Synaptics ha realizzato un lettore di impronte per ogni forma e materiale

Giuseppe Tripodi

Complice l’infelice posizione su Galaxy S8, negli ultimi giorni si è parlato molto di lettori di impronte digitali e del loro futuro come sistema di autenticazione per smartphone e servizi.

Attualmente, infatti, le impronte sono ancora il modo più rapido per eseguire il login senza digitare pin o riprodurre pattern e, nel campo, Synaptics è uno dei nomi più importanti.

LEGGI ANCHE: Synaptics lancia un nuovo sistema di riconoscimento basato su impronte e volto

Proprio Synaptics ha presentato recentemente un nuovo sensore, chiamato FS4600, che supporta diversi tipi di forme geometriche per il lettore (circolare, quadrato, ovale, rettangolare) e la scansione tramite diversi materiali, incluso plastica, ceramica e vetro. Infine, il nuovo sensore può essere utilizzato come softkey con supporto allo swype per la navigazione e supporta la criptazione AES a 256 bit con TLS 1.2.

Il Synaptics FS4600 sarà disponibile per le prime fasi di test nel Q2 ed entrerà in produzione a partire dal Q3.

Via: AndroidPolice
  • Quindi i prossimi smartphone avranno il tasto home virtuale con il sensore di impronte integrato…. amen!

    • Alessandro L

      No, non fermarti all’immagine avveniristica, se leggi l’articolo non annuncia niente del genere. É il solito sensore da scocca, migliorato.

      • Marco Raimondi

        E no, non è il classico sensore da scocca visto e considerato che adesso “legge”più materiali, quindi questo significa che si, si potrà avere il tasto home con scanner d’impronta proprio come diceva #alew1s anzi, ti dico di più, l’articolo annuncia proprio ciò che tu dici di no, anzi anche i soft touch possono essere con scanner e permettere gestour, non voglio contraddire nessuno, ma questo è ciò che dice l’articolo….Buona serata

        • Alessandro L

          Se saresti cosí gentile da indicarmi dove l’articolo o la fone parlano di sensore integrato nel display?

        • Giuseppe Tripodi

          Non esattamente. O meglio, sicuramente è un passo avanti verso il lettore di impronte integrato nel display, ma fa bene anche @Alessandro_Elle:disqus ad essere dubbioso.

          L’annuncio (così come l’articolo che ho scritto io) parlano della possibilità di utilizzare un lettore di impronte in vetro, ma non citano esplicitamente display che integrino un lettore di impronte.

          L’utilizzo di un lettore che funziona tramite il vetro potrebbe utilizzato anche (ad esempio) da uno smartphone con retro in vetro e lettore di impronte à la LG; tuttavia, effettivamente non è da escludere che questo nuovo sensore Synaptics potrebbe portare i prossimi top di gamma ad avere un tasto Home in stile Galaxy S8 (con feedback aptico) e lettore integrato. Insomma, ci toccherà aspettare per vedere cosa ne verrà fuori 🙂