Wind: rimodulazioni per il roaming in Europa da aprile

Giuseppe Tripodi

Si avvicina la data del 15 giugno, giorno in cui gli utenti europei smetteranno di pagare il roaming internazionale in Unione Europea: come stabilito dall’accordo tra Parlamento e Commissione, infatti, i clienti potranno utilizzare i propri bundle di chiamate, messaggi e dati come se si trovassero nel paese d’origine.

A tal proposito, a breve i gestori dovranno iniziare a modificare le proprie opzioni per l’estero e il primo ad eseguire questa rimodulazione è Wind. L’operatore arancione, infatti, sta inviando un SMS informativo a tutti i clienti che utilizzano una delle seguenti opzioni:

  • All lnclusive Europa&USA
  • All lnclusive Travel
  • Smart Travel Europa&USA
  • All Travel weekly UE&USA
  • Opzione Premium

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Wind

Il testo del messaggio in questione riporta:

Modifica contrattuale opzione. Ti informiamo che dal 24/04/17 cambiano le condizioni economiche della tua opzione roaming. Superate le soglie previste le chiamate effettuate dall’Unione Europea costeranno 8 cent/min con scatto anticipato di 4 cent per i primi 30 sec, e ricevute di 1,31 cent/min, gli SMS 7,32 cent, il traffico dati 24,4 cent/MB. Puoi recedere dall’opzione entro il 23/04/17 inviando un SMS al 4033 con il comando previsto dalla tua offerta. Info su wind.it

A partire dal 24 aprile, insomma, cambiano i costi di chiamate, SMS e traffico dati effettuati dopo aver terminato le soglie incluse nell’opzione; in particolare, quindi, questo è quel che i clienti Wind possono aspettarsi:

  • 8 centesimi/minuto per chiamate in uscita (con scatto anticipato di 4 centesimi per i primi 30 secondi)
  • 1,31 centesimi/minuto per chiamate in entrata
  • 7,32 centesimi per SMS
  • 24,4 centesimi per MB

Come sempre, infine, è possibile recedere l’opzione entro il 23 aprile per evitare queste tariffe all’estero.