Ma voi usate le Storie? (di Facebook, WhatsApp, Instagram, Messenger…)

Nicola Ligas - Titolo alternativo: "non facciamo storie!"

In principio era Snapchat. Snapchat era storia buona e giusta, ed in molti pensarono bene di imitarlo, come spesso accade. Parliamoci chiaro: non stiamo giudicando nessuno. Il mondo della tecnologia (e non solo) è fatto di idee, copie, ed altre idee che cerchino di distanziarsi dalle copie precedenti: non esiste che qualcuno inventi qualcosa di nuovo che non venga poi usato come “ispirazione” da altri. Ma Facebook avrà fatto bene ad ispirasi a Snapchat?

Non stiamo parlando da un punto di vista morale, non ci interessa giudicare se sia o meno riprovevole, ma solo se ci sia stato un reale riscontro. Sì perché la nostra impressione, forse errata, è che “nessuno” usi le Storie di Instagram, Facebook, MessengerWhatsApp. Non in senso letterale, ma quasi.

Guardando la pagina Stato dei nostri account WhatsApp la troviamo quasi sempre vuota, e su Facebook non è che le cose migliorino, con pochissimi contatti che aggiornano regolarmente le loro “storie”. Instagram è forse quello che si difende meglio, vuoi per anzianità (è stato il “primo clone”), vuoi perché forse più adatto ai tipi di contenuti/utenti, ma considerando che Facebook ha così voluto questa funzione da portarla su tutte le sue quattro app principali, non possiamo fare a meno di chiederci se davvero ne sia valsa la pena.

A volta una buona idea è semplicemente tale, e chiunque ne sviluppi un’alternativa riuscirà comunque a sfruttarla, mentre altre volte sono il tempismo o anche la tipologia di utenti a fare la differenza. Il pubblico di Snapchat non è necessariamente lo stesso di Facebook e Co., e non parliamo poi di una funzione che, replicata altrove, ti offra davvero qualcosa in più. Questa sensazione è confermata anche da alcuni report internazionali, ma per cercare di contestualizzarla al nostro paese chiediamo aiuto a voi. Rispondete quindi al sondaggio qui sotto e poi tireremo le fila, in base al vostro feedback, di questa mossa di Facebook.

  • Luis

    Io no ma tutti i miei contatti latinoamericani che vivono altrove ne fanno un uso esagerato xD

    • con quale app?

  • Nigel

    beh mi pare che le storie su instagram ci siano…
    su fb invece, tabula rasa

  • Simoubuntu

    Le storie di Instagram mi sembrano un successo: i miei contatti le usano tantissimo, e ogni tanto le uso anche io. Whatsapp lo usano pochissimo, Facebook nessuno, Messenger chi?

    P.S. Avrei strutturato in modo diverso il questionario, mi sono trovato un po’ in difficoltà a scegliere la risposta più adatta a me

    • matteo masi

      Concordo su tutto..
      Io ho risposto: raramente.
      Ma la risposta corretta era: uso raramente solo quelle di instagram.
      Infatti su instagram le usano in tantissimi, quindi capita di farne qualcuna..su facebook zero..non le usa nessuno neanche per sbaglio XD

      • Dario · 753 a.C. .

        Idem!

      • Simoubuntu

        Situazione identica, stessa risposta 😃

    • Rischiavano di esserci 1000 opzioni. Il concetto era capire se siano usate o meno. Da chi risponde “si” mi aspetto che non ogni giorno, ma almeno ogni settimana le usi più volte. “Raramente” invece vuol dire che le usa poco a prescindere, ed a quel punto il mezzo impiegato conta meno

  • Dario · 753 a.C. .

    Su Instagram sono usatissime, su Facebook per niente e su WhatsApp ancora meno.

  • Salvatore Provino

    Cara redazione, tenere sempre in considerazione che il mondo è grande e grosso e noi ne percepiamo una parte infinitesimale. Una lezione di vita più che di social.
    Detto questo: qualcuno mi spiega a cosa diavolo servono queste storie? So cosa sono, come funzionano, ma non bastava già il rincoglionimento da bacheca? Che vantaggi ha? E non ditemi che le 24 ore sono un vantaggio perché tantissima gente che posta storie su un social prende le stesse immagini e le mette permanentemente, contemporaneamente, parallelamente su un altro social (vogliono i LAIK).

