Tutti e tre i prossimi iPhone integreranno la ricarica induttiva, con uno strato in grafite per il calore

Andrea Centorrino

Quali novità ha in serbo Apple per iPhone 8? Schermo OLED? Un nuovo (vecchio) design in vetro? Fra le tante caratteristiche che dovrebbe avere, da tempo si parla della ricarica induttiva: sembra che questa sarà presente non solo nel top di gamma da oltre 1.000 euro, ma anche sulle evoluzioni di iPhone 7 che dovrebbero affiancarlo.

Sarebbero infatti tre gli iPhone in programma a settembre: due evoluzioni di iPhone 7 ed iPhone 7 Plus, ed il “rivoluzionario” iPhone 8. A confermare la ricarica induttiva è Ming-Chi Kuo, l’analista di KGI dall’ottimo storico di previsioni azzeccate.

Il design in vetro (ma non doveva essere in acciaio inossidabile? – NdR), ispirato ad iPhone 4, dovrebbe ridurre le interferenze durante la ricarica wireless, ma al tempo stesso renderebbe più difficile la dissipazione del calore aggiuntivo che questo tipo di ricarica inevitabilmente comporta allo smartphone. Per mitigare questo problema, Apple avrebbe previsto l’aggiunta di una “pellicola” in grafite per proteggere il sensore del 3D Touch da eccessive sollecitazioni termiche.

LEGGI ANCHE: Quali componenti verranno integrati in iPhone 8?

Ovviamente non parliamo di tenperature da altoforno, ma comunque sufficienti a causare un comportamento anomalo o a ridurre la vita dello stesso sensore. Questo nuovo strato causerebbe un incremento del costo del 3D Touch del 30-50%, che Apple farebbe pagare all’utente finale. Probabilmente sarà anche questo il motivo per cui iPhone 8 potrebbe essere “l’iPhone più costoso di sempre”.

Via: 9to5Mac