HMD logo final

Cos’è HMD, l’azienda che realizzerà i Nokia con Android

Emanuele Cisotti - E perché definire i Nokia con Android smartphone cinesi è (in parte) sbagliato.

Si parla moltissimo in questi giorni di HMD in merito al lancio ufficiale del primo smartphone Android a marchio Nokia (perdonateci ma chiudiamo un occhio sulla famiglia X). Spesso si leggono commenti riguardo al fatto che i nuovi smartphone Nokia siano dei cinesi rimarchiati o che genericamente non siano più smartphone finlandesi. Scopriamo cosa c’è di vero e cos’è HMD.

Un po’ di storia su Nokia e Microsoft

Nokia nasce nel 1865 in riva al fiume Nokianvrita come azienda di falegnameria, diventata poi produttrice di stivali, poi di cavi telefonici, poi di computer e TV e infine telefoni cellulari. Nokia ha una lunga storia ricca di grandi successi, compresi vari palmari e smartphone, fino all’arrivo degli smartphone con touch capacitivo (qualcuno direbbe semplicemente dell’iPhone) e l’incapacità dell’azienda di rimanere al passo dal punto di vista hardware e software. L’azienda punta tutto sul sistema operativo Windows Phone lanciando sul mercato alcuni smartphone a marchio Lumia.

Le vendite non sono sufficienti a salvare il destino dell’azienda e Microsoft nel 2014 acquisisce la divisione Devices and Services di Nokia, in pratica quella che si occupa di realizzare telefoni cellulari. Microsoft si riserva il diritto di utilizzare il marchio Lumia e obbliga Nokia (ovvero l’azienda che rimane assieme a tutti gli altri servizi) a non poter realizzare smartphone fino al 2017. L’azienda tenta quindi solo un timido tentativo con N1, un tablet per la Cina con Android a bordo lanciato nel 2015.

Microsoft non riesce a far fruttare il suo acquisto e la sezione relativa al mobile viene svalutata di quasi l’intero valore di acquisto. Nel frattempo Nokia, liberatosi del “fardello” del mobile fa acquisizione importanti: Alcatel-Lucent (ovverio la principale rivale nel mondo delle infrastrutture per le telecomunicazioni) e Withings.

HMD e il ritorno di Nokia

Il 18 maggio 2016 Microsoft conclude la vendita di una parte della sua divisione Mobile alla neonata azienda finlandese HMD global. L’azienda firma un accordo con Nokia Corporation per poter utilizzare il suo marchio per la realizzazione di smartphone e tablet per i successivi 10 anni. Oltre a questo potrà anche utilizzare i brevetti essenziali relativi ai cellulari, così come i diritti sui design (tutte cose che Microsoft aveva acquistato a suo tempo). In questo modo HMD rimane l’unica azienda al mondo che può produrre Nokia. HMD ha dichiarato che farà un investimento di 500 milioni di dollari per sostenere la commercializzazione dei prodotti nei primi 3 anni.

Cos’è HMD

Come detto HMD global è un’azienda con sede a Helsinki in Finlanda (Nokia aveva invece sede a Espoo, sempre in Finlandia) con una storia in buona parte proveniente da Nokia. Il CEO è Arto Nummella, ex dipendente Nokia dal 1994 e che si era poi unito a Microsoft Mobile nel 2014. Il presidente è invece Florian Seiche, anche lui ex dipendente Nokia, con un passato in Siemens, Orange e HTC. C’è poi anche Pekka Rantala nel team di HMD. Si tratta dell’ex CEO di Rovio (azienda Finlandese creatrice di Angry Birds) e adesso direttore marketing di MHD. Nel consiglio di amministrazione di HMD ci sarà anche un rappresentante di Nokia Corporation per controllare che il brand sia utilizzato secondo i requisiti dell’azienda e che i prodotti immessi sul mercato abbiano lo standard che gli utenti possano aspettarsi da Nokia. Sicuramente una buona notizia per i consumatori finali.

HMD global è una proprietà del fondo Smart Connect LP, gestito da Jean-François Baril in passato vicepresidente senior di Nokia (1999-2012) e che ha avuto ruoli di rilievo anche in Compaq e HP.

FIH e la Nokia cinese

Parliamo del nodo fondamentale: perché si sente dire che Nokia è cinese? Il motivo principale è che la maggior parte delle acquisizioni, o acquisizioni di brand, è quasi sempre di provenienza cinese (si pensi a Alcatel, BlackBerry o Motorola) e che molti degli sforzi che vengono fatti in questo momento da Nokia sono sul territorio cinese.

