ban pokemon go

La Cina non ha intenzione di approvare Pokémon Go e altri giochi simili

Giuseppe Tripodi

Pokémon GO è stato un successo quasi planetario, oltre che un caso mediatico davvero eccezionale: tuttavia, il gioco di Niantic non è ancora disponibile in Cina e, probabilmente, non lo sarà a breve.

Nonostante Pokémon GO sia stato accusato di causare incidenti stradali, alcuni dei quali fatali, non sarò certo la distrazione il motivo principale del ban. È molto probabile, infatti, che la censura cinese sia preoccupata soprattutto del tracciamento della posizione degli utenti, i cui dati finirebbero in mano di società statunitensi.

Ricordiamo, infatti, che Pokémon GO basa la propria esperienza di gioco su un mix di realtà aumentata e geolocalizzazione ed entrambi gli aspetti non sono ben visti dal governo cinese.

LEGGI ANCHE: Lo spettacolare futuro in realtà aumentata di Qualcomm

Inoltre, il gioco si basa sui servizi di localizzazione di Google, che sono bloccati in Cina. Nonostante ci siano alcune società cinesi che hanno realizzato giochi simili, basati proprio su realtà aumentata e servizi di localizzazione, probabilmente il governo cinese continuerà a bloccare titoli simili realizzati da compagnie statunitensi. E, insomma, non aspettatevi di giocare a Pokémon GO in Cina, almeno per ora.

Via: Reuters