Outlook introduce gli add-on per app di terze parti

Giuseppe Tripodi Gli add-in sono già disponibili per iOS, ma arriveranno a breve anche su Android.

Da quando Microsoft ha dato una svecchiata ad Outlook, rinnovando l’interfaccia e integrando l’amato calendario Sunrise, le app mobile per Android e iOS hanno avuto nuova vita, oltre che a parecchi nuovi utenti.

Oggi la società festeggia i due anni del nuovo Outlook mobile con una grande novità: gli add-in (o add-on, come preferite, la sostanza non cambia). Si tratta di una serie di “plugin” aggiuntivi che permettono di integrare al meglio alcuni dei più famosi servizi mobile, ad esempio Evernote, Trello e GIPHY. Questi si aggiungono agli add-in già esistenti per Dynamics 365, il CRM Nimble, Smartsheet e Microsoft Translator: purtroppo, per il momento tutti questi plugin sono disponibili solo per iOS (oltre che Windows e Mac); il supporto ad Android arriverà a breve.

LEGGI ANCHE: I software Microsoft continuano a crescere, a differenza dell’hardware

Gli utenti dei vari servizi non avranno difficoltà ad immaginare come sono state integrate le loro app preferite all’interno di Outlook: ad esempio, grazie all’apposito add-on di Trello, si può aggiungere facilmente il contenuto di una mail ad una scheda to-do, con Evernote è possibile aggiungere una email ai propri taccuini, Translator traduce automaticamente i messaggi e, ovviamente, GIPHY aiuta a farsi odiare da amici, parenti e colleghi aggiungendo imbarazzanti GIF alle proprie email.

Microsoft ha iniziato il percorso con questi software ma, ovviamente, ha aperto agli sviluppatori la possibilità di realizzare i propri add-on (potete scoprire di più a questo indirizzo). Come accennato, gli add-in sono già disponibili su iPhone e iPad (e arriveranno su Android in un secondo momento): i fortunati possessori di dispositivi iOS possono scaricare subito l’ultima versione di Outlook dal badge qui sotto.

Via: MSpoweruserFonte: Office