Confronto smartphone final

La maggioranza relativa degli italiani spende più di 400€ per un nuovo smartphone, ma P8 Lite è ancora il più venduto

Giuseppe Tripodi -

Il MWC sta per giungere al termine e, come ogni anno, alla fiera di Barcellona sono stati presentati alcuni degli smartphone di cui parleremo di più durante l’anno. LG G6 e Huawei P10, ad esempio, sono due dei dispositivi ai quali i nostri lettori si appassioneranno (a proposito, avete già scelto quale preferite?) e presto arriverà anche Galaxy S8 a dar loro battaglia. Ma dando un’occhiata più generale, qual è la situazione attuale del mercato smartphone in Italia?

A questa domanda ha provato a rispondere ComScore, nota società di ricerca che ha recentemente pubblicato un report proprio a proposito della situazione del mercato nostrano. Secondo i dati dell’azienda, in Italia continua a crescere il numero di persone che hanno uno smartphone: gli ultimi dati di dicembre 2016 riportano che il 73,1% degli italiani possiede un dispositivo intelligente, mentre il 26,9% utilizza ancora un feature phone (chissà se questa cifra aumenterà con il nuovo Nokia 3310?).

Nell’ambito smartphone, il 71,6% degli utenti utilizza Android come sistema operativo, il 19,2% ha un iPhone e solo il 7,7% ha ancora un dispositivo Windows. Infine è curioso sottolineare che gli Altri OS rappresentino una percentuale comunque più alta di BlackBerry (1,2% vs 0,3%).

comscore-mercato-smartphone-in-italia-1

Parlando invece di marchi, il 40% degli smartphone in Italia sono Samsung, il 19% Apple e il 12% Huawei: nonostante quest’ultima sia “solo” al terzo posto, vale la pena precisare che nell’ultimo anno l’azienda cinese ha più che raddoppiato il numero di utenti, con una crescita del 132%.

LEGGI ANCHE: LG G6 vs. Huawei P10, il nostro primo confronto dal MWC 2017

Questa crescita si spiega evidentemente con il successo travolgente dei medio gamma di Huawei: negli ultimi sei mesi il dispositivo più venduto in Italia è stato Huawei P8 Lite (6,3%) seguito quasi a pari merito da P9 Lite (6,2%). Dobbiamo arrivare al terzo posto per trovare un Samsung, precisamente un Galaxy J5, nettamente lontano dai primi due, con un 2,8% del mercato.

Infine, è molto interessante notare che nella top 10 dei modelli più venduti, con l’eccezione dei suddetti smartphone economici (P8 Lite, P9 Lite, Galaxy J5 e Galaxy A5) e di un ottimo dispositivo per rapporto qualità/prezzo come Zenfone 3 (con il 2,5% del mercato), troviamo smartphone decisamente costosi, quali iPhone 7, Galaxy S6 Edge, Galaxy S7 Edge, iPhone 5s e iPhone 6s. D’altronde, non è un caso che gli smartphone da oltre 400€ attirino la maggioranza relativa degli italiani (ossia il gruppo più numeroso tra le diverse fasce, che rappresenta il 19,5%), seguiti da chi sborsa tra 170€ e 249€ (16,5%) e chi risparmia ancora un po’ e si assesta tra i 125€ e 169€ (16,2%).

Per maggiori informazioni vi lasciamo con la galleria qui sotto che contiene i grafici di riferimento pubblicati da ComScore.

Fonte: comScore (PDF)
  • Matteo Bottin

    Io, personalmente, ho una soglia mentale per la spesa di uno smartphone pari a 400€. Ho fatto uno strappo alla regola per lo z3c solamente per non abbandonarmi a quei telefoni che all’epoca sembravano “padelloni”.

    Ma, effettivamente, vale la pena spendere più di 400€ per un telefono?

    • IgliD

      no , non li valgono. risposta secca 😛

    • Giuseppe Tripodi

      Io direi che la risposta, come nel migliore dei casi, è “dipende”.

      Dipende da cosa cerchi, da come lo utilizzi e da cosa ci fai: prendi noi della redazione, che a questo MWC abbiamo utilizzato solo smartphone per le riprese. Per quanto siano ottime alcune fotocamere di dispositivi economici (ad esempio P9 Lite), di sicuro non hanno risultati comparabili ai vari Pixel, Note e Galaxy S7.

      Per un buon 90% delle persone probabilmente bastano dispositivi entro i 300€, ma per alcune esigenze vale la pena spendere anche più di 400/500€

      • Brubo55

        A leggere la dichiarazione dei redditi non si direbbe

        • Matteo Rigotto

          Ci sono ragazzie alla mia università che si stupiscono di pagare la retta quasi al massimo del costo ma in tasca hanno Galaxy s7 o iPhone 66s come se piovessero.
          Ho capito perchè Berlusconi quando diceva “io non vedo crisi, ieri il ristorante era pieno” tutti gli davano contro, la gente preferisce lo smartphone e i televisori 4k ai ristoranti ahahah 😀
          Noto comunque con piacere che sempre più gente ha capito che con 250350€ si porta a casa un telefono cazzuto adesso.

          P.S: Se pensiamo che fino a 23 anni fa comprare un android di fascia media significava portarsi a casa un telefono che (senza modding o tips di noi utenti un pò più esperti) s’ inchiodava nel giro di 912 mesi, abbiamo fatto un gigantesco passo avanti.

