Qualcomm avrebbe impedito a Samsung di vendere ad altri i suoi SoC Exynos (aggiornato: smentita)

Giuseppe Tripodi -

Qualcomm è sicuramente l’azienda più importante del settore quando si parla di SoC per smartphone, ma non si può certo dire che sia l’unica, anzi. A fianco a MediaTek e altre aziende minori, infatti, anche Huawei, Samsung, Apple e altre società producono i propri chip.

Ma cosa impedisce a queste società di rivendere i propri SoC a terzi, esattamente come fa Qualcomm? Normalmente azzarderemmo che per loro non conviene svendere la propria ricerca, ma a quanto pare Samsung ha subito anche divieti dall’alto e, in particolare, proprio da parte di Qualcomm.

LEGGI ANCHE: Snapdragon 835: i nostri benchmark e le altre novità

Stando a quanto riportato, infatti, la Fair Trade Commission avrebbe investigato sull’abuso di posizione dominante di Qualcomm e stabilito che:

Samsung Electronics è stata bloccata dal vendere i propri chipset agli altri produttori a causa di un accordo di licenza con Qualcomm.

Secondo i rumor in merito, pare che gli accordi tra le due aziende riguardino un lasso di tempo di ben 25 anni, durante i quali Samsung non potrà vendere ad altre società i propri chip.

Attualmente non ci sono molte altre informazioni in merito, ma non mancheremo di riportare eventuali aggiornamenti.

Aggiornamento

Qualcomm has never stood in the way of Samsung selling chips to third parties, and nothing in our agreements has ever prevented Samsung from doing so. Any statement to the contrary is false.

Così Qualcomm ha replicato in merito, ovvero negando in maniera perentoria di aver impedito a Samsung la vendita dei suoi stessi chip.

Fonte: Hankyung