Il pieno di carburante si pagherà con lo smartphone

Giuseppe Tripodi

API, società dietro i distributori di carburante del marchio IP, ha stretto un accordo con Tinaba, piattaforma per i pagamenti digitali, che prevede la possibilità di pagare il carburante con lo smartphone, a partire dalla primavera 2017.

Tra qualche mese, infatti, ben 400 stazioni di servizio Self del Gruppo API verranno dotate in modo progressivo del sistema di pagamenti digitale, che permetterà ai consumatori di acquistare carburante e pagare tramite l’app Tinaba.

Inoltre, le due società hanno intenzione di rendere disponibile il servizio anche per le altre stazioni di rifornimento del Gruppo API, nonché per gli altri prodotti acquistabili nei negozi connessi alle stazioni di servizio.

A proposito dell’accordo, il presidente del gruppo API Ugo Brachetti Peretti ha commentato:

“Quello dei pagamenti digitali è un passo decisivo per la rete di distribuzione carburanti, non solo perché permette una esperienza di acquisto molto più semplice e immediata, ma perché abilita numerose altre opportunità: sconti, fidelizzazione, offerte. L’accordo con Tinaba è un passo importante per offrire un servizio eccellente ai nostri clienti”.

Via: CorriereComunicazioni