iPega PG-9057, la nostra prova del controller a forma di pistola

Giorgio Palmieri Il controller di cui (non) senti il bisogno

Se ci seguite con costanza conoscerete senz’altro il marchio iPega, l’azienda cinese nota al pubblico per i suoi gamepad bluetooth con un carrellino costruito appositamente per ospitare uno smartphone di dimensioni variabili.

Di modelli ce ne sono a valanghe, praticamente per ogni esigenza. Ad esempio, il 9017 accontenta i pendolari per la sua ridotta dimensione, mentre il 9037 strizza l’occhio alle forme del gamepad di Xbox One. Una menzione d’onore va poi al 9023, il quale rappresenta, a nostro avviso, il punto più alto toccato dalla società, almeno in termini di comodità, costruzione e adattabilità.

Al di là dei pregi e dei difetti, ciascun gamepad ha uno scopo: che sia quello di offrire un touchpad integrato, che è una manna dal cielo per i possessori di TV Box, o di garantire il controllo dei file multimediali in una dimensione relativamente contenuta, ogni prodotto della società iPega ha spesso sfoggiato con fierezza una particolarità tale da soddisfare qualsiasi bisogno. Come si suol dire, spesso non significa sempre, e iPega PG-9057 è infatti l’eccezione che conferma la regola.

Diamo un’occhiata ai principali dettagli del prodotto:

  • Contenuto confezione – Controller, 1 cavo Micro-USB per la ricarica, 1 stand
  • Batteria  – 600mAh; almeno 25 ore di gioco assicurate
  • Connettività – Bluetooth 3.0; fino a 8 metri di distanza
  • Compatibilità – Dispositivi Android (3.2 o superiore) e iOS (7 o superiore) fino a 6 pollici (per il carrello di alloggiamento), Windows XP/7/8

Di che si tratta: 9057 si presenta come un controller bluetooth disegnato ergonomicamente per restituire le emozioni di uno sparatutto, tanto da offrire persino un set di pulsanti completo. Ad una prima occhiata, sembra quasi una sorta di evoluzione della leggendaria Zapper di Nintendo, o comunque delle pistole ottiche da sala giochi, ma la realtà dei fatti è ben diversa.

iPega PG-9057 è semplicemente un comune controller a forma di pistola, supportato dalla medesima configurazione di tasti dei modelli più recenti, posizionati in maniera specifica proprio per valorizzare l’ergonomia. È di fatto un’arma da fuoco giocattolosa, composta da due parti: su quella più piccola, che impugnerete con la mano sinistra, risiedono un analogico, il pad direzionale e due bottoni dorsali.

Mentre sulla porzione più grande, che è praticamente il corpo della pistola, troviamo il restante set di tasti, tra cui un secondo analogico, i pulsanti X, A, Y e B, un altro bottone, posto precisamente sull’impugnatura, e infine il grilletto, che veste il ruolo di pulsante aggiuntivo. Chiude la parentesi tasti la dotazione dei classici start, home, select, il bottone d’accensione e un interruttore che consente di cambiare la modalità Android con quella iOS, in base al dispositivo in vostro possesso.

Tagliamo corto: non ci sono grandi differenze tra il 9057 e un qualsiasi altro modello iPega. I pulsanti restituiscono le medesime, buone sensazioni di un 9025, e gli analogici offrono una sensibilità nella media, paragonabile ai controller economici di terze parti, un aspetto che lascia l’amaro in bocca proprio perché si tratta di un prodotto pensato primariamente per il genere sparatutto, tipologia di gioco che esige precisione.

La peculiarità principale, ovviamente, è rappresentata dall’impugnatura: tenere in mano una periferica a metà strada tra una pistola e un fucile a pompa fa un effetto particolare, almeno per i primi minuti, abituati come siamo alla classica forma identificativa di un Dualshock o del Controller Xbox.

Tuttavia, l’abitudine prescinde dalla comodità, dalla agiatezza che questo 9057 semplicemente non conosce, perché, in breve, è piuttosto scomodo, e non è necessaria chissà quale analisi tecnica per capirlo. Inoltre, l’idea di inserire un pulsante sul manico, che continuerete a premere proprio perché è posto esattamente dove si posizionerà la mano destra, rappresenta l’emblema di un design bizzarro che non funziona come dovrebbe e, soprattutto, come vorrebbe.

Abbiamo provato diversi giochi, molti dei quali appartenenti al genere degli sparatutto in soggettiva, e il più indicato a mostrare le potenzialità di iPega 9057 è senz’altro Modern Combat 5, uno dei pochissimi a supportare la mira mediante l’utilizzo del giroscopio che, in accoppiata con lo smartphone infilato nella molletta, simula, o, meglio, cerca di simulare l’azione dello sparo. Se di base l’idea può risultare affascinante, in pratica vi accorgerete che l’esperienza è a dir poco disagevole, oltre che imbarazzante.

Non riusciamo quindi a comprendere il target di questo tipo di dispositivo, eccezione fatta per i bambini, gli unici che si sono impressionati durante la nostra fase di test, chiaramente più per l’aspetto che per le funzionalità. Potrebbe essere visto come regalo per i vostri cuginetti, fratellini e nipoti vari, ma stiamo parlando – e questo è il problema principale – di un prodotto venduto al prezzo di circa 45€. Il nostro arriva da Tomtop, e potete trovarlo proprio qui. Il nostro consiglio è quello di rivolgervi verso un altro modello della stessa azienda, e di lasciare il 9057 sullo scaffale.