    • Persycchiotto

      è un semplice sondaggio, basta rispondere “no”.

    • Non ho capito il tuo riferimento alla grandezza del mondo, soprattutto perché ho proprio detto che dall’estero i segnali sono negativi, ma abbiamo lanciato questo sondaggio per capire cosa ne pensassero i nostri lettori italiani.

      • Salvatore Provino

        Mi ero perso il pezzo degli italiani! Non stavo criticando, mi scuso se ne ho dato l’impressione, rileggendomi sono stato un po aggressivo ero sul bus e non ho riletto bene quello che ho scritto. Studio economia, e quindi anche statistica, per deformazione personale di questi dati personalmente non me ne farei nulla per trarne una conclusione mondiale, ma chiaramente a voi servono perché sono i dati dei vostri lettori! Volevo comunque ampliare il discorso alla diffusione generale delle storie ed alla feature in se che non sembra ampliare molto gli strumenti gia potentissimi. Non sono un asociale, a scanso di equivoci. Dall’estero è vero, i segnali sono nella totalità negativi, mostrano un fenomeno che non è riuscito a decollare nei nuovi social in cui è stato implementato, ma accade che quando un prodotto/servizio viene lanciato a livello globale le aziende analizzano dati che non sono ottenibili da un sondaggio. Ogni utente, come dimostrano alcuni dei pochi commenti che ho letto, ha davanti delle situazioni differenti (e cito Luis ed i suoi amici sudamericani), per cui, e sottolineo sempre a scanso di equivoci che non voglio de-civilizzare la discussione, questo sondaggio non ha una grande validità perché qualsiasi sia il bacino concerne sempre una localizzata parte di utenti che frequentano un blog di appassionati di tecnologia. Apprezzo molto la scelta di non rendere pubblici i vostri risultati così nessuno che entra si fa un’idea superficiale. Infine, the Verge sembra avere riportato unicamente il fatto che ci sono dei profili facebook che hanno poche storie. Nessun dato affidabile riportato e facendo il giornalista mi spiace dirlo ma quell’articolo, nonostante the Verge sia molto puntuale in genere, è praticamente carta straccia. Citano soltanto questo Kantrowitz che ha scritto su twitter che la sua bacheca non ha storie. Se avessero guardato il profilo del succitato Luis avrebbero tratto una conclusione opposta.
        Mi scuso ancora tanto per il commento precedente, traspare chiaramente dell’arroganza ed è l’esatto opposto di quello che volevo comunicare e che anzi cerco sempre di evitare per non portare le discussioni al triste epilogo a cui spesso siamo abituati, non soltanto sul web. E mi scuso anche per le troppe incidentali 😀

        • Figurati, sei più che scusato 😉 Ovviamente per avere dati statistici rilevanti su una cosa del genere ci vorrebbe ben più di questo sondaggio (non che alcuni di quelli che ogni tanto vengono sbandierati come affidabili mi sembrino tali, visto l’esiguo campione col quale sono stati condotti, ma questo è un altro discorso). Quello che però sembra evidente dai vostri commenti, e dai risultati finora pervenuti, è che la copia delle storie di Snapchat da parte di Facebook è stata un fallimento, segno che non basta riproporre qualcosa di valido in un altro contesto per avere successo. A volte ho l’impressione che Facebook non capisca il suo pubblico e non abbia più avuto un’idea originale dalla creazione di Facebook stesso, ma anche questo è un altro discorso.

  • Tiwi

    ehm, non uso fb-messenger-wa-snapchat-instagram, e non mi riferisco solo alle storie ma proprio alle app ;D

  • carlo

    neanche sotto tortura!

  • Paolo Campi

    #importasega (cit)

  • Marco

    no, mai. e ho pochissimi contatti che le fanno. boh, penso sia più una roba per un altro target.

  • Robcot

    Non che ne senta la mancanza o il bisogno, ma visto che se ne parla da tanto vorrei capire con un sondaggio sul sondaggio se sono l’unico a cui non sono mai state visibili su Facebook le storie. L’app è aggiornata e uso Xperia Z3.

