Xiaomi annuncia ufficialmente il suo SoC: Pinecone sarà svelato il 28 febbraio (aggiornato)

Giuseppe Tripodi -

Se ne parlava ormai da parecchio, ma adesso è finalmente ufficiale: Xiaomi ha realizzato la sua linea di SoC per smartphone, chiamati Pinecone, che verranno annunciati ufficialmente il 28 febbraio a Pechino.

La società cinese ha pubblicato un teaser (lo trovate un fondo) che conferma l’esistenza di questi nuovi chip di era già trapelato qualcosa in passato: secondo quanto riferito nelle settimane precedenti, il primo SoC Pinecone debutterà con lo Xiaomi Mi 5C, ma non abbiamo ancora molti altri dettagli in merito.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 5C (aka Meri) verrà svelato a breve

Tuttavia, sembra che in un primo momento verranno lanciate due versioni del chip, chiamate V670 e V970. Il primo dei due, che rappresenta il modello di fascia bassa che verrà montato probabilmente sul Mi 5C, dovrebbe essere realizzato con processo costruttivo a 28 nm e utilizzare un’architettura octa core con 8 core Cortex-A53 (di cui 4 con clock a velocità più alte) con GPU Mali-T860 MP4.

D’altra parte, il modello di fascia alta V970 potrebbe essere lanciato nel quarto trimestre dell’anno e, secondo quanto riferito, sarà realizzato con processo costruttivo a 10 nm, utilizzerà un’architettura octa core con 4 Cortex-A73 e 4 Cortex-A53 (con clock minimo a 2 GHz e massimo a 2,7 GHz) e GPU Mali G71 MP12. Per maggiori dettagli vi rimandiamo al 28 febbraio, data in cui verranno svelati i nuovi SoC Xiaomi.

Aggiornamento22/02/2017 ore 17.45

Aggiungiamo alla galleria una tabella comparativa realizzata dai colleghi di GSMArena


Via: Gizmochina
  • MICHAEL D’URSO

    Un po’ grandi

  • Mina Bianca

    28 nm??? Addio batteria

    • Pablo Galattico

      ok sarebbe stato meglio 14nm ma non scherziamo…non è solo la litografia a fare la differenza lato autonomia…ci sono una marea di altri fattori a determinarla in primis la capacità delle batterie stesse che com’è noto sono molto “abbondanti” nei terminali di casa Xiaomi!

      • Mina Bianca

        Si ma batteria capienti spessori maggiori e poi perché devono risparmiare facendo una CPU del genere per poi andare ad infierire sul design ed ergonomia

        • Pablo Galattico

          capisco che una litografia a 28 nm (peraltro credo solo per la versione meno performante e quindi ci sta visto che verrà montato molto probabilmente su terminali che costeranno sui 150/200 euro) possa far storcere il naso ma non credere che tra i 28nm e i 14 nm a parità di soc ci sia una differenza in termini di autonomia superiore al 10/15 % ; poi penso che un terminale con batteria bella capiente da 4000 MAh (spesso proposti proprio da xiaomi e pochi altri) con uno spessore di 8mm o max 9mm non comporti alcuna grave rinuncia sia lato ergonomia che design!!….Te lo dico da possessore di Xiaomi redmi note 3 pro SE con snap 650 a 28nm e batteria da 4000 Mah, è “spesso” appena 8.6 mm quindi ancora abb. sottile, non scalda per nulla e ha un’autonomia ottima tanto che mediamente lo ricarico 2 volte a settimane (supero tranquillamene le 6 ore di schermo attivo in uso misto su più giorni di utilizzo).

          • Mina Bianca

            Io credevo che sarebbe stato montato su terminali di fascia alta… Se costasse quel che tu pensi allora ci si può anche stare ma se fosse montato tipo sul mi6 io andrei sicuramente da altre parti non con il paraocchi ma non perderei tempo a provarlo chiederei in giro e fine, tanto tutti gli xiaomi più o meno girano bene

          • Pablo Galattico

            Ma no i flagship continueranno a montare gli snapdragon almeno per i prossimi 2 o 3 anni!..Per ora si parla del Mi5C come primo terminale a montare i nuovi soc proprietari, poi man mano in Xiaomi cercheranno di capire l’evoluzione e la resa di questi soc e su quali terminali/mercati implementarli!

          • Mina Bianca

            Già va meglio credevo che visto il loro capo àvrbbero iniziato a mettersi in proprio e poi avrebbero fatto casino

            Il 20 feb 2017 6:18 PM, “Disqus” ha scritto:

  • WOrld1

    Speriamo non eliminino le versione snapdragon col tempo perché vorrebbe dire chiudere le porte al modding come ha già fatto Samsung (Exynos), Huawei (Kirin) e ora Xiaomi. In futuro prevedo anche la linea Google Pixel utilizzerà un soc proprietario purtroppo.