sono le bande LTE

La tecnologia LTE-4G, come tutte le connessioni wireless è realizzata sfruttando alcune bande di frequenza. Questo gli permette ovviamente di tenere il segnale confinato all’interno di precise frequenze e quindi di non creare interferenze con altre tecnologie. Ogni banda è quindi dedicata ad un solo preciso scopo, ma può essere utilizzata comunque da più operatori senza alcun problema. Ogni banda ha una sua frequenza (es. 1800 MHz) e una sua numerazione (es. 8).

Le bande LTE in Italia

In Italia le bande LTE sono quella da 800 MHz, quella da 1800 MHz, quella da 2000 MHz e quella da 2600 MHz. Ogni banda è utilizzata da operatori differenti, ad eccezione della banda da 2000 MHz che non viene utilizzata da alcun operatore.

Banda da 800 MHz

La banda da 800 MHz (banda 20) è utilizzata da Vodafone, TIM e Wind. Avendo una frequenza minore è quella che può coprire maggiori distanze e allo stesso tempo è quella che riesce a penetrare meglio edifici e muri. Per questo motivo questa frequenza viene utilizzata principalmente in due contesti: nelle campagne e nelle zone rurali e nei posti con alta densità abitativa e quindi molti muri da penetrare. Il lato negativo di questa banda è che riesce a generare velocità di trasferimento inferiori alle bande 3 e 7. Come vedremo a breve è anche una banda molto importante di cui parlare quando si tratta di dispositivi Android (sopratutto cinesi).

Banda da 1800 MHz

La banda da 1800 MHz (banda 3) è utilizzata in Italia da Vodafone, TIM e 3. È una frequenza decisamente più elevata di quella della banda 20 e questo gli permette di garantire velocità superiori, ma anche copertura minore.

Banda da 2600 MHz

Infine la banda da 2600 MHz (banda 7) è quella che può garantire le massime velocità, ma anche copertura inferiore. Per coprire a grande velocità un’area con antenne da 2600 MHz è necessario installarne un numero maggiore. Questa banda è utilizzata da tutti gli operatori italiani, anche perché è quella che garantisce una velocità di trasferimento più alta ed è quindi più adatta in situazioni ad alta densità abitativa.

La banda 800 MHz e i telefoni cinesi

smartphone cina

Se avete sentito parlare molto della banda 20 da 800 MHz è perché probabilmente avete intenzione di acquistare uno smartphone asiatico. In Cina infatti la banda da 800 MHz non è utilizzata e molti dei dispositivi nati per la vendita in quel paese non hanno quindi il supporto a questa banda. Le cose stanno cambiando, con l’arrivo della banda 20 per l’operatore China Mobile e anche per sempre un maggior interesse delle compagnie cinesi al nostro mercato.

Chi si deve quindi preoccupare della banda 20? Principalmente in Italia gli utenti Wind. Questo è vero perché Wind è l’unico operatore a non avere antenne da 1800 MHz in Italia e a coprire quindi molti centri densamente popolati e anche molte zone rurali proprio con antenne che sfruttano la famosa banda 20. Il risultato è quindi che gli utenti Wind potrebbero non avere copertura 4G in molte zone del paese. Questo diventa comunque vero anche per Vodafone e TIM nelle zone più esterne delle città. Rimane invece del tutto esclusa da questa problematica 3 Italia.

Con l’avvento dell’operatore unico Wind3 questo problema però scomparirà definitivamente avendo questo operatore assegnate tutte le bande LTE e con l’assegnazione delle bande 3 e 7 al nuovo operatore Free Mobile di Iliad.

Frequenze LTE in Italia

Facciamo quindi un riepilogo di quali sono tutte le bande LTE assegnate ai vari operatori Italiani (Wind, TIM, Vodafone e 3). Per essere precisi ogni frequenza è divisa in blocchi e ogni operatore riceve un certo numero di questi slot in base all’investimento fatto.

Immagini da Wikipedia

Frequenze LTE Wind

In Italia Wind ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati 3 Italia può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20 e 150 Mbit/s sulla banda 7.

Altri operatori italiani che sfruttano le bande di Wind sono: Green Inc. e PosteMobile.

Frequenze LTE TIM

In Italia TIM ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz, 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati TIM può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20, 150 Mbit/s sulla banda 3 e 112,5 Mbit/s sulla banda 7.

