Oppo presenta una ingegnosa dual camera capace di zoom “ottico” 5X (foto e video)

Nicola Ligas -

Dotare uno smartphone di zoom ottico è un problema di difficile soluzione, principalmente a causa dello scarso spazio a disposizione, e non a caso i pochi che ci hanno provato, come ASUS ZenFone Zoom, hanno anche dovuto adottare un form factor piuttosto ingombrante. Al Mobile World Congress 2017, Oppo ha presentato la soluzione a questo dilemma: un sistema dual camera che in pratica, attraverso un sistema di lenti e di specchi, sfrutta lo spazio orizzontalmente (in buona parte), anziché verticalmente, per ottenere il desiderato livello zoom.

Il funzionamento di questa 5x Dual Camera Zoom è illustrato bene nelle immagini a fine articolo, che anche ai profani daranno un’idea generica della ingegnosa trovata di Oppo. Il meccanismo “a periscopio” adottato prevede il passaggio della luce attraverso un apposito prisma, mentre la lente secondaria stessa ha una focale di 3x rispetto a quella della fotocamera principale, ma Oppo afferma di aver ottenuto un zoom 5x “lossless”, ovvero equivalente ad uno ottico, grazie ad una “tecnologia proprietaria di fusione dell’immagine per zoom digitali”, che sinceramente ci fa un po’ storcere il naso (e che quindi dovremo verificare in pratica). Questo modulo, nel complesso, è spesso solo 5,7 mm, il che significa che è possibile includerlo nei comuni smartphone senza ricorrere a particolari rigonfiamenti.

Un maggior livello di zoom introduce però un ulteriore problema: la maggiore difficoltà di ottenere foto non mosse. Oppo risponde con un nuovo stabilizzatore ottico specifico per questo sistema, in cui il prisma varia dinamicamente il suo angolo con una precisione di 0,0025 gradi, in modo da contenere il più possibile le vibrazioni indesiderate.

Sulla carta è quindi senz’altro una pietra miliare nel mondo della fotografia mobile, ma occorreranno un po’ più tempo e prove pratiche per capire se le cose staranno davvero così. Ad Oppo va comunque tutta la nostra fiducia, ed approfondiremo senz’altro questo argomento non appena possibile, sperando che questo nuovo sistema di zoom arrivi su uno smartphone dell’azienda nel corso del 2017; e poi chissà, magari in licenza anche su quelli di altri produttori.


Via: GSMArena