Negli USA il mercato iPhone è più florido che mai

Giuseppe Tripodi

Con la forte concorrenza di nuovi dispositivi come Samsung Galaxy S8, LG G6 e Huawei P10, Apple dovrà darsi la fare per stupire gli utenti con il suo prossimo, attesissimo iPhone 8, ma per il momento non si può proprio dire che gli smartphone della mela se la passino male oltreoceano.

Secondo una ricerca condotta da comScore e pubblicata qualche settimana fa, infatti, il mercato degli iPhone negli Stati uniti è più florido che mai: gli ultimi dati fanno riferimento a dicembre 2016 e parlano di 85,8 milioni di iPhone, utilizzati da utenti a partire da 13 anni. Di questi 85,8 milioni, 12,7 milioni sono composti da iPhone 7 e iPhone 7 Plus, con una predominanza di quest’ultimo.

Ma i dispositivi della mela più popolari rimangono gli iPhone 6 e iPhone 6s, che contano 33,4 milioni di unità. Al contrario, in proporzione il meno diffuso di tutti è l’iPhone SE (solo 3 milioni di pezzi): per fare un confronto, la somma tra iPhone 3G, iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S (tutti modelli piuttosto datati) ancora attivi è 4,1 milioni.

La somma di tutti i melafonini presenti rappresenta il 43% del mercato: questa cifra non è cresciuta molto negli ultimi tempi (con un po’ di azzardo, guardando il grafico in fondo, potremmo sostenere che la situazione è piuttosto stabile dal 2013), ma gli USA sono uno dei pochi mercati in cui iOS resiste così strenuamente alla diffusione di Android, che domina nella maggior parte degli altri paesi.

LEGGI ANCHE: Continua la crescita inarrestabile di Android in Cina

Infine, come precisato da comScore, complessivamente più di 70 milioni di persone utilizzano un iPhone che ha almeno 2 anni di età: considerando la frequenza con cui la media degli utenti cambia dispositivo, queste cifre creano terreno fertile per iPhone 8, che potrebbe convincere molti di questi 70 milioni a fare il salto di qualità verso il nuovo modello.

Tuttavia, c’è da considerare che questi dati non sono ancora aggiornati agli ultimi giorni (anche se dubitiamo che i nuovi top di gamma Android abbiano convinto una percentuale sensibile di utenti Apple a cambiare) e, soprattutto, che il prezzo elevato (si parla di 1.000$!) potrebbe scoraggiare tanti potenziali acquirenti.

Via: 9to5Mac