Superscreen: il monitor esterno per smartphone che si crede un tablet (ma non lo è) (video)

Vezio Ceniccola

Usando il proprio smartphone, a volte può capitare di pensare “ecco, adesso mi servirebbe proprio uno schermo più grande”. E probabilmente è nata proprio da questa esigenza l’idea di Superscreen, un nuovo progetto Kickstarter che punta ad “allargare i vostri orizzonti”.

Al di là delle metafore, Superscreen è una tavoletta molto simile ad un tablet. La particolarità, però, è che non ha un sistema al suo interno, ma fa da monitor esterno al dispositivo a cui viene collegato, utilizzando un sistema di mirroring wireless che riproduce quello che avverrebbe sul display del proprio smartphone, ma su scala più grande.

A livello hardware, Superscreen è dotato di schermo da 10,1 pollici a risoluzione QHD (2.560 x 1.600 pixel), processore quad core a 2 GHz, 4 GB di RAM, batteria da 6.000 mAh e fotocamere posteriore e frontale. La tavoletta sfrutta la potenza e la connettività dello smartphone collegato, ed è capace di funzionare anche quando esso ha lo schermo bloccato.

LEGGI ANCHE: Apple immagina iPhone e iPad che si trasformano in MacBook

A questo punto, vi starete chiedendo: “ma a che serve un dispositivo del genere quando già esistono i tablet?” Al contrario dei tablet, Superscreen non ha una piattaforma software che lo “limita”, ma può essere collegato indifferentemente a più dispositivi, sia Android che iOS. Inoltre, Superscreen è plug-and-play, perché funziona all’istante quando viene collegato e non ha bisogno di essere sincronizzato o riconfigurato.

La campagna Kickstarter di Superscreen è stata un successo ed ha già raggiunto e superato il suo obiettivo, ma se volete potete ancora accappararvi una tavoletta al prezzo di 99$, con spedizioni a partire dal mese di dicembre. Per maggiori informazioni, potete visitare il sito a questo indirizzo.

Via: Phone Arena
  • Shane Falco

    bella idea sinceramente per chi non vuole spendere uno sproposito per un classico tablet android o ios.

    • stefano papandrea

      Sì però a 290 $ spazza via il senso della sua esistenza in un attimo.

  • Luca Bastianello

    un monitor esterno portatile. Interessante sicuramente, ma nulla di nuovo

  • La soluzione definitiva per l’automobile! 🙂

  • m477

    L’idea di un monitor portatile esterno non è nulla di nuovo, l’idea di farlo compatibile con airplay/googlecast.
    Ma ciò che promettono è letteralmente impossibile.

    Never stretched or zoomed. Your smartphone 4x bigger and better. Superscreen perfectly scales your content in full HD so nothing gets blurry or chopped.

    Questo è letteralmente impossibile su iOS. E su Android richiederebbe un firmware specifico. Inoltre, perché mettere uno schermo 1440p sull’unità, se i contenuti verranno mostrati in 1080p?

    A familiar touch. Full multi-touch and orientation control, plus support for a stylus.

    Di nuovo, impossibile su iOS. Fattibile invece su Android, con un app specifica. La latenza è esagerata per usare una penna.

    Faster than Wi-Fi. Superscreen’s patent pending technology transfers data between your phone at industry leading speeds as far as 100 feet away regardless of obstructions.

    Quindi vogliono usare una tecnologia proprietaria per la trasmissione… Che però è magicamente compatibile con tutti i dispositivi?
    Altre perplessità: perché un 4:3, se la maggior parte dei contenuti visualizzati su un dispositivo del genere saranno video in 16:9? Un pannello in 16:9 risolverebbe il problema dello “stretching” delle immagini, o delle bande nere, che si vedono in tutte le immagini di quello che dovrebbe essere il loro prototipo. Inoltre, si aspettano un prezzo finale di vendita, dopo la campagna su Kickstarter, nel 2018, di 299$. Solo 30$ in meno del prezzo attuale di un iPad.

  • ferragno

    non esiste un qualcosa del genere già acquistabile?

  • Randolph Carter

    Non capisco la necessità di un processore così potente, di così tanta RAM, delle fotocamere…
    Bell’idea comunque.

  • Gianni Alberto Passante

    questo, prima leggevo del brevetto apple. in passato c’erano altre cose e molte app e software per farlo. la verità è assurdo che nel 2017 non ci sia un modo velocissimo per arrivare a casa e con un tocco passare dallo smartphone a tv o pc o notebook DAVVERO smart.

    • ferragno

      ci penserà l’S8…