Una parte di quella che un tempo era Nokia ora è di una società taiwanese, per la precisione FIH Mobile, una sussidiaria di Foxconn, azienda leader nella produzione di smartphone per una moltitudine di brand diversi come Apple, Dell, HP, Sony, Blackberry, Xiaomi, Nintendo, Microsoft e molte altre.

Questa azienda ha infatti acquistato quello che rimaneva della vecchia divisione mobile di Microsoft, in precedenza Nokia. Parliamo della produzione di feature phone, delle fabbriche e della distribuzione. La nuova HMD finlandese ha stretto un accordo di esclusività con FIH per la produzione e la distribuzione degli smartphone e tablet Nokia che verranno quindi realizzati nelle fabbriche cinesi di FIH Mobile.

Si tratta quindi di una collaborazione fra un’azienda finlandese e una taiwanese per produrre smartphone in Cina. Sostanzialmente quello che fa quasi qualsiasi azienda di elettronica del mondo. Dire quindi che gli smartphone Nokia siano “cinesi” è sbagliato, al pari di come sarebbe sbagliato dire che un iPhone è uno smartphone cinese o un Surface Studio sia un all-in-one cinese. Non è però neanche del tutto corretto paragonare questi Nokia a Apple o Microsoft visto che la parte di ricerca e sviluppo, per quanto l’azienda in comando rimanga HMD, saranno delegate proprio a FIH.

Al momento HMD realizzerà il suo primo dispositivo (e probabilmente anche quelli successivi) per il solo mercato cinese. In quel senso sì, possiamo idealmente considerare i Nokia degli smartphone cinesi.

  • Martimondo

    Quindi in sostanza dopo che Nokia si divise in Nokia Corporation e Microsoft…

    Nokia Corporation conquista Alcatel-Lucent e Withings

    HMD acquista una parte di quello che si prese anni fà Microsoft da Nokia
    l’altra parte viene venduta a FIH

    Dopodichè HMD si accorda con Nokia Corporation e FIH per “ricombaciare i pezzi”

    Corretto?

    • Sublakuming Sublakum

      Mi sembra di si

    • Più o meno sì, anche se in realtà l’accordo finale è praticamente contemporaneo. Dubito che nessuno dei tra player si sarebbe mosso senza la sicurezza delle mosse degli altri.
      Per chiarezza poi Nokia non si è divisa, ma ha venduto una sua divisione. Nokia Corporation poi esiste ancora.

  • Megabit

    Se ricordo bene la vecchia Nokia era molto nazionalista e tutto veniva prodotto direttamente in casa, così come la maggior parte dei dipendenti era finlandese.
    Ora, l’attuale HMD che dovrebbe essere finlandese decide di vendere questo e i prossimi smartphone (non si sa quanti per ora) esclusivamente sul mercato cinese, per giunta verranno fabbricati (credo anche progettati a questo punto) dalla FIH Mobile in tutto e per tutto cinese…….sinceramente della vecchia e VERA Nokia non mi sembra sia rimasto granché e ci vorrà davvero uno sforzo enorme se vorranno provare a tornare quelli di un tempo in cui la gente per strada conosceva praticamente solo Nokia!!!
    I competitor sono tanti e più o meno agguerriti per cui la strada mi sembra tutta in salita…….

    • matteventu

      Nokia ha sempre prodotto cellulari anche in India, Ungheria, ed altri paesi più ad est… In Finlandia i top gamma (fino ad un certo punto).

  • Ottimo articolo!!!

    Ma per quanto mi riguarda vedere ripartire Nokia sul mercato cinese è una mazzata mostruosa.

  • carlo

    manca un piccolo grande tassello per decretare o meno la cinesità dei nuovi smartphone marchiati Nokia prodotti su licenza da HMD.
    HMD disegna, progetta, fa ricerca e sviluppo in Finlandia dove ha sede HMD o tutta la parte tecnico ingegneristica è svolta da FIH in Taiwan?
    nel primo caso i prodotti non sono dissimili dai vari IPhone o Surface nel secondo caso si tratta di un rebrand di telefoni Taiwanesi, o anche cinesi visto che il nome ufficiale di Taiwan è la Repubblica di Cina, che di Nokia hanno solo il logo o poco più.