  • drea_jayjay

    Su Facebook no perché tra l’altro ho disinstallato l’app, accedo solo da browser
    Su WhatsApp le ho usate un po’ all’inizio, ma ora non le uso e su 50 contatti le useranno 2/3 contatti massimo.
    Su Instagram sì, molto “raramente” ma comunque abbastanza regolarmente posso dire che le uso (non assiduamente, una a settimana più o meno)
    Snapchat ho provato ad usarlo ma lo considero una “bimbominkiata”, indi per cui ho proprio cancellato l’account.

  • De Las Lajas Caupo

    no non le uso sono una noia pazzesca

  • Riccardo Ravaioli

    Non le uso regolarmente ma le uso ogni tanto quelle su Instagram

  • Lorenzo Cammarota

    io uso regolarmente quelle di Snapchat, vedo tanta gente che usa quelle di Instagram (e a dire il vero, molti che usavano Snap l’hanno abbandonato per passare ad Insta), pochissimi quelle di Whatsapp e letteralmente nessuno quelle di Facebook.

  • vincenzo di gesù

    le storie su instagram le usano solo i personaggi “famosi o pseudo famosi” ..le persone “normali” manco se le filano di striscio..!!!

    • Andrea__93

      purtroppo non è cosi, c’è gente che ha la mania

  • Dome Puti

    mi sono cancellato da facebook , da instagram, da twitter. l’unico social k ho è snapchat ero iscritto dal day one su tt e 4. metto le storie uguali su whatsapp , su messenger e su snapchat. xo di questi 3 k ho detto nessuno dei miei contatti fa le storie su nessuno di qst 3.
    io mi diverto e sono felice k non siano “x sempre” davvero il x sempre li anche dopo morto mi mette ansia. almeno le 24 ore tolgono la cosa di far vedere al capo come ero fuori a 30 anni. e poi i social sono pieni di pubblicità , mo basta veramente e non parliamo delle notizie false e del fatto di mettersi in risalto con si sboccia ciao poveri così facendo un altro utente sente la falsa invidia. non mi sento gratificato e mi son cancellato

    • Joshua

      — xkè nn t cncelli anke da qst forum? — così potremo vivere tutti la nostra vita in maniera più piacevole senza essere costretti a vedere le tue “x” e le tue “k” mischiate a serie senza senso di consonanti. Mamma mia

      • Dome Puti

        p, e, r, c ,h ,è, o, i, qst lettere mancano anche nel tuo commento e ho messo anche delle vocali. mamma tua nn la conosco spiacente
        p.s. ma io credevo k fosse un blog? se è un forum nn mi ricordo d essermi iscritto.

  • trucido

    no..uso solo wa per comunicare, ma non ho un profilo fb, avuto ma eliminato anni fa

  • Alessandro Ferretto

    Come ogni social network l’esperienza d’uso può cambiare come il giorno e la notte in base al proprio feed e alle persone che si “seguono”, inoltre la cosa più importante è non decontestualizzatre, mi spiego meglio: le “storie” per come la vedo io sono partite come una moda da adolescenti ma molte aziende e persone che lavorano con la propria immagine ( vip, musicisti, attori, blogger ecc..) hanno capito il potenziale di questo strumento in un mondo frenetico come quello odierno in cui tutto diventa vecchio sempre più velocemente e rimanere sempre al passo coi tempi è prima di tutto una necessità, e l’hanno sfruttato come l’ennesimo canale pubblicitario ( io su Instagram prevalentemente seguo i miei musicisti e cantanti preferiti e il mio feed è quindi pieno di gente che pubblicizza concerti, dischi, crea hype per le proprie uscite e via dicendo ) Facebook lo uso per tenermi in contatto con le persone che conosco quindi di conseguenza non ho nessuna storia, fatta eccezione per qualche ragazzina con manie di protagonismo ma pure quelle preferiscono Instagram per mettersi in mostra, in quanto è un social network basato più sull’immagine, in sostanza quindi il fallimento di tali storie su Facebook lo si può ricondurre al fatto che sia fuori contesto…WhatsApp sempre per la mia esperienza personale è usato per lo più da cinquantenni che sono troppo vecchi per capire gli altri social network e da chi vuol dire proprio a tutti cosa sta facendo…