          • Ehi pss, ti svelo un segreto, la gente compra a rate!

          • Matteo Rigotto

            Vero anche questo, ma a pensare che pago già Netflix, mio fratello paga Sky, di estate Spotify, pago internet, la promo con la Sim, se aggiungo anche la rata del telefono perché pretendo di avere l’ultimo Galaxy o l’ultimo iPhone, sti cazzi 🙈
            Scusa se posso chiederti, tu lo fai? Cioè sei uno che compra spesso a rata?
            Ti chiedo questo perché effettivamente ho più di un amico che sgancia il grano a fine mese per il televisore o il cellulare, io sinceramente non riesco a capirlo. Mi piace sapere che se una roba l’ho comprata basta, non devo più sganciare.

          • No zero, preferisco prendere qualcosa in contanti (se si parla di cellulari/console/pc), magari per una tv (quelle da + 1000€ )o un auto opterei per una rateizzazione, ma per il resto evito; come te ho netflix/infinity/internet, quindi l’idea di allungare questa lista non mi tange proprio

      • Dr.Oak

        Io terrei conto anche del supporto post vendita. Con i top di gamma si è più o meno certi di avere periodici aggiornamenti che sono importanti non tanto per ricevere nuove funzioni ma per l sicurezza. Nella maggior parte dei casi i dispositivi come i “galaxy grand prime advanced neo plus” vengono abbandonati a loro stessi dopo essere stati immessi sul mercato.

        • Choz Chozzy

          Hai fatto proprio l’unico esempio che non dovevi fare, vai a vedere l’elenco degli smartphone galaxy aggiornati alle ultime patch di sicurezza, rimarrai stupito…

        • Luca Serri

          E anche con i top di gamma non è così certo l’arrivo di update 🙁

      • Matteo Bottin

        Vero! Concordo su tutto. Io non faccio molte foto, quindi rientro benissimo nella fetta del 90% delle persone 😛

        Alla fine tra un top di gamma e gli altri ormai cambia solo la fotocamera e ( fooooooorse ) il supporto agli aggiornamenti!

    • Davide nove

      Per me no… personalmente dopo vari Top ho la soglia mentale per la spesa di uno smartphone molto più bassa della tua 250/300€ max.. dopo dipende sempre da molti fattori..economici, style ecc…

      • Andrea Rovere

        Se spendi 250-300 euro per uno smartphone sai già che dopo neanche un anno e mezzo è da cambiare
        Io ho comprato un lg g4 a novembre 2015 e già adesso moto piccoli rallentamenti e infatti penso lo cambierò il Natale prossimo

        • Davide nove

          Mah dipende… personalmente non mi preoccupo dei piccoli rallentamenti… perché alla fine è un fattore più mentale che pratico di usabilità.

    • Paooool

      No, non ha più senso. Con 300/400 € a meno che tu sia un manager o CEO di qualche multinazionale, si può acquistare un ottimo smartphone

    • optimusconsul

      io direi di sì, 440 per un op3t per dire li spenderei, anche se in generale trovo più interessante la fascia 300-400

      • Matteo Bottin

        Shhh, l’op3t sarebbe il mio secondo strappo alla regola 😛

    • Steve

      dipende. da quanto guadagni, da che importanza dai a uno smartphone (ci sono verginelle che “ho speso 199 per uno Zte che dà la paga al tuo Samsung” e poi spende 50€ al mese di sigarette), da quanto ti serve avere una buona immagine…

  • IgliD

    di polli c’è ne son tanti , lo sapevamo e si sono affermati di nuovo. nulla di eclatante . 250 euro il tetto massimo , per una tecnologia che si rinnova ogni 6 mesi , senza offrire nulla di nuovo oramai da tempo. e pure l’asticella riescono a ritoccarla in su ogni anno 😀

  • ocean62

    “D’altronde, non è un caso che la maggior parte degli italiani spenda più di 400€ per un nuovo dispositivo” in realtà è vero il contrario: se il 19,5% spende più di 400€, l’80,5% spende meno (o nulla). Si può dire che sia una percentuale significativa, ma se le parole significano ancora qualcosa il titolo è sbagliato.

    • Giuseppe Tripodi

      Hai perfettamente ragione: con i dati sotto mano ero caduto in una “svista” enorme.

      Ho corretto titolo (precisando maggioranza *relativa*) e il testo, grazie per la segnalazione.

  • optimusconsul

    per me le fasce più interessanti sono quelle tra i 250 e i 400, ma almeno nella mia zona vedo praticamente solo iPhone dal 6 in su, qualche Huawei e diversi Samsung plasticoni di fascia medio-bassa

  • Shane Falco

    Io ho sempre avuto medi gamma e per le 2-3 app che uso contemporaneamente qualche foto, audio via bluetooth, giochi etc è anche troppo potente, al momento ho ancora a3 2015 (da quasi 2 anni) e fa tutto bene senza problemi poi ha anche qualche aspetto da top gamma visto che è tutto in metallo, display amoled ed ha vetro gorilla glass 4 cosa che oggi non trovi nei p8lite2017 ne sul p9lite visto che hanno vetri e materiali plasticosi. Alla fine dipende come li si usano, se una persona fa molti video e foto, gioca a giochi molto pesanti, usa 5-6 app in contemporanea e ci lavora magari editando foto o usando word o altre app allora meglio un top gamma.