  • Paolo Giulio

    …tutto QUASI esatto…giusto le conclusioni sono un tantino errate…
    All’annuncio qualche mese fa del ritorno sul mercato, fecero una bella conferenza con svariate slide (probabilmente vi è sfuggita…)…
    QUESTA la slide più esplicativa (vedi sotto)… SVILUPPO e RICERCA (R&D) e PRODUZIONE sono a carico ESCLUSIVO di Foxconn… Nokia fornisce solamente BREVETTI e BRAND e SUPERVISIONA (…) i prodotti finali… MI SEMBRA ILLUMINANTE e TOMBALE per ogni discussione (o meglio: sogni altrui) …

    Se poi si vuole a continuare a dire che è un “prodotto finlandese”, bah, fate vobis…
    Ma allo stesso modo si può anche sognare che a Zanardi ricrescano le gambe… siamo lì…

    P.S.
    … questo non vuol dire che non saranno prodotti VALIDISSIMI… ma della “vecchia” Nokia hanno solo il brand…

    https://uploads.disquscdn.com/images/947495276525e019d6455bc46141a276a412fcaf5cf71db8d0861acb2e0bea47.jpg

    • Doverosa precisazione quella della R&D. Aggiornato l’articolo 😉

      • Paolo Giulio

        Precisazione mica da poco…
        E’ la pietra TOMBALE su ogni discussione su DOVE nascono i nuovi prodotti… che poi utilizzino patents “by Nokia” e che debbano essere “visionati” da HMD, ok, non ci piove… ma la provenienza delle IDEE dei nuovi prodotti è CINESE fino al midollo…
        All’epoca dell’accordo, in molti analisti si sono espressi chiosando come FINALMENTE Foxconn avesse trovato un modo per produrre cellulari propri con un brand noto e sdoganarsi da semplice assemblatore per terzi. Il “famoso” Tablet N1 non era altro che un primo sample reale di questa idea.

        Personalmente auguro a HMD ogni fortuna; e lo dico da possessore di un Nokia 920… ma guardo il Nokia 6, leggo i leaks sulle schede tecniche dei presunti futuri arrivi, leggo le dichiarazioni stampa sugli obiettivi di mercato e ci vedo TANTA Asia/Cina…

        • giangio87

          Se non sbaglio Foxconn stessa ha una piccola partecipazione in Nokia Corporations, quindi alla fine questo collegamento d’aziende credo che stia a significare che il lavoro sugli smartphone e tablet, sarà fatto congiutamente a mio avviso (per far guadagnare tutti, mica solo uno dei 3 soggetti).

          • Paolo Giulio

            … mi sa che scrivo un pezzo a chi c’è dietro HMD e scoperchio il vaso di pandora…

    • Davide

      e quel “develop” sotto hmd?

      • Paolo Giulio

        L’unione, la summa di brand + R&D, etc da sviluppo, marketing, etc… mi sembra chiara la pic senza dover cercare significati reconditi… i compiti di CHI fa COSA sono stati tra l’altro CHIARAMENTE spiegati nella stesa presentazione. Tutto il resto è noia [cit.]

        • Davide

          ma non era provocatorio. Ho letto l’articolo, ho letto la modifica e quindi chiedo..

  • Davide

    ma quindi a microsoft cosa rimane?

    • giangio87

      Rimane solo il brand Lumia.

  • Tiwi

    insomma, nokia è stata completamente smembrata..i futuri smartphone, non saranno completamente cinesi, ma un buon 80% è fatto in cina..e il rimanente no..

    • no non sono cinesi, solo la produzione avviene in cina, e questo vale per quasi tutti gli smartphone che siano iphone, samsung, sony, ecc… ma non solo per gli smartphone anche i pc e tantissimi altri oggett, vengono spesso prodotti in cina, ma nessuno va a dire in giro che iphone è per l’80% cinese.
      quindi anche in questo caso non ha senso dire che questi nokia sono cinesi

      • Tiwi

        come scritto anche da altri..tutta la produzione lo sviluppo e la ricerca sono a carico dei cinesi, nokia fornisce solo brand e brevetti.

  • LucaFrance Traverso

    praticamente….microsoft compra a nokia a 10……svaluta tutto e rivende a 2….nokiasotto falso nome HMD ricompra tutto depurato del surplus a 2…e guadagna 8 pulitiritornando a essere quella di un tempo, anzi , meglio perche’ demandano ad altri quello che prima dovevano pagare loro in prima persona……azzo se non e’ esempio di marcheting questo…..

  • Terri

    Conviene comprare azioni nokia? Risp

  • LM1970

    Grazie, bell’articolo.

  • HiroshiShiba

    Non esattamente. La sede di HMD è a Karaportti 2, Espoo, proprio di fronte alla sede di Nokia (Karaportti 3).
    L’edificio al civico Karaportti 2 è sempre di Nokia (fa parte del Nokia Campus, come riportato dal sito ufficiale di Nokia).
    L’amministrazione HMD è totalmente in mano a ex dirigenti Nokia (Seiche, Rantala, Sarvikas, Rönnemaa, Kantola, Matrone, Colombo…).
    Non ci vuole molto a capire che HMD è una società di comodo di Nokia (e non di Foxconn, come dice il cacciatore di streghe qui sotto a cui tutti danno retta).
    Prima o poi avverrà la fusione ed esisterà solo Nokia.