Microsoft punta su dispositivi pieghevoli e… Motorola Flipout?

Giuseppe Tripodi

Da un po’ di tempo Microsoft ha smesso di produrre dispositivi, dedicandosi (quasi) unicamente a software e servizi: da tempo circolano rumor in merito ad un ipotetico Surface Phone, ma ancora non ci sono informazioni certe a proposito. Nell’attesa di vedere un nuovo smartphone della società di Redmond, ci consoliamo con i suoi brevetti.

I colleghi di PatentlyMobile, infatti, hanno svelato tre brevetti che suggeriscono cosa potrebbe aver in testa Microsoft per il futuro dei suoi dispositivi.

LEGGI ANCHE: Apple immagina iPhone e iPad che si trasformano in MacBook

Di questi, i primi due descrivono dispositivi pieghevoli: in particolare, il primo dei due è uno smartphone che si ripiega su sé stesso (un po’ come i vecchi telefoni a conchiglia) e presenta una chiusura magnetica; è interessante sottolineare che Microsoft nomina esplicitamente l’utilizzo di display FOLED (Flexible Organic Light Emitting Diode, ossia OLED flessibili).

Proseguendo, il secondo brevetto analizzato è un tablet pieghevole: in questo caso, parliamo di un dispositivo composto da due schermi uniti da una cerniera. La particolarità di questo gadget è la possibilità di utilizzarlo come se fosse un laptop, usando uno dei due schermi come tastiera e l’altro come display.

Infine, il brevetto più curioso riguarda uno smartphone dal formato decisamente particolare, che ricorda moltissimo il vecchio Motorola Flipout.

Proprio come nel vecchio smartphone della società alata, Microsoft ha brevettato un dispositivo con tastiera fisica e display che vi si ripiega su, assumendo un aspetto estremamente compatto.

Come sempre ricordiamo che l’esistenza di questi brevetti non conferma in nessun modo l’esistenza di prodotti simili, né testimonia che Microsoft ci stia davvero lavorando su: tuttavia, sperare non costa nulla e, in ogni caso, documenti simili testimoniano l’andamento del mercato smartphone.

Via: PatentlyMobile