Altri operatori italiani che sfruttano le bande di TIM sono: BT Mobile, Fastweb Mobile e Tiscali Mobile.

Frequenze LTE Vodafone

In Italia Vodafone (come TIM) ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz, 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati Vodafone può raggiungere 75 Mbit/s sulla banda 20, 150 Mbit/s sulla banda 3 e 112,5 Mbit/s sulla banda 7.

Altri operatori italiani che sfruttano le bande di Vodafone sono: 1Mobile, Daily Telecom, ERG Mobile, Lycamobile e PosteMobile.

Frequenze LTE 3 Italia

In Italia 3 ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

In base agli slot assegnati 3 Italia può raggiungere 112,5 Mbit/s sulla banda 3 e 75 Mbit/s sulla banda 7.

Frequenze LTE Wind3

In Italia l’operatore unico Wind3 ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 20 da 800 MHz, 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz. Maggiori dettagli sulla fusione Wind-3 nella nostra pagina dedicata.

Frequenze LTE Free Mobile / Iliad

In Italia Free Mobile ha ricevuto l’assegnazione delle bande: 3 da 1800 MHz e 7 da 2600 MHz.

Cosa vuol dire fare a meno di banda 20?

LTE banda 20

Uno smartphone senza banda 20 non potrà connettersi quindi a quella relativa frequenza in 4G. Questo non pregiudicherà in generale il funzionamento dello smartphone, ma è anche possibile che se vivete in una zona coperta principalmente da LTE in banda 20, come una zona rurale, il vostro smartphone non andrà in 4G ma in 3G, garantendovi buone velocità di navigazione, seppur non eccezionali.

Se il vostro tipo di utilizzo è però principalmente in città o in Wi-Fi l’assenza di banda 20 probabilmente non vi tangerà. Tenete però conto che sapere quale banda LTE sta coprendo la vostra abitazione è molto difficile e spesso l’unico modo per scoprirlo è provare proprio uno smartphone senza banda 20. Il problema potrebbe presentarsi anche nelle città dove le altre frequenze non riescano a penetrare i muri delle abitazioni.

Rimane poi chiaro che il problema non vi riguarda se utilizzate l’operatore Tre o Free Mobile e vi riguarda comunque meno se utilizzate Vodafone o TIM, rispetto ad avere l’operatore Wind.

Quali smartphone hanno la banda 20?

smartphone LTE

La quasi totalità degli smartphone venduti nei negozi fisici e online (da store italiani) in Italia sono dotati di banda 20. L’unica eccezione in tal senso sono alcuni smartphone Meizu e Nubia (verificate nelle nostre recensioni). Tutte le altre aziende cinesi che potete acquistare online sono invece un terno al lotto. Parliamo di brand come Ulefone, Oukitel, OPPO, Elephone, UMi, UMIDIGI e ZUK. In molti casi l’azienda che crea più problemi in tal senso, anche vista la sua fama, è Xiaomi. Nessuno smartphone Xiaomi viene venduto con banda 20 abilitata, se non esplicitamente chiaro da indicazioni come “con banda 20 LTE” o “versione internazionale”. Non basta che abbiano un firmware in inglese/italiano installato, ma devono proprio nascere con questa banda abilitata di fabbrica.

  • gastro67

    Grazie mille per la delucidazione

  • WOrld1

    Per sapere che bande prendete (anche se per questo basta vedere le specifiche), vedere quella in uso e perfino bloccarla su una preferita c’è una app molto utile e gratuita che fa tutto ciò.

    Ai mod: Per favore questo non è spam ma solo un messaggio informativo per i tanti che capiteranno qui prima o poi

    Questa app purtroppo funziona SOLAMENTE in presenza dei permessi di root.

    Cercate sul play store “Network Signal Guru”

    Come detto lascio decidere ai mod se tenere o togliere questo post anche se ho scritto le mie motivazioni poco sopra in questo messaggio.

    • Cristian Fraccaroli

      Ciao il Doogee mix va bene il 4g di Wind?

