Elari Nanophone C, la nostra anteprima dal MWC 2017 (foto e video)

Giuseppe Tripodi

Nonostante gli attesissimi LG G6 e Huawei P10, uno dei prodotti che ha fatto parlare maggiormente di sé dal MWC è un feature phone dal sapore di primi 2000: parliamo ovviamente del Nokia 3310. Ma se quest’ultimo rischia di essere solo un’infruttuosa “operazione nostalgia”, in fiera abbiamo incrociato un altro tipo di cellulare non troppo smart che potrebbe incuriosirvi, ossia l’Elari Nanophone C.

Elari è un’azienda russa che realizza telefoni compatti e il suo ultimo prodotto è il Nanophone (disponibile anche nella variante in plastica Nanophone C): parliamo di un piccolissimo telefono cellulare con alloggio per microSIM e microSD, dotato di lettore musicale, radio FM, sveglia, registratore vocale e Bluetooth. Proprio grazie al Bluetooth, è possibile collegare questo piccolo dispositivo ad uno smartphone ed utilizzarlo come una “cornetta” per rispondere alle chiamate o effettuarne di nuove, nonché come telecomando per il riproduttore musicale.

LEGGI ANCHE: Il 2017 sarà l’anno degli smartphone che diventano desktop

Nonostante qualcuno possa domandarsi quale possa essere lo scopo di avere un secondo telefono per interagire col primo, può essere una soluzione interessante nel caso si utilizzino phablet dalle dimensioni generose, che in alcune situazioni (ad esempio in viaggio o in bici/motorino) non è sempre facile utilizzare e che in questo caso possono essere comodamente riposti nello zaino.

Elari Nanophone ha un’autonomia dichiarata di 4 giorni in standby e 4 ore in conversazione: il modello in metallo è in vendita a 57€ (lo trovate anche su Amazon), mentre la versione in plastica sarà lanciata al costo di 39€. Di seguito potete dare un’occhiata a come si presenta questo piccolo cellulare nella nostra anteprima.