Samsung ha brevettato un nuovo tipo di display flessibile

Giuseppe Tripodi Sì, un altro: si chiama Variable Curvature Display.

Quando si parla di display flessibili, ormai si parla quasi esclusivamente di Samsung: la società coreana sta infatti investendo moltissimo su questa tecnologia, depositando brevetti su brevetti. Questa volta discutiamo di un nuovo brevetto depositato a fine dicembre e chiamato variable curvature display.

Cosa cambia in questa tecnologia, rispetto agli schermi flessibili discussi in passato? La differenza principale sta in come viene piegato il display: come potete vedere dall’immagine, in questo caso lo schermo che riceve l’input è uno strato molto sottile che può essere piegato e fungere da doppio display (magari fronte e retro) o essere teso e utilizzato come unico schermo. In quest’ultimo caso, viene sorretto da un apposito sistema di archi, che tengono anche collegate le due basi e fanno in modo che il display non si strappi.

variable-curvature-display

Come sempre in questi casi, facciamo per l’ennesima volta la stessa precisazione: il fatto che Samsung abbia brevettato questa tecnologia non vuol dire che la utilizzerà effettivamente in un progetto reale, anche se i numerosi documenti depositati per questo scopo ci fanno ben sperare.

Via: PatentlyMobile