Anche Bloomberg parla di un iPhone 8 rivoluzionario, ma ci sono ancora tanti dubbi

Giuseppe Tripodi

Torniamo ad occuparci ancora una volta di iPhone 8 che, prevedibilmente, nelle ultime settimane è diventato uno degli argomenti principali su queste pagine. Questa volta ce ne occupiamo perché – finalmente – anche il famoso Mark Gurman di Bloomberg si è espresso in merito, anche se il reporter ha sollevato diversi dubbi.

Gurman è sempre stato una delle fonti più affidabili quando si parla di dispositivi della mela e, anche in questo caso, ha confermato alcune delle ipotesi che circolavano da tempo e che ormai potremmo considerare praticamente certe.

Possiamo dare ormai per confermato che quest’anno Apple presenterà tre iPhone: i prevedibili iPhone 7s e iPhone 7s Plus, con piccole migliorie rispetto ai modelli in commercio, e l’attesissimo, nuovo iPhone per celebrare i dieci anni del marchio. Vale la pena precisare che Gurman non utilizza mai il nome iPhone 8, né tanto meno i vari X o Edition circolati finora.

Quel che conferma, invece, è che Apple sta testando un modello con display che copre quasi interamente la parte frontale del dispositivo: si parla di un display OLED leggermente più grande di quello di iPhone 7 Plus, ma in dimensioni molto simili a quelle di iPhone 7. Per quel che riguarda l’estetica, Gurman riferisce che uno degli ultimi prototipi ha vetro curvo su entrambi i lati e sul retro, anche se il display sarà piatto (ossia solo il vetro sopra è curvo).

LEGGI ANCHE: Sembra proprio che iPhone 8 cambierà davvero la posizione delle due fotocamere

Per quel che riguarda i tasti, pare che anche Apple potrebbe adottare una soluzione in stile Samsung con tasto Home incluso sotto il display, ma non è ancora chiaro se questo tasto includerà anche un lettore di impronte digitali o meno. Pare, infatti, che Apple vorrebbe puntare ad un Touch ID incluso sotto lo schermo, ma non è detto che riesca ad ottenere una soluzione funzionale e, per questo motivo, il futuro del lettore di impronte su iPhone 8 è ancora incerto.

Passando alla fotocamera, ovviamente ci saranno grandi miglioramenti e anche Bloomberg conferma un prototipo con due sensori posizionati in verticale e accenna a possibili utilizzi per funzioni in realtà aumentata, ma non si sbilancia troppo sull’argomento.

Infine, Gurman conferma i possibili ritardi già suggeriti in passato, che probabilmente faranno storcere il naso agli utenti della mela che attendono ferventemente questo dispositivo: secondo il giornalista, infatti, il modello di punta di quest’anno arriverà almeno 1-2 mesi dopo il lancio degli altri due iPhone 7s.

Fonte: Bloomberg