7.5

Star Wars: Force Arena è meglio di Clash Royale? (recensione)

Giorgio Palmieri Al momento no, ma è un valido sfidante.

Recensione Star Wars: Force Arena – Era solo questione di tempo prima che Clash Royale venisse preso d’esempio da altre software. L’intuizione geniale di Supercell, basata su un azzeccato miscuglio tra i giochi di carte e quelli strategici, continua a macinare soldi ad una velocità impressionante, anche mentre state leggendo questo articolo.

Diamo quindi il benvenuto a Star Wars: Force Arena, ovvero il tentativo di Netmarble Games di portare la semplicità di Clash Royale ad un nuovo livello di profondità, farcita con l’affascinante ambientazione delle Guerre Stellari. Ecco cosa ne pensiamo.

LEGGI ANCHE: Recensione Clash Royale

Video Recensione Star Wars: Force Arena

Come per le recensioni dei videogiochi su SmartWorld, i concetti esposti nei paragrafi a seguire li trovate nella video recensione, con i filmati tratti dalle nostre sessioni di gioco su NVIDIA Shield Tablet K1.

Nel tuo portafogli la Forza è?

Star Wars: Force Arena è strutturato a metà strada tra un gioco di carte ed un MOBA: ciò significa che l’obiettivo è sempre quello di eliminare le torri avversarie per ottenere punti, ma nel titolo in questione il giocatore assume il comando diretto di un eroe, che può sia attaccare che evocare le unità sul campo.

star-wars-force-arena-2

Le truppe utilizzano le stesse modalità di schieramento del gioco di Supercell: ogni carta ha un costo in energia, che viene recuperata nel tempo durante la partita. L’eroe ha la possibilità di disporre le sue armate solo nel suo territorio, che potrà eventualmente essere espanso distruggendo le torri avversarie. Le mappe, diverse nello stile ma non nell’impostazione a due corsie, sono sempre composte da tre torri per giocatore, e un nucleo: lo scopo è quello di annientare quest’ultimo prima che lo faccia l’altro utente, o più torri dell’avversario prima che il tempo scada.

Le partite durano poco, circa tre minuti, e sono sufficientemente frenetiche da permettervi un buon grado di coinvolgimento. Il gameplay infatti è semplice ed immediato nonostante sia più interattivo rispetto al prodotto a cui si ispira, ma dobbiamo sottolineare che bisogna fare i conti con un certo grado di macchinosità nei comandi, più che altro a causa della latenza, su cui ci soffermeremo a breve.

Chiaramente, sposando il modello free-to-play, Star Wars: Force Arena è farcito con una progressione che coinvolge acquisti in-app e attese, ma anche stimoli. Ogni vittoria vi dona un pacchetto di carte, e ciascuno, per essere aperto, richiede un determinato numero di ore di attesa, in relazione alla sua rarità.

star-wars-force-arena-6

Le carte vanno quindi a costruire il mazzo, composto da un eroe e sette unità, ed è possibile avere quattro set, due per il lato chiaro, e due per quello oscuro. I doppioni possono essere usati per potenziare le carte a loro associate, o potreste decidere di scambiarli nell’apposito menù, per carte casuali di rarità maggiore, e questa si è rivelata un’ottima opzione per riciclare quelle inutilizzate.

Sia chiaro che le attese sono comunque lunghe: si parte da un minimo di tre ore per l’apertura del pacchetto più comune, e il gioco vi offre quattro spazi di sblocco. In realtà c’è un abbonamento che vi permette di dimezzare i tempi d’attesa, e di ottenere un posto di sblocco extra, ma i costi sono veramente troppo alti. Tutto sommato, però, abbiamo apprezzato il sistema di ricompense: ci sono missioni evento che donano eroi, pacchetti giornalieri e molto altro, che cercano sempre di offrirvi qualche motivo in più per giocare almeno un paio di partite durante la giornata. Certo, gli acquisti in-app ci sono, ma siamo sempre sulla falsa riga di altri titoli mobile, e per fortuna Netmarble non ha calcato troppo la mano.

Contenutisticamente poi non c’è da lamentarsi più di tanto: a parte qualche assenza importante, siamo comunque rimasti sorpresi dalla presenza di parecchi eroi, tra i quali spiccano Luke Skywalker, Boba Fett e persino Jin Erso di Rogue One e, soprattutto, la loro acquisizione non è nemmeno troppo complicata, visto che il gioco ve ne offrirà quattro dei più popolari già al primo avvio.

star-wars-force-arena-4

Non abbiamo poi menzionato la più grande novità di questo Force Arena, ovvero i combattimenti 2 contro 2, che potrete affrontare sia da soli con l’ausilio del matchmaking, che con un vostro amico di gilda (l’utilizzo di queste ultime è relegato ad una semplice chat e poco più). Per l’occasione, nella suddetta modalità, le mappe si arricchiscono con una nuova corsia, per un totale di tre, ampliando così il bacino delle possibili strategie che, purtroppo, non è poi così profondo, almeno al momento. Ad essere precisi, il difetto più importante di questo Force Arena è proprio il bilanciamento, contraddistinto da scelte di design a dir poco discutibili.

Innanzitutto, la morte del leader in partita non comporta malus di una certa valenza, anzi, è il gioco stesso a costringervi ad assumere un atteggiamento in pieno stile kamikaze: ciò significa che strategicamente la difesa non paga, specie con l’eroe perché, nonostante ci siano dei potenziamenti sparsi nella mappa per recuperare la barra della salute, una volta esauriti dovrete optare per un suicidio di ritirata.

È un aspetto del titolo che viene fuori solo giocando diverse ore, e noterete comunque altri elementi che necessitano di operazioni di limatura: ad esempio, c’è un certo favoritismo di fondo per alcuni eroi a distanza, che dovrebbero ricevere subito un rimaneggiamento, e che crediamo non tarderà ad arrivare. Tra l’altro, il net-code al momento non è perfetto, e anche con una linea stabile si potrebbero verificare dei vistosi fenomeni di lag.

star-wars-force-arena-7

Graficamente invece è stato svolto un bel lavoro, soprattutto nella realizzazione degli eroi principali, sui quali il livello di dettaglio è sorprendente. La musica e gli effetti speciali aiutano a ricreare l’atmosfera in maniera egregia, tant’è che i fan si sentiranno subito a casa. Infine, rimproveriamo l’assenza dei replay, un elemento di vitale importanza per questa tipologia di gioco.

7.5

Giudizio Finale

Recensione Star Wars: Force Arena Giudizio Finale – Star Wars: Force Arena è un prodotto che getta nuovi spunti sul sottogenere videoludico strategico avviato da Clash Royale. Il mix tra strategia e azione funziona, ed è supportato da un sistema di ricompense che, tra alti e bassi, riesce comunque a tenere incollati allo schermo. La formula quindi si sposa bene con l’universo delle Guerre Stellari, ma richiede comunque le dovute attenzioni per poter rimanere sul mercato a lungo, sperando che non faccia la stessa fine di Star Wars: Uprising di Kabam, un progetto mobile ambizioso durato appena un anno. In definitiva, lo consigliamo.

App Store badge

Play Store badge

PRO CONTRO
  • Il MOBA come dovrebbe essere su mobile
  • Comparto audiovisivo ben fatto
  • Buon assortimento di unità ed eroi
  • Sistema di ricompense non avaro di stimoli…
  • … che devono comunque sottostare alle attese
  • Bilanciamento da rivedere
  • Net-code claudicante
  • Mancanza dei replay

Recensione Star Wars: Force Arena – Trailer

Recensione Star Wars: Force Arena – Screenshot