  • Paolo

    Ciao Emanuele

    oggi ho letto la tua pubblicazione, complimenti davvero completa.
    ti scrivo per chiederti se sai quali sono le frequenze utilizzate in LTE 2600MHz che vanno dal “telefonino” verso la cellula e quelle che dalla cellula vanno verso il telefonino.
    ho trovato qualcosa on-line ma per conferma chiedo anche a tè visto quanto letto nella tua pubblicazione.
    quanto ho trovato è questo:
    Frequenze di up-link TX ( dall’utente “telefonino” ) verso la base station da 2500MHz a 2570MHz.
    Frequenze down-link TX ( dalla base station ) verso utente da 2620 MHz a 2690MHz
    Ti risulta che sia cosi? se lo è, è cosi per tutti i gestori ?

    • Ciao Paolo, purtroppo non so risponderti 🙂

  • Ciao a tutti.
    Ora ci siamo, fusione Wind e 3 fatta.
    Se dovessi prendere un cellulare senza banda 20 che succede dato che ho tre?
    Quando passo in roaming dati sotto la Wind il cell andrà soli in 2g o 3g oppure comunque non ricevo dati?
    Grazie

    • Il telefono andrà in 2G/3G, ma in teoria in futuro le reti dovrebbero unirsi.

  • lupin28000

    Salve io ho un LG G4 e mi sa che la banda 20 non ce l’ho perché sono a Bologna e con la wind non prende mai il 4G

    • Se l’hai comprato in Italia hai la banda 20.

  • icaro

    io posseggo oneplus 3T dopo un mese di perfetto funzionamento con APN wap.tim.it adesso non navigo se non metto APN ibox.tim.it, posso usare questa???

  • mattia bifari

    Ciao Emanuele
    Scusa se magari ti chiedo una ripetizione, ma vorrei capire bene.
    Quindi, se devo acquistare un telefono cinese (nel mio caso pensavo ad un Xiaomi redmi 4x) devo controllare che sia versione internazionale?
    E la questione firmware? influisce in quale maniera sul telefono?
    Grazie mille in anticipo!

    • luciano

      ho acquistato xiaomi 4x è un buon telefono, nessun problema in voce ma con wind internet zona rurale è lento ho deciso di sostituirlo ti può interessare

  • Marco Olisteri

    Vodafone ora ha anche 10 MHz sulla 2100 in LTE

  • Progressive

    Tim all’asta ha qualche frequenza in più di Vodafone… Secondo questo schema sono uguali?!

  • Lorenzo Panato

    ciao a tutti vediamo se qualcuno riesce a rispondermi a questa domanda.
    possiedo un chiavetta 4G Huawei modello E3276-s 150, quando inserisco la sim Tre non ho campo pieno ma facendo uno speed test arrivo a 35 Mb in download, quando inserisco la sim Vodafone, ho campo pieno ma non arrivo mai oltre i 28 Mb in download, perchè?? Con Vodafone, avendo campo pieno non dovrei andare nettamente più veloce? ho fatto questi test di notte per avere la rete più libera possibile

    • Marco Sartori

      calcola che magari ci sono più utenti vodafone e la loro antenna è più affollata.

  • roberto

    Che palle io volevo proprio uno xiaomi mi mix

  • Stefano

    Finalmente ora si trovano anche gli Xiaomi con banda 20 a 800 mhz. L’importante è che ci sia scritto e scegliere la versione Global. Redmi 4X sto arrivando!

  • roby

    Scusate io un uauei p8 e vorrei utilizzare l scheda sim di hong kong ma non mi da segnale. Pero’ se vado in punto di accesso mi riconosce l’operatore ma di segnale neanche l’ombra. Come devo fare? Il mio telefono non supporta la banda?

    • Marco Sartori

      usi una sim cinese in italia?

      • roby

        La vorrei usare per recuperare alcune conversazioni

        • Marco Sartori

          mmhhh non so se può funzionare

  • RobyMax1

    Domanda: ma anche TRE beneficerà della banda 20 ora? E se sì, solo quando sarò in roaming (cioè quando vedo la scritta WIND)?

  • salvatore alongi

    Cisotti dirti bravo e chiaro è adir poco un eufemismo. Grande competenza e chiarezza in questo articolo.
    Complimenti in italia sei uno dei pochi recensori seri e preparati

  • Palux✔♛

    “principalmente da LTE in banda 20, come una zona rurale”

    Sono in città.
    Vodafone in B20, TIM in B3 e B7.
    Non fate di tutta un’erba un fascio, è pieno di centri abitati, non rurali o di campagna o di montagna, dove la B20 è largamente preferita dagli op.